BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La logistica focalizzata sull’Africa si incontra al Meeting di Bergamo fotogallery

E' in corso fino a domenica 4 ottobre a Bergamo il primo meeting annuale di Africa Logistics Network. Oltre 60 manager da più di 40 aziende di spedizioni da tutti i continenti ma soprattutto dall’Africa (la metà circa) si sono registrate.

E’ in corso fino a domenica 4 ottobre a Bergamo il primo meeting annuale di Africa Logistics Network, la comunità mondiale degli spedizionieri marittimi e aerei focalizzata sull’Africa. Africa Logistics Network è una community di spedizionieri, la prima a porsi l’obiettivo di “coprire” interamente il Continente Africano con qualificate e professionali aziende di spedizioni internazionali di medie dimensioni, così da metterle in rete con una rete mondiale di agenti. La “reliability” (l’affidabilità) delle aziende di piccole e medie dimensioni in un territorio, quello africano, dominato in alcune zone da pochi colossi dei trasporti è infatti uno dei problemi della logistica nel Continente.

Ma le professionalità ci sono, devono solo essere riconosciute e messe in rete. Solo così può aumentare la competitività e si possono ridurre i costi dei trasporti sulle strade africane. Il Network nasce a Bergamo e a Bergamo si svolgerà il primo meeting perché qui è nata l’idea a cui da più di un anno sta lavorando il fondatore, Alessandro Saponaro, oggi “Chairman” di Africa Logistics Network e in passato fondatore di Logimar, azienda bergamasca di spedizioni oggi amministrata dal figlo Marcello.

Ad oggi già oltre 60 manager da più di 40 aziende di spedizioni da tutti i continenti ma soprattutto dall’Africa (la metà circa) si sono registrate per il meeting: Cinesi, americane, europee. E poi: Iran, Arabia Saudita, Giordania, Emirati. E l’Africa: Nigeria, Ghana, tutto il Nord Africa, Kenya, Tanzania, Sud Africa, Angola, Costa d’Avorio, Togo, Etiopia. Numeri in crescita giorno per giorno.

“Non ci aspettavamo uno sviluppo così importante – dice Alessandro Saponaro, presidente del Network – In soli 4 mesi dal lancio, abbiamo raggiunto la copertura quasi totale dell’Africa. Solo una manciata di nazioni deve vedere ancora selezionati i propri membri ma siamo sicuri che il meeting saprà trascinare la crescita del Network nei paesi dove non è ancora presente”.

“Il network – aggiunge Alessandro Saponaro – nasce dalla consapevolezza che l’Africa è lo sviluppo del futuro. Interno e di scambio con il resto del mondo. E lo sviluppo dell’Africa cresce di pari passo con il livello di istruzione, di professionalità e di coesione sociale. Nel nostro piccolo siamo contenti di dare una mano anche a questo oltre che a costruire nuove opportunità per le aziende italiane perché l’Africa è un continente abitato da un miliardo di persone e ha iniziato a crescere, spesso a due cifre, e a veder affermarsi una nuova classe media e professionalità sempre più diffuse. Nonostante i persistenti – a volte enormi – problemi economici, sociali e politici”.

"Nel costruire il Network siamo partiti dalla nostra rete di agenti – spiega Marcello Saponaro, amministratore di Logimar.- Non ci interessava costruire un’organizzazione per fatturare le quote di iscrizione a un numero illimitato di membri. Ne vogliamo da 2 a 5 per nazione ma vogliamo i più affidabili, che ci mettano in condizione di gestire un trasporto dall’Italia in Chad fino al confine col Sudan o nei siti minerari del Congo. Un network per aumentare le opportunità e la competitività anche delle aziende italiane". L’Agenda del meeting è particolarmente densa e organizzata con una parte in forma di conferenza e molte ore dedicate agli incontri one-to-one tra i membri del Network che vi prendono parte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.