BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’allarme del sindacato “Un calciatore su tre soffre di depressione”

A lanciare la notizia, ai più sconosciuta, è uno studio di cui parla nell'edizione di mercoledì 7 ottobre il “Corriere della Sera”, che cita un'indagine portata a termine dal sindacato mondiale dei calciatori (FifPro): tra 607 giocatori in attività e 219 ritirati (in totale 826) il 38% e il 35% dichiarano di avere o avere avuto sintomi di depressione

Più informazioni su

Siamo abituati a vederli come privilegiati e fortunatissimi, coperti di soldi, di vizi e di mille attenzioni. Ma la vita dei calciatori non sembra essere così felice come potremmo immaginare. Uno su tre, infatti, sarebbe depresso o avrebbe, in passato, sofferto di depressione.

A mettere in evidenza questa situazione, ai più sconosciuta, è uno studio di cui parla nell’edizione di mercoledì 7 ottobre il “Corriere della Sera”, che cita un’indagine portata a termine dal sindacato mondiale dei calciatori (FifPro): tra 607 giocatori in attività e 219 ritirati (in totale 826) il 38% e il 35% dichiarano di avere o avere avuto sintomi di depressione; il 23 e 28% hanno anche disturbi legati al sonno o all’abuso di alcol (il 9% di chi è in attività, il 25% degli ex).

Un problema, quello denunciato dalla FifPro, che riguarderebbe i giocatori che militano nel campionato italiano e non solo, ma che coinvolgerebbe ben 11 Paesi tra potenze del mondo del pallone e realtà più piccole, Belgio, Cile, Finlandia, Francia, Giappone, Norvegia, Paraguay, Perù, Spagna, Svezia e Svizzera. Una situazione di questo tipo, come ha ribadito quindi il Sindacato Calciatori, non può passare in secondo piano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuseppe

    Un certo Mao Tse Dong aveva inventato la rivoluzione culturale, cioè a cicli un insegnante si trovava a fare il contadino e viceversa. Facciamo che a cicli un calciatore fa il minatore e viceversa… Mi sa che la depressione passa subito!

  2. Scritto da andrea

    Ma se mando a quel paese il sindacato si offendono?
    Chi lavora in fabbrica in catena di montaggio cosa deve fare suicidarsi?

  3. Scritto da Pippo

    quando aprono il portafoglio, nei loro confronti, non sono più depressi, ma smettiamola di sparare eresie, la depressione l’abbiamo Noi Italiani a vedere tanti politici inerti e mantenuti

  4. Scritto da claudio paul

    mica gliel’ha detto il dottore di intraprendere la carriera da calciatore… potevano andare a fare gli operai, i pizzaioli, i netturbini… e qualcuno dice che “la questione non può passare in secondo piano”. bah

  5. Scritto da Aldo

    Beh, se sono depressi loro, cosa dovrebbe dire allora un operaio o un disoccupato? Buontemponi!

    1. Scritto da incompreso

      Si dice che i soldi non facciano la felicità. Si dice anche che aiutino. Questo studio pare confermare che la ricchezza e la popolarità non sono sufficienti per essere felici. Tutto qui.