BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Banconote in cattedra con Banca d’Italia e l’ Ufficio Scolastico

Presentate le iniziative 2015/2016 di educazione finanziaria per le scuole primarie e secondarie orobiche in attesa del nuovo biglietto da 20 euro. Già avviati i laboratori di BergamoScienza

Più informazioni su

L’indagine OCSE PISA che nel 2012 ha coperto quasi 20 paesi e un campione di circa trentamila quindicenni ha evidenziato come l’analfabetismo finanziario dei giovani italiani tocchi livelli preoccupanti, con oltre la metà degli studenti che si attestano su un livello di comprensione dei meccanismi economici e finanziari ben al di sotto della media dei paesi monitorati. In parole povere, lo studio mostra come i giovani italiani abbiano scarsissime competenze e attitudini in ambito economico e finanziario.

Anche per questa ragione, la Banca d’Italia e l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo promuovono dal 26 ottobre al 25 novembre 2015 "Le giornate della banconota".

Un progetto di educazione finanziaria per le scuole primarie e secondarie orobiche in vista dell’emissione del nuovo biglietto da 20 euro.

Durante queste giornate la Filiale di Bergamo – normalmente chiusa al pubblico – aprirà le porte dello stabile di via Roma 1 agli studenti delle scuole, proponendo attività di vario genere: in primis, la presentazione del nuovo biglietto da 20 euro: ai ragazzi delle scuole verranno illustrate le novità e le caratteristiche di sicurezza della banconota, al fine di renderne più difficile la falsificazione.

In seguito, tutte le classi verranno informate sulle modalità di partecipazione alla terza edizione del Premio per la Scuola "Inventiamo una banconota", promosso dalla Banca d’Italia e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. La competizione, attraverso la progettazione di un bozzetto, vuole stimolare la conoscenza della Banca d’Italia e avvicinare i ragazzi ad un’attività core dell’Eurosistema come quello della produzione di banconote.

Dopo la prima edizione dedicata all’Europa e la seconda dedicata all’Expo, la terza avrà come tema la ricchezza delle diversità. Il 25 dicembre, inoltre, la BCE lancerà il gioco online "Euro Run", destinato ai ragazzi tra i 9 e i 12 anni residenti nell’Unione Europea. Il torneo durerà fino al 5 febbraio 2016 e sarà accompagnato da un set di materiali didattici che coinvolgeranno anche genitori e insegnanti.

In occasione delle due competizioni, negli ambienti della Filiale della Banca d’Italia saranno allestiti uno spazio multimediale e una mostra dove verranno esposti i 74 bozzetti delle banconote immaginarie generate dalla fantasia degli studenti delle scuole lombarde durante le prime due edizioni del Premio "Inventiamo una banconota".

Intanto la Banca d’Italia partecipa anche a BergamoScienza, il festival a carattere scientifico che dal 2003 si svolge annualmente nel mese di ottobre. Questo attraverso l’istituzione di tre laboratori e di una conferenza: "Organizzeremo laboratori per le scuole durante le giornate di sabato 10 e domenica 11 ottobre – commenta Laura Zuccarino, Vice Direttrice Banca d’Italia Filiale di Bergamo – Inoltre, venerdì 9 ottobre si terrà presso l’Auditorium di piazza della Libertà la conferenza "Le diverse facce della moneta – Innovazione e tecnologia, trasparenza e consapevolezza", aperta a scuole, cittadini ed esperti del settore" – Sempre nell’ottica di divulgazione della cultura economica, durante l’anno scolastico la Banca d’Italia Filiale di Bergamo ospiterà una nuova edizione degli incontri formativi in ambito economico e finanziario rivolti ai docenti delle scuole primarie e secondarie, ai quali si potranno iscrivere tutti i docenti del territorio bergamasco interessati.

Al modulo base su moneta e banche se ne affiancheranno due di livello avanzato: uno di economia e politica economica e uno di credito, processo, prodotti e vigilanza.

"Le varie iniziative rientrano nell’ambito delle attività che vedono la Banca d’Italia impegnata, in linea con gli orientamenti internazionali, nella promozione dell’educazione finanziaria, in particolare dei giovani – sottlinea Salvatore Gangone, Direttore Banca d’Italia Filiale di Bergamo – Le scuole rappresentano il canale privilegiato per la trasmissione delle conoscenze necessarie alle giovani generazioni per assumere in futuro scelte consapevoli in campo economico".

"L’intero programma s’inserisce a pieno titolo nell’ambito dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione e posside un grande valore educativo, promuovendo conoscenze e sviluppando competenze trasversali in tema di educazione finanziaria – dichiara Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo – bambini e ragazzi – e quindi indirettamente anche le loro famiglie – diventeranno cittadini più responsabili nell’uso del denaro, con l’auspicio che vengano assunti stili di vita e di consumo responsabili e più rispondenti alle esigenze della convivenza civile in una società sempre più complessa".

Fabio Viganò

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.