BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Famiglia verso lo sfratto, 6 bambini in strada? Presidio di Unione Inquilini

Martedì 6 ottobre potrebbe essere sgomberata dal proprio alloggio nel centro storico di Endine la famiglia di Mohamed e Hanani con i loro 6 figli, insieme alla nonna settantacinquenne e malata. L'Unione Inquilini ha convocato un presidio solidale davanti all’abitazione in Piazza Vittorio Veneto 3

Martedì 6 ottobre, potrebbe essere sgomberata dal proprio alloggio nel centro storico di Endine la famiglia di Mohamed e Hanani con i loro 6 figli, insieme alla nonna settantacinquenne e malata.

Alle 8 del mattino è previsto l’arrivo dell’ufficiale giudiziario per eseguire lo sfratto. Mohamed è stato licenziato lo scorso anno da un’impresa edile della Valcavallina, dove aveva lavorato per 12 anni. Un licenziamento ritenuto senza giusto motivo per il quale è ancora ancora in corso la causa.

Rimasto disoccupato e senza reddito, Mohamed non è stato più in grado di pagare l’affitto.

Domani ci sono 9 persone, di cui 6 bambini (la più grande ha 11 anni), che rischiano di trovarsi senza alloggio. A tutt’oggi da parte dei servizi sociali a cui Mohammed e la moglie Hanani si sono rivolti non è ancora giunta una risposta certa rispetto a un alloggio alternativo o a un impegno per la proroga dello sfratto.

"Ormai siamo all’ottavo anno della crisi economica – spiega Unione Inquilini – ma in tema di sfratti la situazione continua a essere esplosiva, senza che siano all’ordine del giorno della politica provvedimenti come la sospensione degli sfratti e il rilancio dell’edilizia sociale che il movimento per la casa e le organizzazioni sindacali hanno richiesto da tempo".

Anche nella Valcavallina, il numero degli sfratti per morosità incolpevole non accenna a diminuire. I bambini – in questo caso ben sei – sono coloro che vivono l’esperienza dello sfratto in modo particolarmente drammatico.

In assenza di certezze sul destino della famiglia, l’Unione Inquilini ha convocato un presidio solidale per domani, martedì 6 ottobre, dalle ore 8 davanti all’abitazione di Hanani e Mohamed in Piazza Vittorio Veneto 3 a Endine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alegher

    e più si va avanti e più si va indietro . . . viva la globalizzazione.

  2. Scritto da Lapalisse

    Quindi cosa propone l’Unione Inquilini? Casa gratis e assistenza pubblica senza fine alla famiglia del povero Mohamed? E a carico di chi? Chissà come saranno contenti ad Endine, Comune e proprietario della casa, con a carico le ben note tasse patrimoniali…

  3. Scritto da luigi

    siamo troppo differenti…6 figli solo un reddito per di più in affitto…irresponsabile…benvenuto in occidente

  4. Scritto da il polemico

    e mezza politica che fa?’da un aiuto ben retribuito agli illegali che arrivano da fuori,quelli che vivono gia su territorio italiano devono arrangiarsi….

  5. Scritto da mario vollaro

    Perchè Renzi nn lo dice a Mohamed e alla sua famiglia che la crisi è finita,l’italia è ripartita il Jobs Act è la panacea di tutti i mali?

  6. Scritto da lotty

    I comuni fanno pagare IMU e TASI ai proprietari anche quando non viene pagato l’affitto per mesi e mesi. Forse se scontassero un po’ di tasse, gli sfratti sarebbero di meno.