BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Padre monfortano scomparso a Medjugorje: pista satanica o speculazione edilizia?

Si tinge di giallo ogni giorno la scomparsa di padre Luciano Ciciarelli, 79 anni dei Monfortani di Bergamo, dove è stato ordinato 60 anni. Padre Ciciarelli era in pellegrinaggio a Medjugorje dal 28 luglio scorso, poi il 2 agosto nessuno lo ha più visto. La polizia che sta eseguendo le indagini batte due piste: quella della pista satanica e la truffa legata ad una speculazione edilizia.

Più informazioni su

Non c’è traccia di quel mite religioso dal 2 agosto scorso, quando da Medjugorje – dove era in pellegrinaggio dal 28 luglio – è svanito nel nulla. Eppure padre Luciano Ciciarelli, 79 anni, originario di Civitella Casanova, ma legato a Bergamo dove era stato ordinato negli anni Sessanta, conosceva bene il santuario mariano avendo accompagnato più volte all’anno diversi gruppi di pellegrini. L’ultima volta che è stato visto padre Luciano si stava incamminando lungo la collina impervia della Croce Blu, era il 2 agosto.

A padre Angelo Livio Epis, superiore della congregazione dei Monfortani, padre Luciano aveva scritto una e-mail per informarlo dei suoi spostamenti.

“Non era uno sprovveduto da correre dietro al primo che capitava – afferma padre Angelo Livio Epis, superiore provinciale dei missionari Monfortani – .Non ci sono sospetti particolari. Nella sua semplicità e nella sua capacità di relazioni può darsi che abbia parlato con qualcuno di qualche cosa che abbia suscitato attenzione, ma non credo di avere particolari sospetti che possano aver orientato qualcuno a cercarlo o portarlo via”.

Perché questo sospetto? Semplice.

Padre Luciano stava trattando per l’acquisto di un terreno adiacente alla collina delle Apparizioni, per il valore di 800mila euro, per conto della "Consecratio Mundi", un’associazione benefica con la quale il missionario, in oltre trent’anni, ha contribuito a costruire case famiglia per orfani, mamme in estremo bisogno e opere di carità per i poveri in Perù e diverse aree dell’America Latina. Un’area appetibile anche per ben altre speculazioni edilizie. Da qui il sospetto che qualcuno avesse interesse a far sparire il principale referente di quell’operazione, padre Ciciarelli appunto. Ma non si escluderebbe nemmeno la pista satanica legata alla scomparsa del religioso.

“La polizia ci ha parlato di gruppi di pseudo veggenti e sette sataniche che si aggirerebbero da quelle parti. Potrebbero averlo preso per impedirgli di diffondere il messaggio di spiritualità” ipotizza padre Epis. Ci sarebbe anche un’ultima ipotesi: padre Luciano Ciciarelli amava fare lunghe passeggiate e non é escluso che possa essere stato colpito da un malore, data l’età avanzata, ed essere caduto dentro uno dei crepacci nella zona.

Dalla Bosnia Erzegovina, intanto, in particolare da Jabuka tv, si è appreso che le ricerche sono concentrate soprattutto nella zona compresa tra Šurmanaca a Krucevici e che le forze in campo, portate dalle 40 iniziali a 160, dopo una decisione del parlamento bosniaco, sono la GSSuBiH, l’unione del soccorso alpino, la CMRS, ovvero i vigili del fuoco, di Citluk, la CMRS di Mostar, e la Srebrenik GSS, dunque l’ amministrazione federale della Protezione Civile. Di padre Ciciarelli non ci sarebbe nessuna traccia.

Anche se mercoledì 16 settembre all’altezza di uno spartitraffico in Umbria, sotto un segnale stradale che indica l’ingresso a 500 metri per Ospedalicchio, una coppia di Bastia avrebbe visto quel religioso anziano e lanciato l’allarme, scrivendo una e-mailal giornalista Paolo Brosio, studioso ed esperto del caso Medjugorje, il quale l’ha girata subito ai carabinieri. Eppure su padre Luciano Ciciarelli è calato un buio pesto e il giallo si fa sempre più fitto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da incompreso

    Molti auguri di ogni bene allo scomparso: spero che riappaia sano e salvo. Quanto alle considerazioni sui “gruppi di pseudo veggenti” riportate nell’articolo: ci si riferisce all’affaire-Medjugorie nel suo complesso? Se non erro nei mesi scorsi la Chiesa ha preso una posizione ufficiale, negativa, sui pretesi fenomeni.

  2. Scritto da giuseppe

    Speriamo si concluda tutto bene per il Padre Monfortano. Sono battezzato e ho ricevuto i sacramenti come molti, poco frrquentante. Ciò che è CERTO è che il bene e il male esistono fisicamente. Ognuno di noi lo sperimenta, per cui nessuno di noi può dirsi ATEO.

    1. Scritto da sincro2

      ciao beppe. al contrario di quello che tu sostieni, io sono ateo. e 500 caratteri non mi bastano per spiegarti come la penso… ma al contrario di te, posso accettare che qualcuno la pensi diversamente da me…

      1. Scritto da giuseppe

        Mi dispiace se qualcuno si sente tirato in causa. Abbiamo il coraggio di guardare dentro noi stessi. Ognuno di noi prima o poi si pone dei perchè. Perchè è vivo, perchè ama, perchè soffre, perchè odia, perchè muore. È per ciò che nessuno può dirsi ateo.

        1. Scritto da sincro3

          aridaje. non è che qualcuno si sente tirato in causa, sei tu che, per la seconda volta, pontifichi: nessuno può dirsi ateo… “L’ateo, basa la propria filosofia di vita non su dogmi accettati per fede, ma sul raziocinio, ossia sull’uso ponderato della mente per dare una risposta (scientifica) ai grandi interrogativi della vita, più che ricondurre le risposte ad un’unico Dio demiurgo trascendente”… che a giuseppe piaccia o meno.

          1. Scritto da giuseppe

            Quello che dice si puó leggere in qualsiasi dizionario. Se si riconduce l’atesmo al non credere in un “dio” chiudiamo la questione qua. Per me ognuno di noi ha bisogno di risposte e le trova in ció che più lo soddisfa. Quindi nessuno è ateo che lei lo voglia o no.

  3. Scritto da Donato

    Sig. gio: la capisco, comunque le consiglio di leggere la vita di San Pio…la illuminerà in merito alla sua considerazione. Pace e Bene

  4. Scritto da gianni

    Premesso che e’ alquanto difficile ipotizzare cosa sia successo e x quale motivo, vorrei fare presente che “SATANA” esiste, eccome, basta guardarsi in giro e vedere il travaglio di molte vite umane che sono disperate, distrutte, sofferenti x cause di turbe, ecc… l’unica cosa che non e’ dimostrabile e’ la presenza fisica, essendo una forza spirituale parimenti contraria a quella “DIVINA” che e’ soffio di vita. Senno’ vale lo stesso discorso che non esiste nemmeno quella DIVINA.

    1. Scritto da sincro

      oh gianni, guarda che il medioevo è finito da un pezzo… il travaglio, la disperazione, la sofferenza sono cose concrete che esistono. la scelta di ricondurle a “satana”, invece, è una “semplificazione” per menti deboli…
      e purtroppo si, è come dici tu, vale lo stesso discorso anche per la forza divina.

      1. Scritto da gianni

        Ti posso assicurare di non essere nel medioevo e nemmeno di essere una mente debole che semplifica… forse la vita ci ha permesso di percorrere strade diverse, quindi io ti assicuro di essere certo quanto te’ del contrario, che satana e’ presentissimo, poi relegare a medioevo cio’ che magari non si conosce e’ alquanto banale… non e’ che se uno non sa cosa sia l’ingegneria essa non esiste, semplicemente uno non la conosce o non la capisce… lo stesso vale x l’argomento “satana”…

  5. Scritto da Vito

    Notizia completamente ignorata dal noto quotidiano cittadino, combattuti tra dare notizie sui religiosi e ignorare le apparizioni di Medjugorie, solo la Madonna in Santa Caterina e’ apparsa al 100%…

  6. Scritto da Donato

    Sig. gio: la capisco, comunque le consiglio di leggere la vita di San Pio…la illuminerà in merito alla sua considerazione. Pace e Bene

  7. Scritto da dilemma... scrivere o lavorare?

    autore…. ghet pio neghot de fa e de cunta so?

  8. Scritto da gio

    Siccome Satana non esiste, se non nella fantasia di chi lo inventa, non resta che la Speculazione edilizia, visto che essa esiste, ben radicata ed oggettivamente visibile ovunque..

    1. Scritto da mario59

      Pienamente d’accordo con te, sul fatto che satana sia solo una figura fantasiosa costruita dalla mente umana.
      Però dietro a questa figura fantasiosa, esistono anche persone che hanno commesso e commettono crimini di ogni genere, sempre nel nome di satana ovviamente…quindi per quanto riguarda la scomparsa del religioso, nulla è da escludere.

    2. Scritto da Sére

      Posto che sia, che “il diavolo non esista” (affermazione apodittica pari ad affermare il contrario – Logico sarebbe piuttosto il dire che “non è razionalmente dimostrato che Satana esista”), di certo le menti obnubilate da quella presenza, possono trovare giustificazione al porre in essere qualsiasi nefandezza. Ma se dovessi proporre una classifica dei motivi della scomparsa: (1) accidente durante passeggiata; (2) questioni di soldi; (3) sette varie (sataniche, paradisiache…)