BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Organizza la fuga da scuola e torna a casa: il piano di una bimba di 5 anni

Era una fuga organizzata sui banchi di scuola quella di una bambina di 5 anni da una primaria del centro di Milano: la piccola, che frequenta la prima elementare, è uscita dalla classe con una scusa banale, ha attraversato il cortile ed è scivolata sotto il cancello principale.

Più informazioni su

Non ha ancora 6 anni e frequenta solo la prima elementare ma, insieme a due amichette, avrebbe escogitato un vero e proprio piano per fuggire da scuola e rientrare prima a casa: è successo martedì nel centro di Milano, alla primaria Porta-Agnesi di via Quadronno.

Nel primo pomeriggio le tre bimbe avrebbero dovuto frequentare l’ora di religione ma, evidentemente, le loro intenzioni erano altre: uscire dalla classe con una scusa banale, recuperare gli zaini e tornarsene a casa un po’ in anticipo.

Delle tre solamente una è riuscita a portare a termine la fuga mentre una è stata scoperta e l’altra aveva già rinunciato: attorno alle 15, chiedendo all’insegnante di religione di andare in bagno, la piccola studentessa si è alzata dal proprio banco, ha preso lo zaino appeso lungo il corridoio all’esterno della classe, è scesa di un piano fino al cortile della scuola e poi è scivolata sotto il cancello che divide l’istituto scolastico dai giardini Oriana Fallaci. Una volta all’esterno ha poi percorso le poche centinaia di metri che la dividevano da casa.

La maestra si è insospettita quando, dieci minuti più tardi, un’altra bambina ha fatto la stessa richiesta ancor prima che la compagna tornasse, scoprendola mentre recuperava lo zaino in corridoio: la candida confessione della bimba, che ha rivelato subito le sue intenzioni, ha messo in allarme la docente che ha subito avvisato la polizia e il dirigente scolastico.

Poco più tardi è arrivata anche la chiamata della madre della prima piccola studentessa che ha avvisato la scuola che la figlia era a casa al sicuro: la polizia ha sentito genitori e nonni della bimba mentre dalla scuola sono decisi a prendere provvedimenti seri per un episodio gravissimo che avrebbe potuto mettere in pericolo l’incolumità delle piccole.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.