BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mamadou, morto a 10 anni cadendo dal balcone: indagato il padre

E' indagato per omicidio preterintenzionale Badarà Fall, il padre del bambino morto dopo essere caduto dal balcone di casa all'ottavo piano. L'ipotesi principale è quella della disgrazia, ma il pm Dettori intende chiarire meglio cosa sia successo

E’ indagato per omicidio preterintenzionale Badarà Fall, il padre di Mamadou, il bambino di 10 anni morto dopo essere caduto dal balcone di casa all’ottavo piano. Il pubblico ministero Gianluigi Dettori intende chiarire meglio cosa sia successo mercoledì sera intorno alle 19.30 nell’appartamento del palazzo 4C in via degli Oleandri a Zingonia, in cui il bambino si trovava con il papà e la sorellina di otto anni.

Secondo quanto ricostruito, l’uomo avrebbe rimproverato il figlio dopo che aveva sbagliato il risultato di una tabellina, dicendogli che se a scuola (frequentava la quinta elementare) non avesse mantenuto i voti alti che aveva, non sarebbe più sceso in strada a giocare a pallone con gli amici, una delle sue grandi passioni, tanto che al momento della caduta indossava una maglietta del Barcellona.

Come reazione al richiamo Mamadou avrebbe iniziato a correre per casa, prima verso la porta d’uscita poi, trovandola chiusa, verso la cucina, dove sarebbe inciampato poco prima della porta finestra che dà sul balcone, per poi cadere nel vuoto e finire il volo di quaranta metri schiantandosi sul balcone dell’appartamento del primo piano, più sporgente rispetto agli altri.

Una versione confermata sia dal padre che dalla sorella, che comunque non hanno assistito alla caduta. Un ruolo determinante nella tragedia l’avrebbe avuto anche l’altezza della ringhiera del balcone, che misura solo 80 centimetri, quando il bambino era alto un metro e cinquanta. 

La pista principale seguita dagli inquirenti rimane comunque quella della disgrazia, anche perchè sulle braccia del piccolo sarebbero stati trovati segni riconducibili a un disperato tentativo di aggrapparsi alla ringhiera, prima di cadere nel vuoto. Il padre, ex idraulico ora disoccupato, è descritto da chi lo conosce come una persona buona e affidabile.

Ancora scioccata la madre del bambino, che al momento della tragedia si trovava a Bergamo, ma è tornata proprio pochi minuti dopo. Una scena tremenda quella che si è trovata di fronte, tanto che è stato necessario il ricovero in ospedale per lei.

La salma di Mamadou, che era musulmano, è stata composta nella camera mortuaria del cimitero di Verdellino. Nel frattempo alla moschea di Zingonia è stata aperta una colletta per il trasporto della salma in Senegal.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.