BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Creattiva, BgScienza, feste universitarie… è weekend in città

Si apre un weekend ricco di opportunità per divertirsi, stare insieme e rilassarsi, ma anche per coltivare le proprie passioni. In città vengono proposte iniziative per ogni gusto, capaci di accontentare grandi e piccini, giovani e famiglie. Ecco la panoramica degli eventi a Bergamo sabato 3 e domenica 4 ottobre.

Si apre un weekend ricco di opportunità per divertirsi, stare insieme e rilassarsi, ma anche per coltivare le proprie passioni. In città e provincia vengono proposte iniziative per ogni gusto, capaci di accontentare grandi e piccini, giovani e famiglie. Per chi vuole trascorrere del tempo in compagnia e relax, non mancano occasioni aggregative, come feste, che possono contare anche su spazi coperti in modo da non risentire di eventuale maltempo. Sono così tante e variegate le iniziative che abbiamo deciso di suddividerle: in questo articolo gli eventi di Bergamo città, in un altro (qui), quelle della provincia.

Oltre all’arte della buona tavola e dello stare insieme, non mancano proposte per coltivare l’arte coniugata al sapere e alla conoscenza, con il calendario di incontri, conferenze e attività di "BergamoScienza", che quest’anno è giunto alla 13esima edizione. È possibile visualizzare il calendario completo e dettagliato di tutti gli eventi, con le indicazioni su come prenotarsi al link www.bergamoscienza.it/ita/Default.aspx?SEZ=5&PAG=18&MOD=CAL2012

Ma arte è anche creatività, ingegno e manualità: in questo caso l’appuntamento è con la sessione autunnale di "Creattiva" alla fiera di Bergamo. Non è una semplice vetrina dove esporre, vendere e comprare i prodotti, manufatti e creazioni, è senza dubbio il luogo per eccellenza di coinvolgimento dei visitatori, chiamati ad una partecipazione attiva e diretta con le aziende che producono e distribuiscono materiali, una fiera in cui vengono diffuse conoscenze ed esperienze dedicate a questo mondo sempre in fermento.

Non mancano, infine, manifestazioni e dimostrazioni sportive, come il festival “In Necessità Virtù”, sabato 3 ottobre dalle 16 sul Sentierone, davanti a Palazzo Frizzoni. Viene proposta una performance artistica che vedrà coinvolti gli atleti di Praesidium Parkour Project, le persone con disabilità, ma anche tutti i cittadini interessati. L’obiettivo è quello di spiegare, in occasione della Giornata nazionale, che le barriere architettoniche riguardano tutti e per superarle è necessario l’impegno di tutti. Il luogo, davanti al Comune di Bergamo, e la data dell’evento non sono stati scelti a caso: a partire dal 2003, infatti, è stata istituita dal Governo la “Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche” che si tiene la prima domenica di ottobre di ogni anno.

Per concludere, da annotare mostre ed esposizione, visite guidate e aperture speciali di musei con percorsi e itinerari ad-hoc.

Ecco la panoramica degli eventi a Bergamo città sabato 3 e domenica 4 ottobre.

BERGAMO SABATO 3 OTTOBRE

– Sino a domenica 4 ottobre al polo fieristico di Bergamo c’è "Creattiva", manifestazione dedicata al mondo delle arti manuali, dell’Hobbistica e del Bricolage. È aperta dalle 9.30 alle 19 e il costo del biglietto è di 9 euro, mentre il ticket del parcheggio di 3 euro. La fiera è in via Lunga. Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.fieracreattiva.it, chiamare il numero 035.3230918, spedire un fax allo 035.3230996 oppure inviare un’e-mail: creattiva@promoberg.it.

– Sabato 3 e domenica 4 ottobre all’ex carcere di Sant’Agata, in vicolo Sant’Agata, di Bergamo Alta, il Teatro tascabile di Bergamo in collaborazione con contemporary locus partecipa a "Ora d’aria", iniziativa culturale promossa da associazione Zenith e Maite, incentrata sulla valorizzazione dell’Ex-Carcere di Sant’Agata. Prosegue per l`occasione la condivisione ideativa, progettuale e di complicità sinergica tra contemporary locus e Teatro Tascabile. Durante le visite guidate al carcere di Sant’Agata, Contemporary locus chiama l’artista Berna Reale per la proiezione del suo video "Americano" girato in un carcere brasiliano (opera esposta alla 56. Biennale d’Arte di Venezia). In dialogo con le suggestioni create dagli spazi dell’ex Carcere di Sant’Agata e il video di Berna Reale, il Tascabile improvviserà brevi e inaspettate azioni teatrali. Il progetto è visibile solo durante le visite guidate a cura di "Ora d’Aria" nei seguenti giorni e orari: sabato 3 e domenica 4 ottobre alle 9, alle 11 e alle 15. Per informazioni e prenotazioni:  331.7558381, excarceresantagata@gmail.com.

– Sino a domenica 18 ottobre, dalle 9.30 alle 17.30 al Red Temporary Lab – Ex Ciao è allestito il percorso "Quanto fa cibo + cuore", dedicato a salute e alimentazione. È possibile consultare il programma completo al link www.bergamoscienza.it/ita/Default.aspx?SEZ=5&PAG=18&MOD=CAL2012&FILTER=tpo,M&ANN=2015&CU RDATE=20151003&TODATE=20151004&EVE=1477

– Sino a domenica 18 ottobre, dalle 10 alle 19 all’accademia Carrara di belle arti di Bergamo: "Cinque restauri guida in accademia Carrara". Cinque filmati sui restauri più significativi realizzati in Accademia Carrara per la riapertura. Sono stati scelti i dipinti di: Carlo Crivelli, Raffaello, Altobello Melone, un ignoto Maestro caraveggesco veronese, Gian Battista Tiepolo. Ciascun filmato segue le fasi principali del lavoro, dalle analisi preliminari, ai saggi di pulitura, alla soluzione dei principali problemi, fino alla conclusione del lavoro. Le spiegazioni sono affidate alle restauratrici che hanno eseguito gli interventi. Una occasione per vedere il racconto nei particolari di come si svolge il complicato e delicatissimo lavoro che poi offre il risultato dei capolavori che si vedono nelle sale. L’iniziativa, promossa dall’accademia Carrara in collaborazione con Fabio Fassini, rientra tra le proposte della nuova edizione di BergamoScienza.

– Dalle 11.30 alle 13 al teatro Sociale si tiene la conferenza "Io so che tu sai che io so: il cervello sociale e la psicopatologia". La metafora ‘cervello sociale’ suggerisce che l’evoluzione, attraverso la selezione naturale, ha selezionato per la capacità di riconoscimento, di elaborazione e di calcolo degli stimoli sociali, per massimizzare la possibilità di sopravvivenza e riproduttiva di un individuo. Questa presentazione vuole disegnare un arco dalle neuroscienze della cognizione sociale fino alla terapia. L’incontro rientra tra le proposte di BergamoScienza. Interviene Martin Brüne (Lwl – University-Hospital, Ruhr-University Cochum, Germania) e introduce Roberto cavallaro (Irccs Universitario Ospedale San Raffaele di Milano).

– Alle 11 e alle 17.30 alla Domus Bergamo di piazza Dante torna il doppio appuntamento del sabato con gli show cooking promossi da Kenwood. A esibirsi ai fornelli sarà, questa volta, l’insegnante Aici Eleonora Caprio che per l’occasione proporrà il menu Veg&Veg. Da sempre appassionata di cucina, dinamica e attenta all’evoluzione del gusto, Eleonora gestisce una piccola scuola di cucina amatoriale (www.gusti- tuscia.it) in cui presenta piatti della sua terra natia, la Tuscia viterbese, affiancati da ispirazioni piemontesi, regione in cui risiede da tempo. Il tutto, condito dalla grande passione per lieviti, farine e cibi vegani. In Domus, infatti, preparerà, con l’ausilio di alcuni strumenti Kenwood che rendono le preparazioni più semplici e veloci – come il Cooking Chef e il Food Processor – lo sformato di patate con salsa alla mela e curry, la vellutata di zucca al cocco e porcini e una mini quiche con carote e gorgonzola.

– Dalle 12 alle 13.30 allo spazio "ParolaImmagine" della Gamec – Galleria d’arte moderna e contemporanea di Bergamo si tiene la conferenza "Meru art science award, III edizione – Sarah Sparkes: time you need". Il progetto, nato da una collaborazione tra la Gamec, la fondazione Meru/Medolago-Ruggeri per la ricerca biomedicae l’Associazione BergamoScienza, sottolinea il legame tra arte e scienza, premiando e sostenendo il lavoro di un artista che elabori una riflessione sul rapporto tra le due discipline. L’opera video "Time You Need" di Sarah Sparkes esplora le possibilità per la coscienza di poter viaggiare nel tempo entro i limiti materiali posti dal corpo umano. L’opera entrerà a far parte della Collezione Permanente della Gamec e degli archivi della Fondazione Meru e dell’Associazione BergamoScienza.

– Dalle 14 alle 15 e dalle 15 alle 16 a Porta sant’Agostino si tiene il laboratorio "Enigma. Esploriamo l’impensabile". Ogni giorno nuovi consumatori sempre più esigenti mettono alla prova i grandi designer nei diversi ambiti dei processi creativi. Solo chi è in grado di scrutare al di là del semplice oggetto può donargli una nuova luce che lo renda appetibile al grande pubblico. Il percorso si propone come un’opportunità per scoprire le proprie potenzialità creative nascoste. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 17 ai 18 anni.

– Dalle 14 alle 15.30 e dalle 15.30 alle 17 al convento San Francesco si tiene "Mangia che ti mangio". Una “caccia al bruco”, all’interno di diversi ecosistemi, per riflettere sul delicato equilibrio tra preda e predatore. Attraverso giochi e immagini vedrete, da una lato, gli adattamenti per la caccia che si sono evoluti nei predatori e, dall’altro, i sistemi difensivi delle prede: il camaleonte, la cavalletta e l’insetto stecco ci aiuteranno a capire i vari tipi di mimetismo, meccanismo per cui gli organismi assumono un aspetto che li aiuta a nascondersi nell’ambiente circostante, non solo attraverso i colori, ma anche nella forma in cui si presentano. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai bambini dai 5 ai 9 anni.

– Dalle 14 alle 16 e dalle 16 alle 18, all’istituto "Leonardo da Vinci si tiene il laboratorio "DNAtura". Osservare, toccare e annusare la Natura, per capire analogie e differenze del mondo che ci circonda: il percorso accompagna i partecipanti nell’osservazione e nella “manipolazione” dei fenomeni legati alla genetica. Gli studenti dell’istituto accompagneranno nell’orto, raccontandovi le tecniche e le cure che hanno adottato. Alla visita faranno seguito alcune esperienze laboratoriali dove, attraverso l’estrazione di pigmenti e del Dna, cercheremo di capire cosa sta alla base della peculiarità di ogni specie. Effettueremo inoltre analisi chimico-fisiche del terreno per comprendere gli aspetti legati alla territorialità, con particolare riferimento alla coltivazione del mais spinato di Gandino. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 14 alle 16 e dalle 16 alle 18, all’istituto Leonardo da Vinci si tiene "Ottica-mente". I ragazzi del corso di ottica hanno allestito, con la supervisione dei loro insegnanti, un laboratorio interattivo sull’ottica e i suoi principali fenomeni. Dopo una spiegazione sul percorso della mostra e i vari esperimenti, si procederà alla visita della mostra e delle varie esperienze. Al centro dell’attenzione ci sono i principali fenomeni di ottica geometrica come la riflessione, la rifrazione, la riflessione totale e le leggi sulle lenti sottili e di colorimetria, interferenza, diffrazione della luce fino ad arrivare alle più moderne fibre ottiche. Infine i ragazzi di quarta e quinta con la supervisione dei docenti di optometria eseguiranno ai visitatori un visita optometrica e mostreranno come si realizza un occhiale da vista. L’iniziativa si tiene tra le proposte di BergamoScienza ed è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 14 alle 16 e dalle 16 alle 18, all’istituto Leonardo da Vinci si tiene "Robot-land". Un’opportunità per cimentarsi nella programmazione di un robot sfruttando il software Lego Education. Osservate robot assemblati secondo differenti configurazioni che si muovono e compiono azioni nell’ambiente in cui si trovano, in base agli stimoli ricevuti dai sensori di cui sono provvisti. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 14 alle 16 al liceo scientifico Mascheroni: "Arte, scienza e tecnologia – Light (light interaction games high tecnology)", laboratorio incentrato su alcuni esperimenti storici, come la misura della velocità della luce, l’effetto fotoelettrico e l’analisi spettroscopica degli idrogenoidi, ed esperimenti moderni, come l’accensione di una matrice di led, la trasmissione del segnale attraverso laser e fibre ottiche o il riconoscimento di colori attraverso webcam, che vogliono far conoscere alcune nuove scoperte sulla luce dal 1865 in poi, alternati con l’analisi di opere coeve che testimoniano la ricerca di un nuovo ruolo della luce nell’arte. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 15 anni in su.

– Sabato 3 ottobre dalle 14.30 alle 18.30 e domenica 4 ottobre dalle 10 alle 18 sul Sentierone BergamoScienza propone "La scuola in piazza". Il primo weekend del festival è dedicato alle Scuole di BergamoScienza. Exhibit, esperimenti scientifici e attività interattive, per scoprire quanto è interessante e stimolante fare scienza a scuola. 28 Istituti Scolastici proporranno degli esperimenti scientifici con i quali fare interagire i visitatori. Le attività saranno coinvolgenti e veloci per permettere a molti di partecipare. 

– Dalle 14.30 alle 15.05 al Club ricreativo Pignolo Onlus: "Il viaggio del globulo rosso in 4D", proposta per avvicinarsi al mondo della medicina e, in particolare, ad uno dei suoi temi più caldi: la circolazione e la sua stretta relazione con la nutrizione. Si potrà seguire il tragitto compiuto, in ogni momento, dal globulo rosso, in 4D, ponendosi nel cuore di una gigante arteria tridimensionale. Si potrà così visualizzare il sistema del vaso arterioso in tutte le sue forme e manifestazioni. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 6 ai 14 anni ed è organizzata dal collettivo Zorba in collaborazione con il club ricreativo di Pignolo Onlus.

– Dalle 14.30 alle 15, dalle 15.15 alle 15.45, dalle 16 alle 16.30 e dalle 16.45 alle 17.15 all’Urban Center di Bergamo viene proposto il laboratorio "A piedi nudi su Marte: realtà virtuale e planetologia". In attesa di inviare esseri umani sulla superficie di Marte, la realtà virtuale ci permette di camminare "A piedi nudi su Marte".  Il laboratorio propone un "viaggio" sul pianeta Marte attraverso un’esperienza 3D con immagini planetarie in alta definizione, per sperimentare contemporaneamente le tante possibilità della realtà virtuale e la conoscenza geomorfologica di un pianeta. I visitatori saranno accompagnati prima, attraverso una mappa globale dell’area sorvolata, alla conoscenza del sistema planetario di riferimento e poi, dopo aver indossato gli occhiali/casco, si potrà volare virtualmente su un percorso predefinito ma con la possibilità di variare il proprio volo, fermandosi su un punto, scendendo o alzandosi liberamente. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dagli 8 anni in su.

– Dalle 14.30 alle 16.30 all’istituto Fantoni si tiene il laboratorio "Calore – Il caldo, che fa?". Perché un tappeto sembra più caldo del pavimento? Cos’ha di magico il liquido nel termometro? È utile mettere in acqua calda il coperchio di un barattolo che non riusciamo a svitare? Perché ci strofiniamo le mani per scaldarle? Un filo metallico può diventare incandescente al passaggio della corrente? Quali effetti ha un cambiamento di temperatura sulle reazioni chimiche? Il laboratorio si propone di rispondere a queste domande, alla scoperta dei fenomeni legati agli scambi di calore. Per chi lo desiderasse poi, scolaresche o gruppi, le guide dell’istituto terranno visite attraverso le bellezze di Clusone, con la sua famosa ‘Danza macabra’ e l’orologio planetario del Fanzago, previo accordo telefonico al numero 0346/21033. L’iniziativa rientra tra le proposte di BergamoScienza ed è dedicata a un pubblico dai 10 anni in su.

– Dalle 15 alle 16.30 all’auditorium di piazza Libertà a Bergamo si tiene "Sale in scena – Iodio, sodio, tiroide e cuore danno spettacolo". Quanta storia, quanta ricchezza, quanta salute c’è in un granello di sale? Poca, vien da dire, vista la dimensione. Invece – è incredibile! – ma il “cloruro di sodio” appartiene alla vita dell’uomo fin dall’antichità e contiene virtù indispensabili per l’equilibrio di funzioni fondamentali del nostro organismo. E Clinica Castelli lo dimostra uscendo dai laboratori, abbandonando tecnologici microscopi, ma mettendo in scena una “sana” pièce teatrale. Dopo lo spettacolo, seguirà un breve dibattito. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 7 ai 15 anni. L’esibizione è promossa dalla clinica "Castelli" in collaborazione con "InItinere Residenza Teatrale".

– Dalle 15 alle 16 al Palazzo della Ragione si tiene "Non rompere", laboratorio finalizzato a progettare protezioni per il traspsporto di oggetti fragili come un uovo. L’iniziativa, promossa da BergamoScienza, è dedicata a un pubblico dai 10 anni in su.

– Dalle 15 alle 16.30 e dalle 16.30 alle 18 alla sala Manzù di Bergamo si tiene "L’ordine del caos". Un percorso alla scoperta dell’"effetto farfalla", per il quale si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo. Ma di cosa si tratta? È davvero impossibile prevedere il comportamento di alcuni sistemi che sembrano imprevedibili come condizioni meteorologiche e i terremoti? Queste e altre domande troveranno risposta attraverso la matematica del caos. In un percorso fatto di pendoli multipli, attrattori strani, oggetti frattali, verranno definiti alcuni sistemi dinamici caotici. Ci si addentrerà in modelli matematici che, seppur semplici, sono in grado di generare andamenti estremamente complessi, tanto da risultare quasi indistinguibili da processi aleatori. Dall’altra parte, come è possibile ottenere strutture ordinate a partire da condizioni aleatorie? Nel laboratorio si forniranno, attraverso simulazioni al computer, i primi strumenti per affrontare una nuova matematica. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 14 anni in su.

– Dalle 16 alle 18.30 alla Domus Bergamo di piazza Dante torna "La Gioiosa", spazio interamente dedicato ai bambini (0-6 anni), con giochi e laboratori dedicati a Expo 2015.

– A partire dalle 16 sul Sentierone, davanti a Palazzo Frizzoni si tiene il festival “In Necessità Virtù”, promosso dal comitato provinciale per l’abolizione delle barriere architettoniche e dal Festival “In Necessità Virtù”, in collaborazione con l’associazione Praesidium Parkour Project. Viene proposta una vera e propria performance artistica che vedrà coinvolti gli atleti di Praesidium Parkour Project, le persone con disabilità, ma anche tutti i cittadini interessati. L’obiettivo è quello di spiegare, in occasione della Giornata nazionale, che le barriere architettoniche riguardano tutti e per superarle è necessario l’impegno di tutti. Il luogo, davanti al Comune di Bergamo, e la data dell’evento non sono stati scelti a caso: a partire dal 2003, infatti, è stata istituita dal Governo la “Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche” che si tiene la prima domenica di ottobre di ogni anno.

– Alle 16, alla Casa natale di Gaetano Donizetti si rinnova l’appuntamento con "A casa di Gaetano", rassegna di musica da camera pensata ed eseguita dagli allievi del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo.

– Sino a sabato 3 ottobre dalle 17 alle 21 si rinnova l’appuntamento con "Studi aperti 2015". Nell’occasione, è possibile visitare il laboratorio Claylab. L’iniziativa è promossa in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Bergamo ed è un’opportunità per ricevere informazioni sui workshop previsti nell’arco dell’anno. Oltre alla normale produzione, vengono esposti anche gli ultimi lavori prodotti, e Luca si potranno ricevere informazioni relative alla lavorazione della ceramica. Sabato 3 ottobre è previsto un piccolo rinfresco con l’intervento musicale del BTrio con: Beatrice Bianca Calini (violino I), Elena Bonandrini (Violino II) e Benedetta Giolo (Violoncello), che eseguiranno un repertorio di musica barocca, Mozart, Haydn e Vivaldi.

– Sino a domenica 18 ottobre al museo di scienze naturali in piazza Cittadella in Città Alta viene allestita la mostra con visita libera per le scuole e i privati da lunedì a venerdì e visita guidata per privati sabato e domenica "La didattica scientifica dell’Ottocento: un patrimonio ritrovato". Come si è formata la cultura scientifica nelle menti di coloro che ci hanno preceduto? In che modo le Scienze sono entrate a fare parte del bagaglio culturale dei nostri antenati? La presenza di una ricca collezione di strumenti didattici di fisica provenienti dalla più antica scuola della città e oggetto di un recente lavoro di approfondimento e restauro, fornisce risposte alle domande formulate. Già nel Settecento si era diffusa la convinzione che la comprensione dei fenomeni naturali dovesse passare attraverso l’esperienza diretta, cioè attraverso i sensi: la vista soprattutto, ma anche il tatto e l’udito. Gli allievi delle scuole ottocentesche non dovevano soltanto studiare sui libri i concetti teorici ma dovevano imparare attraverso l’esperienza. Furono così costruiti per la didattica, da valenti artigiani e con materiali pregiati, strumenti che, riproducendo i fenomeni naturali, ne rendevano evidenti le leggi. L’iniziativa rientra tra le proposte che il museo di scienze naturali organizza in occasione di BergamoScienza. Il museo durante BergamoScienza avrà ingresso gratuito e sarà aperto tutti i giorni compresi i lunedì 5 e 12 ottobre 2015. Gi orari di apertura sono dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30; sabato e domenica dalle 9 alle 18. Tutte le proposte sono gratuite e richiedono una prenotazione obbligatoria on line utilizzando le procedure “Prenotazioni privati” e Prenotazioni scuole” direttamente dal sito di BergamoScienza al link http://www.bergamoscienza.it/ITA/Homepage.aspx

– Sabato 3 e domenica 4 ottobre al quartiere di Conca Fiorita proseguono le feste patronali in onore di santa Teresa di Lisieux. Sabato 3 ottobre, giornata mariana, il programma prevede: alle 14 pellegrinaggio al santuario di Gorle e alle 18 messa con don Cristiano Re; alle 19 cena, ruota della fortuna e a seguire spettacolo del mago Giosuè per i bambini. Domenica 4 ottobre, giornata della comunità che cammina: alle 8.30 e alle 10.30 la celebrazione della messa; alle 12 pranzo e tombolata; alle 18 viene celebrata la messa, presieduta dal vescovo missionario monsignor Serafino Spreafico con sacerdoti oriundi e animata dal coro Emmanuel di Pedrengo; a seguire processione per le vie Pinetti, Crescenzi, Pescaria, Angelini, Conca Fiorita e Crescenzi, accompagnata dalla banda di Cornale; dalle 19.30 cena, ruota della fortuna e musica con Deejay Franco. La chiesa di santa Teresa di Lisieux è a Bergamo in via Crescenzi, 65/I.

– Alle 20 e alle 21.30 al museo Donizettiano si replica "Donizetti Alive", opera diffusa negli spazi poco conosciuti della Domus Magna e del riaperto Museo Donizettiano firmata da Julio García-Clavijo, Luigi Di Gangi, Ugo Giacomazzi e con la musica di Pasquale Corrado. Un viaggio nella mente del compositore, nei suoi ricordi, nelle allucinazioni degli ultimi istanti della sua vita, in cui realtà e ricordi si confondono. Quindici scene che raffigurano la pazzia degli ultimi suoi giorni e che convivono contemporaneamente nelle stanze della Domus Magna, già sede storica della Misericordia Maggiore – ente caritatevole fondamentale per la formazione dello stesso Donizetti – e poi Pia Scuola di Musica e Conservatorio. Sarà il pubblico a costruire il proprio percorso, muovendosi liberamente nei magnifici spazi dell’edificio, guidato da suoni, parole, immagini. "Donizetti Alive" è quindi un’opera "libera" e "destrutturata", pensata senza l’intento di un percorso temporale per raccontare speranze, successi e fallimenti, passioni e distorsioni della vita di Gaetano Donizetti. Il cast di “Donizetti Alive” comprende i cantanti Francesca Pacileo, Alessandro Ravasio e Maurizio Leoni, quindi gli attori Tiziano Ferrari, Simone Baldassari e Barbara Esposito. Il Coro Donizetti è diretto da Fabio Tartari, gli strumentisti sono quelli del Cantiere Donizetti con il Deejay Matteo Sartori. Le installazioni alla Domus Magna sono di Igor Scalisi Palminteri e di Luigi Di Gangi; i video di Simona Stranci; il light designer è Luigi Biondi. Il biglietto di ingresso per un posto unico non numerato è di 5 euro (ridotto per i bambini fino a 10 anni a 1 euro). I ticket sono in vendita alla Casa natale di Donizetti, al Teatro Sociale e alla Domus Magna). Per avere ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.donizetti.org.

– Alle 21 al teatro Tascabile di Bergamo va in scena "Amor sacro, amor profano", uno spettacolo tra Flamenco e Bharata Natyam con TTB. Non si tratta di un viaggio bizzarro o incongruo fra India e Andalusia. Sotto l’apparente distanza, l’aggressivo erotismo delle bailaoras con il lembo della falda fra le dita si ricollega al mondo sacro delle Devadasi, le sacerdotesse dei templi indiani. Ne è spia il complessivo linguaggio del corpo, in particolare la tecnica specifica di quello zapateado, il passo tacco-punta che porta in Spagna, attraverso il lungo viaggio dei nomadi Gitani, la base essenziale del lessico del teatro-danza classico indiano. Il biglietto di ingresso è di 10 euro (intero), ridotto 8 euro. Prenotazione consigliata: tel. 035.242095. Riduzioni: under 25, over 65, soci Lab80.

– Alle 21.30 ad Astino si tiene il concerto dei "Reza Trio". La formazione musicale è stato costituito nel 1980; ha debuttato al Festival Jazz di Iseo nel 1981 ed ha successivamente partecipato a diverse manifestazioni fra cui Bergamo Jazz 81 e Incontri Jazz 82. Negli anni successivi il trio è rimasto attivo solo in forma esclusivamente ‘privata’: solo negli ultimi anni e dopo una rivisitazione del suo repertorio, ha ripreso le sue esibizioni in pubblico, fra cui Notti Jazz a Carpi nel 1995. A esibirsi sono: Tino Tracanna (fiati), Sandro Massazza (contrabbasso) e Vittorio Panza (batteria). L’ingresso è libero. – Sino a sabato 3 ottobre, dalle 11, nell’arco della giornata, la Scuola sci fondo escursionismo del Cai di Bergamo sarà a Porta Nuova (lato Chiesa delle Grazie) per divulgare la propria attività e presentare i prossimi corsi di sci fondo escursionismo.

– Sino a domenica 4 ottobre, nella zona fiera di via Lunga è stato prorogato il circo di Moira Orfei. Le esibizioni si tengono tutti i giorni, di pomeriggio alle 17,30 e la sera alle 21, eccetto martedì e mercoledì.

– Sino a domenica 4 ottobre, al palazzo della Ragione è possibile visitare la mostra "L’ultimo studio. Gianriccardo Piccoli. Meditazioni su Lotto" a cura di Giuseppe Frangi. L’esposizione è aperta da martedì a venerdì dalle 15 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 19, mentre è chiusa il lunedì. – Sino all’11 ottobre, dalle 14 alle 24, alla sala espositiva dello spazio Polaresco è possibile visitare la mostra "Fenoglio e le Langhe", una rassegna fotografica sulla vita di Beppe Fenoglio e sulla sua terra: le langhe piemontesi. L’iniziativa rientra tra le proposte del festival culturale "Abboccaperta", promosso da Teatro Caverna. La partecipazione è gratuita.

– Dalle 22 all’Edoné di Bergamo torna "Erasmus welcome party", festa d’inizio stagione promossa da Aegee Bergamo. Nell’occasione, i cento erasmus di Bergamo invaderanno il locale sarà un’opportunità per conoscere ragazzi e ragazze da tutto il mondo. Non mancherà la musica, con alla console Luca Pisoni.

DOMENICA 4 OTTOBRE

– Si corre la quinta tappa di “Festival Bike”. Il percorso si sviluppa da Bergamo a Romano di Lombardia lungo il fiume Serio alla scoperta del fascino della pianura bergamasca. Il programma prevede: alle 8 la partenza da Bergamo, al piazzale Malpensata in direzione Seriate – Parco del Serio, mentre l’arrivo è alle 10,15 a Romano di Lombardia davanti alla Rocca Viscontea. Qui ci sarà il ritrovo per i gruppi provenienti da altre località e, a seguire, sarà possibile effettuare una visita guidata della città. Quindi, alle 11,30 si proseguirà con una visita guidata all’orto botanico, dove si potrà partecipare al laboratorio “Le piante aromatiche del Parco”. La mattinata, poi, si concluderà con il pranzo al sacco. Il pomeriggio continuerà alle 13.45 con la partenza verso Pagazzano, dove si visiterà il castello sforzesco (ingresso a pagamento a 3 euro); alle 16,15, infine, per il gruppo di Bergamo ci sarà il rientro per via Castel Liteggio (Cologno al Serio), libero per gli altri gruppi. I numerosi premi e gadget per i partecipanti sono messi a disposizione dai partner sostenitori dell’evento Festival Bike della Media Pianura Lombarda 2015. Per avere ulteriori informazioni e iscrizioni contattare Emilio Gambirasio dell’associazione per il rilancio della bicicletta – AriBi (339 8698310 – emilio.gambirasio@gmail.com), Parco del Serio (0363 901455 – info@parcodelserio.it), Ivan Bonfanti (334 7652445 – ivan.bonfanti@parcodelserio.it).

– Dalle 8.30 alle 9.05 e dalle 9.30 alle 10.05 al Club ricreativo Pignolo Onlus: "Il viaggio del globulo rosso in 4D", proposta per avvicinarsi al mondo della medicina e, in particolare, ad uno dei suoi temi più caldi: la circolazione e la sua stretta relazione con la nutrizione. Si potrà seguire il tragitto compiuto, in ogni momento, dal globulo rosso, in 4D, ponendosi nel cuore di una gigante arteria tridimensionale. Si potrà così visualizzare il sistema del vaso arterioso in tutte le sue forme e manifestazioni. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 6 ai 14 anni ed è organizzata dal collettivo Zorba in collaborazione con il club ricreativo di Pignolo Onlus.

– Dalle 8.30 alle 12.30, con percorsi della durata di un’ora ciascuno, allo spazio Viterbi della Provincia di Bergamo sono ancora disponibili posti per "X al quadrato". Un percorso dedicato alla parabola, senza numeri, formule, calcoli, problemi o difficili dimostrazioni, ma con una serie di dispositivi interattivi, che illustrano le idee e i concetti in modo semplice, piano, intuitivo ed efficace, ovvero tanti divertenti “giocattoli matematici”. Il percorso si snoda fra concetti geometrici, algebrici e fisici, mescolati in modo funzionale, per osservare la stessa realtà da una varietà di punti di vista differenti, per avere una migliore e più estesa comprensione dell’argomento. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dagli 11 anni in su.

– Dalle 9 alle 9.30, dalle 9.45 alle 10.15, dalle 10.30 alle 11, dalle 12 alle 12.30 e dalle 12.45 alle 13.15 all’Urban Center di Bergamo viene proposto il laboratorio "A piedi nudi su Marte: realtà virtuale e planetologia". In attesa di inviare esseri umani sulla superficie di Marte, la realtà virtuale ci permette di camminare "A piedi nudi su Marte".  Il laboratorio propone un "viaggio" sul pianeta Marte attraverso un’esperienza 3D con immagini planetarie in alta definizione, per sperimentare contemporaneamente le tante possibilità della realtà virtuale e la conoscenza geomorfologica di un pianeta. I visitatori saranno accompagnati prima, attraverso una mappa globale dell’area sorvolata, alla conoscenza del sistema planetario di riferimento e poi, dopo aver indossato gli occhiali/casco, si potrà volare virtualmente su un percorso predefinito ma con la possibilità di variare il proprio volo, fermandosi su un punto, scendendo o alzandosi liberamente. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dagli 8 anni in su.

– Dalle 9 alle 10.30 alla sala Manzù si tiene "Costruisci la geometria con la penna 3D". Gli oggetti matematici si vedono con gli occhi della mente: vederli e toccarli per davvero può aiutare questo processo di costruzione di immagini mentali. Il laboratorio propone la costruzione di figure geometriche solide: i partecipanti sono coinvolti in prima persona nella costruzione di modelli geometrici 3D, utilizzando un supporto tecnologico innovativo ed efficace, la penna 3D. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 13 anni in su.

– Dalle 9 alle 10.30 e dalle 10.30 alle 12, dalle 16.30 alle 18 e dalle 18 alle 19.30 alla sala Manzù di Bergamo sono ancora disponibili posti per partecipare al laboratorio "L’ordine del caos". Un percorso alla scoperta dell’"effetto farfalla", per il quale si dice che il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo. Ma di cosa si tratta? È davvero impossibile prevedere il comportamento di alcuni sistemi che sembrano imprevedibili come condizioni meteorologiche e i terremoti? Queste e altre domande troveranno risposta attraverso la matematica del caos. In un percorso fatto di pendoli multipli, attrattori strani, oggetti frattali, verranno definiti alcuni sistemi dinamici caotici. Ci si addentrerà in modelli matematici che, seppur semplici, sono in grado di generare andamenti estremamente complessi, tanto da risultare quasi indistinguibili da processi aleatori. Dall’altra parte, come è possibile ottenere strutture ordinate a partire da condizioni aleatorie? Nel laboratorio si forniranno, attraverso simulazioni al computer, i primi strumenti per affrontare una nuova matematica. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 14 anni in su.

– Dalle 9.30 alle 10.30 e dalle 11 alle 12 alla biblioteca civica Angelo Mai ci sono ancora posti disponibili per visitare l’esposizione "Fabrica anatomica. Il corpo umano nei codici manoscritti e nelle edizioni antiche". Si potranno vedere codici manoscritti e testi a stampa antichi dal XIV al XIX secolo. La selezione sarà appositamente dedicata ai volumi illustrati di anatomia e medicina conservati alla Biblioteca Angelo Mai. Potrete ripercorrere le fasi dell’evoluzione della conoscenza anatomica e medica, e apprezzare il ruolo dell’illustrazione nella diffusione del sapere sul corpo umano. L’iniziativa rientra tra le proposte di BergamoScienza.

– Dalle 10 alle 11, dalle 11 alle 12, dalle 12 alle 13 e dalle 15 alle 16 all’Urban Center di Bergamo ci sono ancora posti disponibili per partecipare a "Oltre la terza dimensione: Odissea nello spazio 4D". La tecnologia audiovisiva ha reso familiari termini come 2D o 3D… ma ha senso andare oltre la terza dimensione spaziale? Noi percepiamo la nostra realtà come tridimensionale, e quindi per "vedere oltre" abbiamo bisogno di occhiali speciali. Dal "Mito della Caverna" di Platone al romanzo "Flatlandia" di Abbott, dalle opere d’arte di Dalì e Picasso fino all’omonimo libro di Thomas Banchoff (che ha ispirato questo laboratorio), attraverso l’analogia e i ragionamenti induttivi possiamo immaginare le dimensioni superiori. Come può un essere 2D pensare un mondo 3D? E poi, analogamente, come possiamo noi esseri 3D immaginare la quarta dimensione spaziale? Il laboratorio aiuta a costruire passo dopo passo questi occhiali speciali per la nostra mente, attraverso attività interattive: ombre cinesi, bolle di sapone, sezioni laser, modelli geometrici da costruire, video, opere d’arte e perfino giochi di strategia in 4D. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 10 anni in su.

– Dalle 10 alle 12, dalle 14 alle 16 e dalle 16 alle 18 all’istituto "Leonardo da Vinci si tiene il laboratorio "DNAtura". Osservare, toccare e annusare la Natura, per capire analogie e differenze del mondo che ci circonda: il percorso accompagna i partecipanti nell’osservazione e nella “manipolazione” dei fenomeni legati alla genetica. Gli studenti dell’istituto accompagneranno nell’orto, raccontandovi le tecniche e le cure che hanno adottato. Alla visita faranno seguito alcune esperienze laboratoriali dove, attraverso l’estrazione di pigmenti e del Dna, cercheremo di capire cosa sta alla base della peculiarità di ogni specie. Effettueremo inoltre analisi chimico-fisiche del terreno per comprendere gli aspetti legati alla territorialità, con particolare riferimento alla coltivazione del mais spinato di Gandino. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su. – Dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, all’istituto Leonardo da Vinci sono ancora disponibili posti per "Ottica- mente". I ragazzi del corso di ottica hanno allestito, con la supervisione dei loro insegnanti, un laboratorio interattivo sull’ottica e i suoi principali fenomeni. Dopo una spiegazione sul percorso della mostra e i vari esperimenti, si procederà alla visita della mostra e delle varie esperienze. Al centro dell’attenzione ci sono i principali fenomeni di ottica geometrica come la riflessione, la rifrazione, la riflessione totale e le leggi sulle lenti sottili e di colorimetria, interferenza, diffrazione della luce fino ad arrivare alle più moderne fibre ottiche. Infine i ragazzi di quarta e quinta con la supervisione dei docenti di optometria eseguiranno ai visitatori un visita optometrica e mostreranno come si realizza un occhiale da vista. L’iniziativa si tiene tra le proposte di BergamoScienza ed è dedicata a un pubblico dai 12 anni in su.

– Dalle 10 alle 12 all’istituto Leonardo da Vinci si tiene "Robot-land". Un’opportunità per cimentarsi nella programmazione di un robot sfruttando il software Lego Education. Osservate robot assemblati secondo differenti configurazioni che si muovono e compiono azioni nell’ambiente in cui si trovano, in base agli stimoli ricevuti dai sensori di cui sono provvisti. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata al pubblico dai 12 anni in su. – Dalle 10 alle 13, con durata di un’ora ciascuno, a Porta sant’Agostino si tiene il laboratorio "Enigma. Esploriamo l’impensabile". Ogni giorno nuovi consumatori sempre più esigenti mettono alla prova i grandi designer nei diversi ambiti dei processi creativi. Solo chi è in grado di scrutare al di là del semplice oggetto può donargli una nuova luce che lo renda appetibile al grande pubblico. Il percorso si propone come un’opportunità per scoprire le proprie potenzialità creative nascoste. L’iniziativa, che rientra tra le proposte di BergamoScienza, è dedicata ai ragazzi dai 17 ai 18 anni.

– Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 alla sala viscontea: "Seduzione e repulsione: quello che le piante non dicono". Spine, peli, odori, aromi, rotondità, sinuosità, polposità, dolcezza, veleni, scosse, calore, inganno, cooperazione: le piante hanno evoluto sistemi affascinanti per sedurre coloro di cui hanno bisogno o per respingere i potenziali nemici. Tutto in silenzio, ai fini della sopravvivenza e della riproduzione. La mostra intende indagare e raccontare alcune particolari strategie elaborate in natura, quelle meno eclatanti o meno visibili ma fondamentali per mantenere gli equilibri della vita sul pianeta – che si traducono in chiari messaggi legati alla conservazione della biodiversità e all’ottimizzazione delle risorse. L’iniziativa rientra in "BergamoScienza".

– Dalle 10 allo Spazio Creberg di Piazzetta Piave (Quadriportico del Sentierone) si tiene "Kids Lab Food Edutainment". Durante la giornata saranno organizzati show cooking per gli adulti, orchestrati da uno Chef di Electrolux, e attività di laboratori di cucina per i più piccoli, diretti dai volontari dell’Associazione "Sa di buono", ormai professionisti in percorsi pratici e teorici,ma sempre ludici, legati al rapporto nutrizione – salute, all’alimentazione e al gusto.

– Alle 16, alla Casa natale di Gaetano Donizetti si rinnova l’appuntamento con "A casa di Gaetano", rassegna di musica da camera pensata ed eseguita dagli allievi del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo.

– Dalle 17 al teatro Sociale si tiene la conferenza "Supernova: digitale e innovazione, i nuovi scenari del mondo del lavoro". La tavola rotonda affronta il cambiamento degli scenari del mondo del lavoro, di come il lavoro sta evolvendo e sia necessario capire la conversione in atto. Lo scenario attuale richiama quello del secondo dopo guerra, quando l’Italia dovette affrontare il grande spostamento della forza lavoro dal settore primario (agricoltura) al secondario (industria). È importante quindi affrontare il tema dell’occupazione e della disoccupazione non solo dal punto di vista economico, ma anche raccontando le nuove opportunità che si stanno creando nel mondo del lavoro, come si stanno formando nuove professionalità e, soprattutto, come stanno cambiando le dinamiche e le modalità di svolgimento delle diverse professioni. Nel cambiamento paradigmatico in atto, il digitale certamente svolge un ruolo centrale e strategico. Intervengono: Luca De Biase (Libera Università di Lingue e comunicazione Iulm); Andrea De Spirt (Ceo di Jobyourlife); Enrico Gasperini (Ceo di Digital Magics); e Mario Salvi (Presidente Associazione BergamoScienza).

– Alle 17 ad Astino è possibile prendere parte a una visita guidata alla chiesa del Santo Sepolcro, al complesso del Monastero di Astino e alle mostre in programma. Il ritrovo è al monastero 15 minuti prima (al bookshop). L’iniziativa è promossa dal gruppo “Guide Turistiche Città di Bergamo”. Per prenotarsi scrivere a astinoexpo2015@gmail.com o telefonare al 3318806545. Le visite si effettueranno al raggiungimento di minimo 15 iscritti (massimo 30). La quota di partecipazione è di 8 euro.

– Dalle 17.30 alla 19 al Palamonti ci sono ancora posti disponibili per l’incontro "Agricoltura di montagna: ricerche e visioni innovative". L’iniziativa, che rientra tra le proposte di "BergamoScienza", è dedicata al pubblico dai 14 anni in su.

– Alle 21 al Teatro Tascabile va in scena "Sesto grado. Riflessioni di montagna", teatro musicale con Compagnia delle Chiavi. Con Silvia Lorenzi (Soprano e performer), Christian Cestaro (Attore e performer), Fabio Piazzalunga (Live music performer), Giovanni Bianchini (Video Arte “Ombre”) La montagna, elemento ricorrente sul nostro pianeta, mantiene il suo fascino inalterato e costante attraversando secoli ed ere. Ancora oggi l’uomo la cerca e la affronta, per passione o per sfida. All’interno di questo studio artistico, la montagna è traslata in una figura femminile: che allo stesso tempo si rivela incostante e volubile, ricca di significati latenti e di verità assolute, che incanta e poi ripudia. Il biglietto di ingresso è di 10 euro (intero), ridotto a 8 euro. Prenotazione consigliata (tel. 035.242095). Riduzioni: under 25, over 65, soci Lab80.

ECCO GLI EVENTI DEL WEEKEND IN PROVINCIA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.