BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scritte offensive alla sede dell’Anpi Misiani: “Si reagisca”

Il fattaccio è accaduto nella notte tra domenica e lunedì. Il deputato bergamasco del Pd attacca gli autori degli insulti: "Scritte che vanno cancellate subito e che offendono una città antifascista come Bergamo. Ora mi aspetto una reazione adeguata alla gravità di quanto successo".

Più informazioni su

Scritte offensive sui muri della sede bergamasca dell’Anpi. Sono quelle trovate nella mattinata di lunedì 5 ottobre a Bergamo, accompagnate da una croce celtica che ha voluto essere la firma di un atto di vandalismo assolutamente grave. "I teppisti che hanno imbrattato la sede dell’Anpi dovrebbero vergognarsi e chiedere scusa – attacca Antonio Misiani, deputato bergamasco del Pd, commentando l’episodio -. Quelle scritte vanno cancellate subito, perché una città democratica e antifascista come Bergamo non merita questi atti di vandalismo fascista. Vorrei esprimere la mia piena solidarietà al comitato provinciale Anpi. Mi auguro che da parte della cittadinanza, delle istituzioni e delle forze politiche ci sia una reazione adeguata alla gravità di quanto successo".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bracca

    Grande Marco….lascia parlare chi non legge niente di quello che scrivi e e parla solo per invidia…..grandissima come sempre la tua ironia dhe coglie il segno e ovviamente da fastidio….

    1. Scritto da MC

      Gentilissimo, La ringrazio sentitamente ma non ho bisogno di supporter, so gagliardamente difendermi da solo. Il suo intervento mi imbarazza perché gli invidiosi potrebbero pensare che abbia personalmente sollecitato il Suo intervento e questo mi dà (mi perdoni la sottolineatura, ma da è poco usato, se avesse fatto il liceo e l’università lo saprebbe), sommamente fastidio.

  2. Scritto da stefano b.

    l’argomento dell’imbrattare è amplissimo.
    si deve partire dai muri sui quali fanno le schifezze. non sono forse essi stessi delle schifezze? il parco edilizio italiano fa paura. pochi edifici da salvare. dagli anni ’50 è un tripudio al kitsh di pseudo archistar (stall) che riempiono i campi di cemento già vecchio alla partenza. e già lì interverrei. demolendo.
    l’Anpi è l’associazione che ha salvato l’Italia dai debiti di guerra. Locatelli uno di quelli che ce li faceva pagare.

  3. Scritto da luca

    Scusate, ma quando inzozzano i muri di casa con la vernice “rossa”, MIsiani si indigna e chiede una reazione adeguata?

    1. Scritto da Sforzati

      Fai cascare le braccia. Questo è un attacco ideologico , non un comune atto vandalico ad opera di deficienti.

      1. Scritto da luca

        Sforzati tu.
        Per me sono entrambi atti vandalici.

      2. Scritto da attacco ideologico

        Come quello al monumento di Locatelli è un attacco ideologico.
        Ma Misiani non si è stracciato le vesti

  4. Scritto da Marco Cimmino

    Imbrattare l’ingresso della sede dell’Anpi è stata un’azione da vigliacchi, oltre che un evidente e stupido tentativo di rappresaglia per l’offesa a Locatelli. Però, finchè gente come Misiani si indignerà a senso unico, non si uscirà da questa logica da stadio, del muro contro muro. Qui il solo muro è tra la gente civile e quella incivile, non tra i teppisti buoni e quelli cattivi: un politico dovrebbe averlo presente, prima di pronunciare apoftegmi.

    1. Scritto da John Apotegma

      anche “sono degli incivili !” è un apoftegma ……. come vede , temo non abbia aggiunto niente alla discussione.

      1. Scritto da Marco Cimmino

        Gentilissimo, la differenza sta nel fatto che il mio, di apoftegma, a differenza di quello di Misiani, è meditatissimo. Alla discussione, se non altro, ho aggiunto la pulsione che l’ha portata al suo acuto e costruttivo intervento. Vede: mi deve il suo momentino di gloria. Dovrebbe essermi riconoscente.

    2. Scritto da apoche???

      “apoftegmi
      pl. -i
      (non com.) breve sentenza di carattere proverbiale; massima
      Etimologia: ← dal gr. apóphthegma, deriv. di apophthénghesthai ‘enunciare una sentenza’.
      Cimmino, sappiamo che, a differenza della stragrande maggioranza dei lettori, hai fatto il liceo, proprio non resisti a fare sfoggio della tua cultura? P.S. I media sono dei padroni, al popolo restano i muri.

      1. Scritto da Marco Cimmino

        Gentilissimo, non solo ho fatto il Sarpi, ma anchè l’università, e non vedo perchè dovrei vergognarmene. Solo che l’apoftegma incriminato era una citazione da ‘Eros e Priapo’ di Gadda, che si riferiva a Mussolini. Il mio presunto sfoggio era, dunque, talmente fuori dalla sua portata che nemmeno l’ha colto, limitandosi ad una ricerchina etimologica su internet, di cui sarebbe capace anche un samoiedo. Mi sa che al popolo i muri resteranno a lungo…

        1. Scritto da apoche!!!

          Mai scritto che ci si debba vergognare della propria cultura, solo da un suo eccessivo sfoggio, niente affatto presunto, che denota insieme insicurezza e disturbo narcisistico della personalità. Si faccia vedere da uno bravo, la sua personalità, caratterizzata da senso di superiorità, esigenza di ammirazione e mancanza di empatia è evidente e rischia di scadere nel ridicolo.

    3. Scritto da giggi

      misiani si indigna a senso unico, che è quello che fa (politico di destra a piacere) nel suo senso. però non è colpa solo dei politici, anche la gggente ci mette del suo. quello che addossa la responsabilità dei lager al vicino di casa, quell’altro che dà del nipote di pol pot ad un timido moderato del pd. cimmino, sappiamo che ha fatto le scuole alte!

  5. Scritto da mario59

    Qualcuno imbratta la fontana dedicata ad Antonio Locatelli e qualcun altro, imbratta l’entrata della sede dell’ANPI.
    Praticamente vandali da sinistra a destra…della serie la madre degli imbecilli è sempre incinta.
    Personalmente mi ritengo antifascista, e non mi fa piacere quanto accaduto, così come non provo alcuna ammirazione, nei confronti dell’aviatore Antonio Locatelli, ma non per questo, giustifico gli atti vandalici di qualche giorno fa.
    Che gentaglia che c’è in giro.

  6. Scritto da XXX

    PD Verdini e anPI,cosa hanno in comune?!

  7. Scritto da gravità

    Grave quanto l’insulto all’eroe Locatelli. Per quello il sinistro Misiani non ha proferito alcuna parola di biasimo

  8. Scritto da Luigi

    Se la sinistra fosse pro popolo, nessun imbecille scriverebbe insulti. Siccome la sinistra, che si accaparra la patente dei “buoni”, sta coi ricconi, evidentemente qualcuno se ne risente! Basta usare come paravento la Resistenza e i morti contro il fascismo: la sinistra di oggi è capitalista, bancaria, arraffona, border line tra onestà e disonestà pur di far profitto.

    1. Scritto da Peppino

      Gratificaci anche di una definizione della destra . Non lasciarci nell’ignoranza.

    2. Scritto da Daniele

      Sei fuori strada, come molti altri commentatori. Ad essere stata violata è la sede dell’ANPI, non del PD.

    3. Scritto da sinistra?????

      Non pensi che, dal momento che come giustamente affermi, essendo il PdR (non la sinistra) “capitalista, bancaria, arraffona, border line tra onestà e disonestà pur di far profitto” non c’entri nulla con la sinistra? Il PdR è la nuova balena bianca, non è di classe, demolisce l’art. 18, il diritto di sciopero, il diritto al lavoro e favorisce solo ed esclusivamente imprenditori e finanzieri. Lo spartiacque tra destra e sinistra sono gli interessi degli sfruttati o quelli degli sfruttatori.

    4. Scritto da giggi

      domenica scorsa salvini era con berlusconi a guardarsi il milan (che botta, ahah). così tanto per dire chi sta con i ricconi.

  9. Scritto da piero fogaroli

    Hanno messo la firma: non potevano sceglierne una migliore.
    Tutta la solidarietà possibile all’ANPI.

  10. Scritto da Kurz

    Per quasi 70 anni abbiamo avuto nel governo nazionale, e in quelli delle città, i sostenitori delle fantasmagoriche opere del Divino DUX, e non siamo ancora riusciti a togliere questa infezione. Molta gente ha ancora la mente offuscata e questi sono i risultati.

    1. Scritto da mente offuscata

      La mente offuscata ce l’avrai tu.
      Per me il ventennio fascista ha avuto i suoi pregi, tanto è vero che quasi tutti erano fascisti.
      Poi la guerra e l’alleanza con quel popolo con cui oggi siamo ancora finanziariamente alleati ha rovinato tutto.
      I quattro gatti poi scesi dalle montagne dopo l’arrivo degli anglo-americani lasciamoli perdere, come lasciamo perdere chi imbratta i muri

      1. Scritto da Daniele

        Guarda che quei quattro gatti li devi solo ringraziare, non ci fossero stati loro a dimostrare che in Italia non c’erano soltanto camicie nere il nostro paese avrebbe fatto la fine della Germania, e cioè sarebbe stato raso al suolo dai bombardamenti, e onestamente dubito che sarebbe stato ricostruito come lo fu la Germania di allora.

  11. Scritto da paolo

    Mi domando perchè il deputato Misiani non si indegna e allarma, in eugual misura, dei 30 ragazzi sbarcati a Torre Boldone x ‘regolare’ i conti. Forse compagni che sbagliano…?

    1. Scritto da brosio

      E per fortuna che c’erano 3/4 arditi vot a fermarli,senò chi lo sa come sarebbe finita…

      1. Scritto da luca

        Loro, nel loro piccolo, hanno tentato di fare qualcosa. Lei, invece, solo chiacchere da tastiera