BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Urgnano, ecco “La Merda” Spettacolo-denuncia di una società alla deriva

Venerdì 2 e sabato 3 ottobre a Urgnano va in scena "La Merda", spettacolo-denuncia di una società alla deriva.

A Urgnano va in scena "La Merda", spettacolo-denuncia di una società alla deriva. L’esibizione viene proposta venerdì 2 e sabato 3 ottobre alle 21.30 all’auditorium comunale, in via dei Bersaglieri, 68.

Si tratta di un monologo scritto da Cristian Ceresoli e interpretato da Silvia Gallerano, che sostiene con forza, completamente nuda e su un palcoscenico spoglio, la fatica di un testo di rara potenza e commovente irresistibilità.

L’esibizione, sin dal titolo, fa riferimento al disperato tentativo di districarsi dal pantano prodotto da quel genocidio culturale di cui scrisse e parlò Pier Paolo Pasolini, inestricabilmente connesso ai meccanismi perversi di un’Italia divorata dal consumismo: una forma di totalitarismo che, sempre secondo Pasolini, sarebbe risultata ancor più dura da battere di quella fascista, poiché capace di annientarci con dolcezza.

Il personaggio che si muove in scena è una giovane alla ricerca di un futuro migliore per sé, nel mondo della televisione, e in vista di essere ingaggiata per uno spot su patriottiche obese. Così, parla e parla dell’Italia, dei suoi 150 anni, di Garibaldi, del padre suicida, poggiando la propria volontà su imperativi ormai vuoti: “Farcela!”, “Bisogna crederci!”, “Devi buttarti!”.

La protagonista rivela al pubblico, in una confessione senza remore né pudori, i dettagli più intimi e raccapriccianti della sua vita votata al successo e alla ricerca ossessiva della bellezza. Quella bellezza, comunque, che è così definita dalle esigenze del mercato, e quindi mutevole e ingannatrice.

La rappresentazione rientra tra le proposte della 26esima edizione del festival internazionale del teatro di gruppo.

Le prossime date in cartellone sono:

– Domenica 15 novembre alle 21.30 César Brie – Arti e spettacolo porta in scena "Ero", di e con César Brie. Un viaggio attraverso le vicende annidate dietro le grandi parole come amore, morte, giovinezza, vecchiaia, assenza, dolore e gioia, che celano vicende personali, volti, piccoli disagi, rimpianti sbiaditi, eventi apparentemente infimi che hanno segnato l’esistenza delle persone.

– Sabato 21 e sabato 28 novembre, alle 21.30, l’appuntamento è con Laboratorio Teatro Officina che proporrà "Edgar Allan Poe", di Gianfranco Bergamini. Un progetto teatrale che nasce dalla volontà di trasporre scenicamente la vita e l’opera del grande scrittore americano. Nel tentativo di evitare il rischio di una narrazione didascalica e povera di emozioni, la compagnia teatrale ha lavorato più sulle situazioni che sulle storie e i personaggi.

Il biglietto di ingresso è di 10 euro e si consiglia la prenotazione.

Per avere ulteriori informazioni e per prenotarsi è possibile contattare "Laboratorio Teatro Officina", a Urgnano in via Due Giugno, 136, chiamando il numero 035 891878, inviando un’email a laboratorioteatrofficina@aliceposta.it oppure consultando il sito web www.laboratorioteatrofficina.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.