BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In via Tasso incontro sui miti della guerra civile spagnola

Venerdì 2 ottobre alla sede dell'associazione "Torquato Tasso" si tiene un incontro con lo storico galiziano Pio Moa sui "Miti della Guerra Civile Spagnola". Correlatore Marco Cimmino.

Venerdì 2 ottobre alle 20,45 alla sede dell’associazione "Torquato Tasso" le associazioni "Alle Radici della Comunità" e "Torquato Tasso" organizzano un incontro con lo storico galiziano Pio Moa sui "Miti della Guerra Civile Spagnola". Il correlatore è Marco Cimmino, mentre la serata sarà presentata da Angelo Manazza de "Torquato Tasso".

Pio Moa, nato in Galizia nel 1948, è oggi il più letto, brillante e controverso storico della Guerra civile spagnola. A metà degli anni ’70 ha fondato un gruppo di "resistenza antifascista", la squadriglia terrorista dei maoisti del Grapo.

Moa ha in seguito abiurato la fede comunista all’inizio negli anni Ottanta. Avvicinatosi agli studi storici tra il 2003 e il 2004 dà alle stampe una serie di libri sulla Guerra civile spagnola, prima Los orígenes de la Guerra Civil Española poi Los mitos de la Guerra Civil.

Il successo di vendite di questi suoi volumi fa subito esplodere un caso politico, facendolo diventare la bestia nera della storiografia ufficiale. Le tesi di Moa, basate su ampie e accurate documentazioni d’archivio, ribaltano le interpretazioni tradizionali sulla genesi della guerra civile del ’36-’39.

La sede dell’associazione "Torquato Tasso" è a Bergamo in via Tasso, 7.

Per maggiori informazioni s’invita a consultare la pagina Facebook https://www.facebook.com/events/690985167705412/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da YYY

    Pio e Giampaolo hanno in comune il successo commerciale, che da solo però non mi convince per spiegare il fenomeno della revisione. Gli storiografi “di sinistra” hanno sicuramente svolto ricerche approfondite, durante le quali hanno evidenziato errori, però contestualizzando le situazioni del periodo, cosa che non ha fatto Pansa. Non ho partecipato alla riunione, però mi riservo il diritto di considerare quelli che sono sempre stati da una parte sola, valutandone l’obiettività.

  2. Scritto da XXX

    Ci sarà anche Pansa? Se c’é anche lui siete al completo di ex Comunisti pentiti,e oggi in giro sene trovano a bizzeffe…