BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stasera Fiorentina-Atalanta Il Franchi è tabù: tridente argentino per infrangerlo

Denis, Moralez e Gomez: sarà compito loro scardinare la retroguardia viola e mettere fine a un digiuno in terra toscana che dura da quasi 33 anni. Occhio però all'ispiratissimo attacco della Fiorentina che ha segnato 8 gol nelle ultime due apparizioni ufficiali.

Più informazioni su

A loro modo, anche se in misura diversa, i successi contro Sampdoria e Inter sono stati esaltanti per entrambe: l’Atalanta contro i blucerchiati ha confermato di essere una squadra in salute penalizzata in questo avvio di stagione solamente da tre passaggi a vuoto fatali nei finali di partita, la Fiorentina contro i nerazzurri milanesi ha dato una prova di forza forse inaspettata ma che l’ha proiettata in vetta alla classifica.

Ecco perchè parlare di big match non pare un azzardo e l’orario notturno, fischio d’inizio al Franchi alle 20.45 di domenica, rende tutto ancor più suggestivo: 15 i punti dei viola contro gli undici della squadra di Reja che, dopa la sconfitta-beffa di San Siro all’esordio, ha messo in fila 5 risultati utili consecutivi.

Per mantenere aperta la striscia vincente servirà alzare ulteriormente l’asticella rispetto all’ultima uscita contro la Sampdoria: la Fiorentina sta vivendo un momento magico dove sembra riuscirle tutto e a suon di goleade. Dopo il 4-1 in casa dell’Inter e il 4-0 di giovedì in Portogallo col Belenenses, la speranza è che gli attaccanti di Paulo Sousa abbiano un po’ esaurito le cartucce.

Il Franchi è storicamente campo tabù per l’Atalanta che in 52 precedenti ha vinto solo 7 volte, l’ultima delle quali nella stagione ’92-’93 quando a decidere una partita che valeva ancora due punti fu un gol di Carlo Perrone: 34 successi viola e undici pareggi chiudono il bilancio in terra toscana.

Per infrangere il tabù Reja si affiderà a German Denis che ha ritrovato la via della rete contro la Sampdoria: il Tanque sarà al centro dell’attacco al posto dell’infortunato Pinilla, alle prese con una distrazione da cicatrice su una lesione precedente. Potrebbe essere questo l’unico cambio in casa nerazzurra anche se i recuperati Masiello e Carmona contendono una maglia da titolare a Bellini e Grassi, fresco di rinnovo fino al 2020.

Confermata al centro della difesa la coppia Paletta-Toloi, con Dramè largo a sinistra: altra panchina in vista per Luca Cigarini che difficilmente riuscirà a mandare in panchina uno tra Kurtic e De Roon. Davanti, pronti a scardinare la difesa viola, Gomez e Moralez saranno a supporto di Denis.

In casa Fiorentina il ravvicinato impegno di Europa League potrebbe cambiare ulteriormente i piani di Sousa, che è già solito ruotare spesso i suoi uomini: dovrebbero tornare dal 1′ Tatarusanu tra i pali, Roncaglia e Gonzalo Rodriguez in difesa, Badelj a centrocampo, Ilicic e Borja Valero a supporto dell’unica punta Kalinic.

Fiorentina-Atalanta (domenica 4 ottobre, ore 20.45)

Probabili formazioni

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, G. Rodriguez, Astori; Blaszczykowski, Vecino, Badelj, Alonso; Borja Valero, Ilicic; Kalinic. All. Sousa

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Masiello, Paletta, Toloi, Dramè; Grassi, De Roon, Kurtic; Moralez, Gomez, Denis. All. Reja

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Fiorentina stanca se l’Atalanta corre.