BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ance, torna il premio Colleoni per laureati con tesi “Sicurezza sul lavoro”

Nato dalla collaborazione tra la famiglia Colleoni e Ance Bergamo, il premio, in memoria dell'ex presidente, è entrato a far parte degli appuntamenti annuali patrimonio dell’Associazione: la cerimonia di consegna avviene infatti nella cornice delle premiazioni delle Borse di Studio che si tiene ogni anno presso la Scuola Edile a novembre.

Più informazioni su

Riparte il premio “Giuseppe Colleoni” dedicato all’ex presidente di Ance Bergamo.

Giunto alla sua quinta edizione, premierà anche quest’anno il laureato che avrà trattato in modo innovativo ed originale il tema della “Sicurezza sul lavoro” nell’ambito della sua tesi. Per partecipare al bando, che mette in palio 1.500 euro per il vincitore, c’è tempo fino al 23 ottobre.

Nato dalla collaborazione tra la famiglia Colleoni e Ance Bergamo, il premio è entrato a far parte degli appuntamenti annuali patrimonio dell’Associazione: la cerimonia di consegna avviene infatti nella cornice delle premiazioni delle Borse di Studio che si tiene ogni anno presso la Scuola Edile a novembre.

"Per chi non ha conosciuto Giuseppe Colleoni è giusto ricordare che egli è stato un esempio di correttezza e integrità morale, oltre che un apprezzato imprenditore. L’affetto che ci lega a lui in quanto collega e amico si rinnova di anno in anno con questa iniziativa che siamo sicuri lui avrebbe apprezzato in quanto estimatore delle nuove generazioni: tra i tanti impegni di cui siamo testimoni, Giuseppe Colleoni va altresì ricordato che ha avuto un ruolo decisivo nella fondazione del Gruppo Giovani Imprenditori di Ance Bergamo. Ringraziamo pertanto la sua famiglia per aver promosso e ideato questo premio che ci stimola a mantenere costante il rapporto con le Università e con i professionisti di domani" ha dichiarato Ottorino Bettineschi, presidente di Ance Bergamo.

Al premio possono partecipare tutti i laureati che abbiano conseguito la laurea o terminato un Master nel periodo 1 agosto 2014 – 31 luglio 2015 in qualsiasi disciplina presso l’Università degli Studi di Bergamo o presso altri atenei, in questo caso purchè nati o residenti in Provincia di Bergamo.

Per tutte le informazioni relative al bando basta collegarsi al sito di Ance Bergamo: http://www.ancebergamo.it/documenti/Concorso2015.pdf oppure chiamare il numero 035/242674.

Negli anni diverse tesi hanno concorso all’assegnazione del premio e diverse sono state le Facoltà di origine delle stesse: questo a dimostrazione che l’argomento “Sicurezza sul lavoro” oltre ad essere trasversale a tutti i settori merceologici, riscuote anche l’interesse dei giovani come argomento di tesi e possibile sbocco professionale. Ne era convinto lo stesso Giuseppe Colleoni che oltre ad essere stato un pilastro per l’Associazione dei costruttori in qualità di presidente di Ance Bergamo e Ance Lombardia e vicepresidente nazionale, aveva fondato nel 2007 e presieduto l’Agenzia Nazionale per la Cultura della Sicurezza nell’Edilizia.

I vincitori delle edizioni precedenti sono stati:

 Edizione 2011: Valentina Cajo con la tesi “Di chi è la colpa? Un’indagine sulle cause degli infortuni in edilizia”. Facoltà: Sociologia (Università degli studi di Milano-Bicocca)

 Edizione 2012: Annalisa Sala con la tesi “La tutela penale della sicurezza sul lavoro nel d.lgs. 81/2008: analisi degli aspetti fondamentali della materia”. Facolta’: Giurisprudenza (Università degli Studi di Bergamo)

 Edizione 2013: Valeria Novali con la tesi “Salute e Sicurezza: come valutare la qualità del formatore”. Facoltà: Scienze della Formazione (Università degli Studi di Bergamo)

 Edizione 2014: Stefano Zucchelli, con la tesi “Costi e benefici degli investimenti in sicurezza sul lavoro: analisi della letteratura e casi studio”. Facoltà: Scienze Aziendali, Economiche e Metodi Quantitativi (Università degli Studi di Bergamo)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.