BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo: vendeva auto online e spariva con la caparra Preso truffatore seriale

Ai domiciliari un 50enne di Bergamo che tramite due note piattaforme di compravendita online truffava ignari clienti interessati alle vetture da lui pubblicizzate: una volta incassata la caparre l'uomo faceva perdere le proprie tracce.

Più informazioni su

Sfruttava le potenzialità di due note piattaforme di compravendita online per truffare ignari clienti, sicuri di essere ad un passo dall’auto di cui avevano bisogno e rimasti invece con un pugno di mosche e il portafoglio più leggero: un 50enne bergamasco residente in città, M.U., è stato fermato dai carabinieri di Bergamo che hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Bergamo su richiesta della procura della Repubblica. 

L’indagine nei confronti del truffatore seriale è scattata nel mese di maggio quando, a seguito di numerose segnalazione e denunce, i carabinieri della compagnia di Bergamo si sono messi sulle sue tracce. 

Il meccanismo che aveva messo a punto era ben collaudato ed è andato a buon fine in almeno sei casi già accertati dai militari dell’Arma: l’uomo sfruttava i siti subito.it e autoscout.it, pubblicando foto particolarmente accattivanti di autovetture utilitarie, presumibilmente relative ad altri veicoli dello stesso tipo, per incassare la caparra che gli utenti versano come primo acconto per aggiudicarsi l’articolo. 

Complessivamente gli ignari utenti che hanno denunciate le truffe, da Udine, Cerignola (Fg), Soave (Vr), Beinasco (To), Sansepolcro (Ar) e Montemesola (Ta), hanno versato nelle sue casse 2.200 euro con caparre da 200 o 300 euro: le auto non sono mai state consegnate agli acquirenti o sono risultate, a seguito delle indagini, di modesto valore economico. 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da francesco

    ed ecco che i soliti sinistroidi che più in basso del livello a cui sono non possono scendere iniziano a scavare, ed ecco che una notizia di cronaca che proprio non ha nulla a che fare con la politica di colpo la riguarda. questo dimostra il livello cerebrale del votante medio di sinistra(che oltretutto si inventa nomi di fantasia perchè non ha nemmeno la dignità di metterci la faccia con il primo nome,neh leonard?).

    1. Scritto da Giggi

      Mamma mia, in che labirinti mentali si perde

  2. Scritto da Luigi

    Tornatene al tuo paese!… ah no…

  3. Scritto da alberto

    I soliti leghisti non hanno nulla da scrivere essendo il truffatore bergamasco ?

    1. Scritto da Leonard Hofstadter

      ma figurati. vedrai che in qualche modo riusciranno a sostenere che è colpa di renzi, di gori o dei radical chic di sinistra…

      1. Scritto da ciao

        Sono i numeri ed i dati che dicono che gli immigrati delinquono molto piu’ dei bergamaschi. Questo non vuol dire che tutti gli immigrati delinquono e che tutti i bergamschi sono santi. Di sicuro la depenalizzazioni di molti reati fatta da questo governo e la non certezza della pena incentiva a delinquere,bergamaschi e non.