BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il bergamasco Patelli nuovo coordinatore della Fimaa Lombardia

Luciano Patelli è stato eletto coordinatore di Fimaa Lombardia. Patelli, classe 1958 bergamasco, titolare della Patelliimmobiliare di Bergamo è da oltre 10 anni presidente di Fimaa Ascom Bergamo e da 8 segretario della Federazione lombarda.

Più informazioni su

Luciano Patelli è stato eletto coordinatore di Fimaa Lombardia.

Patelli, classe 1958 bergamasco, titolare della Patelliimmobiliare di Bergamo è da oltre 10 anni presidente di Fimaa Ascom Bergamo e da 8 segretario della Federazione lombarda.

Subentra a Tino Taverna, eletto a luglio presidente nazionale di Fimaa.

«E’ una grande soddisfazione sia personale che per l’Associazione la nomina a Coordinatore regionale della Federazione Italiana mediatori e agenti d’affari – afferma Luciano Patelli -. Sostituisco un presidente che ha saputo condurre questa realtà regionale in modo egregio, rendendola solida e al servizio degli associati. Per questo lo ringrazio. Il coordinamento regionale di Fimaa è molto coeso e sempre pronto ad affrontare tutte le tematiche che riguardano la categoria. Il mio desiderio è quello di proseguire sulla strada tracciata da Taverna, lavorando al servizio degli associati e per il consolidamento e la ripresa del nostro settore».  

Il nuovo incarico vedrà Patelli occuparsi delle questioni più urgenti della categoria e del mercato immobiliare lombardo: «Innanzitutto lavoreremo per rinnovare servizi e convenzioni fondamentali per rendere più facile e meno costoso il lavoro dei nostri associati, come accedere alle visure immobiliari ipotecarie o la possibilità di scaricare la modulistica on line. Tra gli obiettivi posti c’è anche la realizzazione di un Borsino unico degli immobili lombardi, che faccia da riferimento per tutto il settore regionale. Tra i nostri compiti c’è inoltre l’iter, già ben avviato, per la trasformazione dell’associazione da coordinamento e federazione. Infine ci impegneremo a livello sindacale e politico per contribuire al rilancio effettivo del settore immobiliare sia per quanto riguarda la prima casa che gli investimenti, chiedendo innanzitutto una riduzione del prelievo fiscale.  Tra gli obiettivi anche la realizzazione di un Ufficio studi regionale, che aiuterà i mediatori immobiliari nel tracciare una mappa dell’invenduto e farà ricerche di interesse specifico per il settore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.