BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Capoferri, ristrutturato il debito con le banche Via all’aumento di capitale

Si è concluso positivamente l'accordo di ristrutturazione del debito della Capoferri Serramenti di Adrara San Martino con un pool di banche creditrici: ora via all'aumento del capitale sociale.

La Capoferri Serramenti S.p.A. annuncia la conclusione positiva dell’accordo di ristrutturazione del debito avvenuto con un pool di banche creditrici. La procedura era stata avviata nel marzo 2015 al fine di rafforzare l’assetto patrimoniale della società – con sede ad Adrara San Martino, leader mondiale nei segmento dei serramenti speciali – e metterla in condizione di effettuare gli investimenti necessari per consolidare la ripresa economica in corso e il suo programma di investimenti per la ricerca.

L’accordo – ex art. 182 bis del R.D. 16.03.1942 n. 267 e s.m.i. stipulato il 5 ottobre 2015 – fa seguito a quelli bilaterali sottoscritti con alcuni fornitori strategici, non appartenenti al ceto bancario, che costituiscono parte integrante e sostanziale dell’Accordo stesso, per disciplinare, termini, condizioni, modalità e tempistiche di rimborso dei loro crediti.

Grazie a ciò la Capoferri effettuerà un aumento del capitale sociale potendo al contempo disporre di una nuova linea di credito a breve termine di importo adeguato ai fabbisogni di capitale circolante netto previsti nel Piano Industriale e Finanziario. Gli accordi stipulati con il pool di banche e con i fornitori strategici rappresentano un importante passo verso il completamento del processo di risanamento finanziario intrapreso dall’azienda che troverà definitiva conclusione, sotto il profilo procedurale, con il decreto di omologa.

L’attuabilità dell’accordo e, in particolare, la sua idoneità ad assicurare l’integrale pagamento di tutti i creditori della società, è stata attestata ai sensi di legge, da un qualificato professionista indipendente.

L’azienda – fondata nel 1894 ad Adrara San Martino e guidata da Sergio Capoferri prevede per l’esercizio in corso un volume d’affari di oltre 14 milioni di Euro (+20% rispetto all’esercizio precedente) e, grazie agli ordini in portafoglio, è prevista una ulteriore crescita del fatturato anche per il 2016 . Il Presidente della società, Sergio Capoferri, nel dichiararsi soddisfatto dell’importante risultato conseguito – che testimonia la validità delle scelte effettuate e la bontà del lavoro fin qui svolto dal management della società e dagli advisors che l’hanno assistita (KPMG in qualità di advisor finanziario e BonelliErede in qualità di advisor legale) – sottolinea come questo risultato sia stato possibile grazie alla fiducia dimostrata dai suoi clienti, al grande impegno e dedizione profusi dai suoi dipendenti ed al supporto ricevuto dai principali fornitori, i quali hanno continuato a collaborare fattivamente con la Capoferri anche in questa fase di temporanea difficoltà.

“L’esito positivo della trattativa per la ristrutturazione del debito con il pool di banche, che hanno coinvolto varie parti e per questa ragione si sono un po’ protratte nel tempo, una volta omologata permetterà alla Capoferri di affrontare con maggiore solidità e slancio il proprio progetto d’impresa, migliorando gli effetti positivi di equilibrio che si otterranno grazie al contenimento dei costi ed alla razionalizzazione della struttura aziendale. Mi preme qui sottolineare che la produzione della Capoferri è interamente realizzata in Italia, così come la ricerca e sviluppo e l’innovazione, e sempre in Italia si trova tutta la sua filiera produttiva”.

Leader mondiale nel settore dei serramenti speciali, l’azienda è fornitore e partner dei maggiori studi di architettura al mondo, con realizzazioni eccellenti in ogni continente. Tra le opere realizzate da Capoferri nel solo 2015 ci sono la magnifica struttura in vetro e acciaio posta per il ristorante sulla terrazza panoramica della Triennale di Milano e le porte speciali in ottone e bronzo ed il rivestimento in “oro nordico” della torre cilindrica del padiglione degli Emirati Arabi Uniti all’EXPO di Milano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nicolo

    Lascia perdere i complimenti e vai a vedere i fatti.

  2. Scritto da silvano

    complimenti un imprenditore ed un amministratore serio