BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

È morta Adriana Castelli Borsellino: “Se ne va l’Agenda Rossa più pura”

È morta Adriana Castelli, appassionata e determinata attivista bergamasca del Movimento delle Agende Rosse di Salvatore Borsellino. Sul sito 19luglio1992.com il dolore di Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo e fondatore del movimento Agende Rosse: "Se ne è andata via l'Agenda Rossa, più vera, più pura".

Più informazioni su

È morta Adriana Castelli, appassionata e determinata attivista bergamasca del Movimento delle Agende Rosse di Salvatore Borsellino.

Si è spenta sabato 10 ottobre e i funerali si sono tenuti nel pomeriggio di lunedì 12 ottobre a Bergamo, nella chiesa parrocchiale del quartiere di Redona.

Da sempre impegnata per stare accanto ai magistrati antimafia, per sensibilizzare e coinvolgere la cittadinanza nella promozione di una responsabilità sociale diffusa, è sempre stata animata da un’inesauribile sete di verità e giustizia.

Sul sito 19luglio1992.com, Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo e fondatore del movimento Agende Rosse esprime il proprio dolore con queste parole: "Se ne è andata via l’Agenda Rossa, più vera, più pura. Faticherò ad alzare in aria la mia agenda rossa ora che lei non può farlo più, ma devo farlo anche per lei, dobbiamo farlo anche per lei. Vorrei sapere piangere, forse servirebbe a soffrire di meno, ma è da tanto tempo, da 23 anni, che non so più piangere".

Così la saluta la redazione del periodico on-line Antimafia Duemila: "La notizia della scomparsa di Adriana Castelli delle Agende Rosse ci riempie di grande tristezza, ma anche di gioia per saperla finalmente libera dalla sofferenza. Adriana è stata un grande esempio di determinazione, di umiltà e dignità nel sostenere una causa di giustizia. Il suo amore incondizionato verso la ricerca della verità resterà per sempre, al di là del tempo e dello spazio. Vogliamo ricordarla con le parole del pm Nino Di Matteo: ‘È morta una grande persona che con umiltà e grande dignità ha testimoniato la bellezza e il profumo della passione per la verità e la giustizia’".

Una dedizione che emerge anche dal ricordo che l’attivista Dafne Anastasi ha scritto su Violapost.it. Ne riportiamo le parole qui di seguito: "Ogni soldo risparmiato era un biglietto aereo per la Sicilia. E mica per il mare, la bellezza, il cibo e il bel clima. No, la sua era una sete di verità e giustizia per l’isola squarciata dalle bombe e dalle mafie. I suoi occhi erano sempre più stanchi ma questo non le impediva di esserci sempre. Il 19 luglio in via D’Amelio, nelle aule di udienza dei procedimenti connessi alla trattativa Stato- Mafia , a L’Aquila dopo il terremoto e il popolo delle carriole, a Montecitorio quando un gruppo di donne da tutta Italia scese a Roma a denunciare le prime manomissioni alla Costituzione, negli incontri che le Agende Rosse di tutta Italia organizzano per chiedere la verità sulle stragi. Un profluvio di cartelli attaccati addosso che sapevano colpire nel segno come pochi. Aveva sempre due cose in mano: l’Agenda Rossa e la Costituzione. Citava Calamandrei e il suo profetico discorso agli studenti. La sua voce, forte e struggente, si levava alta in piazza e gridava anche in mezzo al silenzio. Scuotendolo quel silenzio. Amava dire che i magistrati erano la sua luce, la luce che non passava dagli occhi, ma solo dal cuore. Negli ultimi tempi aveva paura per il giudice Di Matteo e per il tritolo che lo vorrebbe fermare. Adriana non era siciliana ma credo che la Sicilia difficilmente abbia potuto conoscere una figlia così figlia pur non avendola partorita. E se un giorno la nostra Terra sarà bellissima, lo sarà anche grazie a Lei".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da LIBRERIA TERZO MONDO

    noi che abbiamo avuto l’onore ed il privilegio di conoscerla, siamo
    consapevoli che ci mancherà questa donna speciale.

  2. Scritto da michele pezzoli

    grande Adriana anche se da tempo non ci vedevamo eri e sarai sempre nel mio cuore assieme ai tuoi adorati genitori Mario e gina ciao un bacio

  3. Scritto da nino cortesi

    Onore a questo rarissimo esempio di vera virtù.

  4. Scritto da Raffaele

    Immagino, se ha scaldato i nostri….. Sii fiera, la sua dedizione ai principi più sani della nostra povera società la relegheranno alla memoria di tane persone, il ricordo e’ impresso nel tempo.

  5. Scritto da Anto vecchi

    Grazie Paolo !!

  6. Scritto da Patricia moro

    Leggere queste cose di mia mamma mi scldano il cuore. Sono contenta che abbia lasciato un segno nel cuore di molte persone. Negli ultimi anni ha dato anima e corpo per ciò in un credeva profondamente. Sono davvero orgogliosa di lei. Mi mancherà sentirla parlare delle agende rosse, Salvatore Borsellino che ho avuto il grandissimo onore di conoscere, Nino Di Matteo,…
    Grazie a tutti voi per la vicinanza