BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il vino come racconto Corso di degustazione per assaggiatori curiosi

Il Seminario Permanente Luigi Veronelli presenta "Il vino come racconto, corso di degustazione per assaggiatori curiosi". Ogni martedì, dal 13 ottobre, presso la sede del Seminario Veronelli, sei incontri dedicati a chi desidera accostarsi in modo ragionato all’affascinante mondo del vino.

Più informazioni su

“Il vino vuole partecipazione; e un grande vino, più ancora, la confidenza e l’affetto” diceva Luigi Veronelli, il più grande dei giornalisti gastronomici italiani. La stessa confidenza, il medesimo affetto che il Seminario Permanente Luigi Veronelli, associazione fondata nel 1986 dal celebre giornalista, desidera trasmettere con “Il vino come racconto – Corso per assaggiatori curiosi”.

Si tratta di un percorso formativo pensato per coloro che desiderano acquisire sia le tecniche base per una corretta degustazione, sia alcuni concetti chiave in ambito viticolo ed enologico, strumenti fondamentali per riconoscere e apprezzare la qualità dei vini. Presso la sede del Seminario Veronelli di Viale delle Mura 1 in Bergamo Alta, per sei martedì a partire dal 13 ottobre, dalle 21 alle 23 circa, un piccolo gruppo di "assaggiatori curiosi" potrà accostarsi all’immenso patrimonio del vino italiano grazie a spiegazioni, giochi sensoriali e assaggi di elevata qualità. Quasi trent’anni di esperienza nella didattica della degustazione e l’approccio acquisito dall’Associazione grazie alla diretta collaborazione con Luigi Veronelli, massimo assaggiatore del Novecento, fanno dei corsi del Seminario Veronelli un sicuro punto di riferimento per chiunque desideri approfondire la propria cultura enologica.

L’origine viticola della qualità, i principali passaggi dei processi di vinificazione, le emozioni che ciascuna tipologia di vini è in grado di proporre saranno spiegati ai corsisti con un metodo che unisce il rigore scientifico a un linguaggio semplice e chiaro.

L’obiettivo di questo corso di primo livello è fornire all’assaggiatore le competenze necessarie a elaborare un suo personale metro di giudizio, un gusto individuale da sviluppare e approfondire grazie a un vocabolario comune con cui condividere le esperienze di assaggio. Un’occasione unica per imparare a cogliere l’elegante equilibrio di un vino bianco, per soffermarsi sulla complessità "euforica" degli spumanti, per addentrarsi nelle profondità dei grandi vini rossi e per lasciarsi emozionare dai vini da meditazione.

Le serate, condotte da un docente abilitato del Seminario Permanente Luigi Veronelli, prevedono la degustazione guidata di 4 o 6 vini di alta qualità. Saranno inoltre consegnati ai corsisti: materiale didattico, una valigetta con 6 bicchieri da degustazione e una copia della nuovissima Guida Oro I Vini di Veronelli 2016.

Al termine del corso sarà, infine, rilasciato un attestato di partecipazione. «Imparare a degustare significa migliorare la propria capacità di "lettura e comprensione" dei vini… senza perdere la passione di bere. Luigi Veronelli – occhi, naso, bocca, cuore e intelligenza – ha liberato e nobilitato il piacere del vino e della cucina. Negli incontri curati dal Seminario Veronelli, docenti qualificati presentano il mondo del vino con un linguaggio semplice e comprensibile, valorizzando l’elevato contenuto tecnico-scientifico dei processi produttivi, ma anche il portato culturale, le relazioni con i territori e le comunità che i grandi vini sempre sottendono» – ha anticipato Andrea Bonini, direttore del Seminario Permanente Luigi Veronelli.

Il costo totale del corso è di 250 euro (IVA inclusa).

Per informazioni e iscrizioni:

segreteria@seminarioveronelli.com

http://www.seminarioveronelli.com/?p=7969

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.