BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, Giunta al contrattacco: “Abuso d’ufficio? Nessuna variante e nessun favore”

L'arrivo della Guardia di Finanza, il Consiglio comunale infuocato, le botte sotto il municipio. Dopo la convulsa giornata di martedì la Giunta di Treviglio conclusa senza le dimissioni del sindaco Giuseppe Pezzoni ha riordinato le idee ed è passata al contrattacco.

L’arrivo della Guardia di Finanza, il Consiglio comunale infuocato, le botte sotto il municipio. Dopo la convulsa giornata di martedì la Giunta di Treviglio conclusa senza le dimissioni del sindaco Giuseppe Pezzoni ha riordinato le idee ed è passata al contrattacco. Il vicesindaco Juri Imeri, esponente della Lega Nord, non ci sta a finire sui giornali per accuse che ritiene inventate. Anzi, in merito al caso della struttura sanitaria alla Geromina, oggetto dell’indagine per abuso d’ufficio, punta il dito contro la passata amministrazione guidata da Ariella Borghi: “Non posso però sorvolare sui titoli, le foto e gli articoli dei giornali che hanno sostanzialmente sostenuto che il sottoscritto (e i suoi colleghi, contestualmente coinvolti dal provvedimento) abbia agevolato/sottoscritto una variante urbanistica trasformando un’area agricola in edificabile – spiega in un lungo post su Facebook -. E qui casca l’asino! Non ci sto! Chi ha trasformato quell’area da agricola a edificabile è stata l’Amministrazione che nel 2010 era a capo della città. Il 06/10/2010 infatti è pervenuta al Sindaco Borghi e alla sua Giunta una istanza di trasformazione, recepita (alla velocità di Speedy Gonzales, tanto per citare alcune metafore utilizzate anche nell’ultimo consiglio) dall’Amministrazione, che ha presentato a dicembre 2010 il PGT (Piano di Governo del Territorio) e lo ha adottato il 23/12/2010 con i voti favorevoli della sola maggioranza. Tra presentazione dell’istanza ed adozione del PGT, il 4 novembre 2010 il Sindaco Borghi e l’Assessore Adobati avevano presentato al quartiere Geromina la proposta che stava per essere accolta. In quel documento l’area in questione era già definita, disegnata, identificata. E, ora come allora, quell’area era nel perimetro del PLIS! L’attuale Amministrazione ad agosto 2011 ha approvato il PGT recependo una osservazione dell’ospedale di Treviglio che ha di fatto permesso di aumentare gli indici volumetrici per le strutture (tutte!) di questo tipo. Osservazione votata dal Consiglio Comunale. E’ quindi fuori luogo parlare di variante urbanistica (che non esiste) e di scorciatoia per evitare il Consiglio Comunale (che si è espresso in merito); e soprattutto è fuori luogo accostare il nome e volto del sottoscritto a un presunto favore a qualcuno. Ci ho sempre messo la faccia. E continuerò a farlo. La giustizia farà il suo corso, chiederà conto delle decisioni prese dal sottoscritto e dai suoi colleghi (l’atto contestato dovrebbe essere la convenzione firmata nel 2012, che regolamenta i rapporti tra la struttura socio-assistenziale e il servizio pubblico, di cui è garante il Comune) e trarrà le sue conclusioni. Da questo punto di vista sono assolutamente sereno e tranquillo. Ma non posso accettare che la stampa, e qualche avvoltoio politico, prendano fischi per fiaschi. Ahimè è successo e non si può tornare indietro. Mi auguro che i giornali diano altrettanto spazio anche alla nostra smentita e al nostro chiarimento. Nel frattempo dovevo tutto questo alle tantissime persone che mi hanno espresso la loro stima e fiducia e a chi mi è vicino: ringrazio tutti. Sorridere. A testa alta. Sempre. Avanti tutta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paolo

    I fatti sono dur:la bugia della laurea e la delibera in questione, la bugia autodenunciata in Italia e’ quasi la norma, non x questo lecita ma non ha controindicazioni x governare abbiamo una lunga lista di esempi, il fatto grave e’ la delibera nata da un fronte politico e avallata dal fronte opposto, si può solo dire che la magistratura faccia chiarezza e punisca le eventuali responsabilità.

  2. Scritto da andrea

    Il problema principale non è l’indagine sul presunto abuso d’ufficio, che è solo in corso e potrebbe trovare conferme o venire archiviata in caso di mancati riscontri, il problema principale è l’appiattimento di tutti gli assessori e della maggioranza sull’insostenibile posizione del Sindaco. Possibile che nessuno della Giunta e della maggioranza sia stato sfiorato da uno scatto di reazione di fronte alla falsa laurea?

    1. Scritto da phester

      rilancio. credo che il problema principale non sia l’appiattimento di tutti gli assessori della maggioranza, che quantomeno hanno un interesse personale da difendere, ma i numerosi cittadini che continuano a sostenere Pezzoni, trovando motivazioni spesso al limite della decenza… dalla veranda abusiva del sindaco di bergamo al diffuso pensiero “ci sono tanti laureati meno bravi di lui”

  3. Scritto da Fiducioso

    Piano ADOTTATO dalla giunta Borghi.
    Piano ATTUATO dalla giunta Pezzoni.
    Questa giunta ha semplicemente dato attuazione ad un piano già adottato, come previsto dalle vigenti leggi urbanistiche.
    Se non sapete come funziona il diritto urbanistico e il procedimento attuativo del PGT state zitti e non raccontate cialtronerie. Che poi il caso è aperto da un anno e si è deciso di procedere con l’intervento della finanza proprio adesso… mah. #AVANTI

    1. Scritto da ucatù

      Ti conviene ripassare diritto urbanistico e, in particolare, la L.R. 12/05:il PGT adottato deve verificare la compatibilità con il PTCP. Cioè deve essere conforme. E il PGT della Borghi per molte parti, questa compresa, non lo era. La Provincia ha vincolato il proprio OK alla correzione di TUTTE queste parti. Vedi Delibera provinciale.

  4. Scritto da speedster

    Ad andar con lo zoppo ….. si impara a raccontare bugie. . L’amministrazione Borghi ha adottato il PGT con quell’area prevista a servizi ma, la Provincia l’ha eliminata. Il PGT è stato approvato da questa amministrazione e oggi quell’area non è edificabile. Ma Pezzoni non ne ha voluto tener conto e ha firmato la convenzione.

  5. Scritto da Patrizia Siliprandi

    Resta il fatto che destinazione urbanistica dell’area in questione è’ stata approvata dall’Amministrazione Pezzoni!

  6. Scritto da paul

    ridicolo. avete ben poco da sorridere e da camminare a testa alta… il problema non sono i titoli dei giornali o le pagine su facebook. la guardia di finanza ha aperto un’indagine e questo è un dato di fatto incontestabile. lei si dichiara sereno, come fate SEMPRE voi, di fronte a qualsiasi situazione, anche la più ridicola. stia sereno, sig. vicesindaco, la sua brillante carriera politica volge al termine… e non sarà certo a causa della “gogna mediatica” di cui si lamenta. farewell

    1. Scritto da Alberto

      Ora, ammetto di non conoscere i fatti, ma da quando l’apertura di un’indagine significa colpevolezza accertata? Il concetto vale per tutti?

      1. Scritto da paul

        e dove avrei scritto che la colpevolezza è accertata? ho semplicemente detto che c’è poco da stare a testa alta e da sorridere, vista la situazione, che ormai è salita agli onori delle cronache, anche nazionali.. che poi, TUTTI i politici, SEMPRE, si dichiarino innocenti, sereni quando indagati, è un fatto evidente a tutti. contesto il fatto che il sig. vicesindaco cerca di spostare l’attenzione, di dire che è un problema di media, mentre i problemi son più profondi