BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Profughi, taglio dei contributi anche alle fondazioni Belotti: “Un atto doveroso”

La Regione, dopo il taglio dei fondi al parco dei Colli, sembra voler andar fino in fondo sostenuta a gran voce anche da tutte le sezioni lombarde della Lega Nord. Il Carroccio è già sceso in strada per protestare contro l'accoglienza nell'edificio della ex casa di riposo.

Più informazioni su

“Chi utilizza in modo improprio le strutture da noi finanziate si vedrà tagliare i contributi e sarà penalizzato nei bandi. Ora agiremo nello stesso modo anche nei confronti delle fondazioni, che intendono ospitare immigrati negli alloggi realizzati per gli anziani”. L’assessore regionale alla Sicurezza Simona Bordonali ha annunciato il provvedimento rispondendo in aula in merito alla vicenda della casa di riposo Annibale Maggi di Seniga, in provincia di Brescia. Si tratta di un caso molto simile a quello dell’ex Gleno, messo a disposizione dalla fondazione Carisma per ospitare richiedenti asilo (leggi qui). Anche la fondazione bergamasca rientra nei soggetti penalizzati? Non è ancora chiaro come si possa dare meno soldi a una struttura sanitaria. Tutti i criteri che definiranno tagli saranno discussi dalla Giunta regionale e da Palazzo Lombardia non escludono nulla. Fino a quel giorno i vertici di Carisma preferiscono non commentare.

La Regione, dopo il taglio dei fondi al parco dei Colli, sembra voler andar fino in fondo sostenuta a gran voce anche da tutte le sezioni lombarde della Lega Nord. Il Carroccio è già sceso in strada per protestare contro l’accoglienza nell’edificio della ex casa di riposo. “Coloro che non rispettano i loro statuti e l’utilizzo corretto dei fondi è giusto che abbiano una decurtazione – spiega il segretario provinciale della Lega Nord Daniele Belotti -. E’ un atto che giudico doveroso. Noi sul caso dell’accoglienza al Gleno non abbassiamo la guardia, ma non possiamo fare presidi ogni giorno. Ospitare i clandestini sta creando spaccature nelle comunità, vantaggi economici per qualcuno e danni per gli albergatori. Un altro aspetto che va chiarito è che l’accoglienza diffusa anche nelle parrocchie prevede il pagamento dei 35 euro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuseppe

    La Pinotti si sta mettendo tuta e casco per andare a bombardare non si sa chi (speriamo non medici senza frontiere). Hai voglia quanti profughi arriveranno! A proposito la benzina dell’aereo la paghiamo noi!

  2. Scritto da Bensta

    I soldi dati ai politici e ai partiti sono per caso ben spesi??? Loro non potrebbero LAVORARE e non gravare sulle tasche dei cittadini e dei pensionati ITALIANI??? Tanti profughi sono meglio di tanti politici che straparlano, non lavorano e si fanno mantenere e, per giunta, sono capaci solo di fomentare rabbia e odio!

  3. Scritto da francesco

    brava lega! avanti così!provvedimenti concreti contro questi pseudobuonisti magnamagna.

    1. Scritto da Poor Marter

      Come ti porterei volentieri al posto di uno di questi profughi !!! Una settimana, basta una settimana.

  4. Scritto da Enea

    Disgustoso.

  5. Scritto da A.Z. BG

    Ottimo!!! Se le fondazioni come quella del Gleno non rispetta i suoi compiti, ben chiariti nel loro statuto,è più che giusto non sovvenzionarle ulteriormente. Brava regione!!!

    1. Scritto da Ercole

      Mi sai dire chi ha nello statuto di poter dare alloggio ad un’ondata di profughi epocale ? Invece io ti so dire come si definisce chi non lo fa : XXXXXX , anzi ti so dire come si definisce chi non lo fa solo quando è all’opposizione e lo fa quando è al governo : YYYYYYYY, so anche dirti come si definisce chi non lo fa e nel contempo non ha la più pallida idea di come si potrebbe fare per evitarlo : ZZZZZ. Al lettore la facoltà di sostituire le lettere.

  6. Scritto da merlino

    anche ai politici che non fanno il loro lavoro ma sempre e solo campagna elettorale bisognerebbe decurtare lo stipendio per uso improprio di soldi pubblici!
    Si stanno spaccando o state spaccando le comunità?!?