BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Sentierone si colora d’Europa: i Mercatanti si fermano un giorno in più

Torna una delle manifestazioni più amate dai bergamaschi, quest'anno con la novità del giovedì: dall'8 all'11 ottobre spazio a 125 venditori ambulanti provenienti da 15 paesi europei e con l'eccezionale presenza del Brasile.

E’ uno degli appuntamenti più attesi dai bergamaschi, capace nel 2014 di richiamare nel centro cittadino qualcosa come 120 mila presenze: la quattordicesima edizione dei Mercatanti in Fiera è alle porte e quest’anno arriverà in formato extra-large.

I classici tre giorni diventano infatti quattro, con la grande novità del giovedì: dall’8 all’11 ottobre, dalle 9 a mezzanotte con chiusura alle 11 nella giornata finale, il Sentierone ospiterà circa 125 espositori, 55 italiani e 70 stranieri, provenienti da 16 paesi, 15 europei più l’eccezionale partecipazione del Brasile con la tipica "picanha". Non mancheranno i "must" della manifestazione, ovvero Spagna, Francia, Inghilterra, Germania, Austria, Olanda, Belgio, Irlanda e Grecia, ai quali si aggiunge il caviale della Russia e come al solito sarà rappresentata ogni singola regione italiana. Per tanti espositori che arriveranno a Bergamo, quasi altrettanti hanno dovuto rinunciare: circa un’ottantina le proposte che non hanno trovato spazio nell’edizione 2015. 

Nel panorama italiano gustose novità dall’Emilia Romagna, con lo gnocco fritto, e dalla Basilicata, con un’azienda agricola che porterà i propri formaggi: la manifestazione può fregiarsi del patrocinio di Expo, con il logo di Padiglione Italia a garantirne la qualità e la sintonia con i grandi temi alimentari della rassegna universale in corso a Milano. Provincia e Regione hanno concesso nuovamente il loro patrocinio, Camera di Commercio e Ubi Banca hanno confermato il loro prezioso sostegno.

Un appoggio importante arriva dalla Domus Bergamo che sarà teatro del taglio del nastro e per tutta la durata della manifestazione offrirà ai commercianti europei l’opportunità di pranzare e cenare a un prezzo speciale, con la possibilità per gli espositori di scoprire la bontà dei prodotti tipici e dei vini bergamaschi.

L’evento è imperdibile anche per gli amanti dello shopping di qualità: dai quattro angoli del Continente arriveranno sul Sentierone oggetti artigianali di pregio, realizzati rigorosamente a mano.

“I Mercatanti danno lustro al centro di Bergamo – spiega Giulio Zambelli, presidente di Anva Confesercenti – che per quattro giorni sarà più frequentato che mai. Un’occasione anche per i negozianti, visto il numero di visitatori in arrivo. E’ importante evidenziare che l’offerta dei venditori ambulanti non va a sovrapporsi a quella dei punti vendita del centro cittadino, semmai la affianca e la integra. Chi va per bancarelle entra anche nei negozi, e viceversa”.  

In occasione di Expo, i Mercatanti hanno deciso di ricordare l’evento con una speciale bottiglia celebrativa, con etichetta che ripoterà i loghi delle due manifestazioni. Un’iniziativa che avrà un risvolto benefico: il ricavato della vendita servirà a sostenere il progetto “Coro polifonico” promosso dall’associazione “Voce e persona”.

Dopo un anno di assenza e visto il successo che avevano riscosso alla loro prima partecipazione, tornano gli amici di Mulhouse, Comune gemellato con Bergamo: saranno presenti con un loro stand per offrire le loro specialità natalizie: biscotti speziati e vino caldo, ma coglieranno l’occasione anche per invitare i bergamaschi ai moltissimi eventi che organizzano durante le festività di Natale, infatti sarà presente a Mercatanti una delegazione del loro ufficio turismo con proposte studiate ad hoc per i cugini bergamaschi.

"Una manifestazione che quest’anno, con Expo, assume un significato particolare – commenta il sindaco di Bergamo Giorgio Gori – Un appuntamento che vogliamo rafforzare, come dimostra la presenza di più espositori e di una giornata in più: crediamo particolarmente nei Mercatanti che sono in grado di rivitalizzare il centro senza togliere nulla ma aggiungendo semmai opportunità". 

Per favorire una riuscita ancora migliore della manifestazione, Comune di Bergamo e Anva Confesercenti lavoreranno in questi ultimi giorni per la chiusura domenicale del centro. 

Nella serata di sabato, invece, saranno ospiti d’eccezione della nostra città il sindaco e una delegazione di Carloforte, cittadina sarda in provincia di Carbonia-Iglesias famosa per le sue tonnare: rimasti fuori dalla manifestazione ufficiale, saranno protagonisti di una cena di gemellaggio, ovviamente all’insegna del tonno. 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bergamasco

    Ma la Legge Regionale 2 febbraio 2010  n. 6, con le modifiche del 15 /9/2015, è rispettata?

  2. Scritto da mario vollaro

    Il Centro Piacentiniano lo rivalutiamo con queste sagre di strapaese?Ma mi facciano il piacere

    1. Scritto da Daniele

      Aspettavo con ansia l’arrivo degli scontenti di professione…
      Mercatanti si fa da 15/20 anni, e a me onestamente non dispiace.

  3. Scritto da anna

    bellissima manifestazione!!!