BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Druso riapre a Ranica: tanta musica ma niente tessera

Druso, tutto pronto per la nuova stagione. Il circus fa i bagagli e muove il tendone in direzione Ranica, nella nuova location di via Locatelli 17. Tra gli ospiti più attesi i Diaframma, Omar Pedrini, Mr. Fabio Treves, Bachi da Pietra e Hugh Cornwell, ex leader degli Stranglers: gruppo fondamentale della new-wave d'oltremanica.

Ne ha fatta di strada il Druso. Da piccolo bar a vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati di musica live.

Ne ha fatta di strada da quando, otto anni fa, gli storici proprietari David e Marilena issavano l’insegna del locale in via Galimberti, a Bergamo.

Più di 1.400 concerti da allora, con artisti provenienti da tutto il mondo.

L’avventura, quest’anno, si veste di nuovo. Il circus fa i bagagli e muove il tendone in direzione Ranica, nella nuova location di via Locatelli 17, nella zona industriale che porta a Gorle.

Calato il sipario, se ne alza un altro: ambiente nuovo, palco nuovo e impianto audio-luci nuovo; pronto ad accogliere ogni tipo di concerto.

Guest star, come al solito, la musica di qualità.

Da quest’anno, inoltre, niente più tessera. L’ingresso sarà gratuito o a pagamento a seconda della serata: il giovedì con tribute e blues band, il venerdì a ritmo rock e il sabato con serate a tema. Senza dimenticare il servizio bar e cucina e l’ampio parcheggio esterno.

Ottobre sarà il mese del blues nostrano, con Attribution, Soul e Pepe e il maestro Fabio Treves accompagnato dalla sua band. Il divertimento prosegue con la disco night, il concerto di "Chester e i non li conosco" e di "Teo e Le Veline Grasse" la notte di Halloween. Completano il programma le tribute band dedicate ai grandi menestrelli della canzone italiana: dai Capofortuna con Rino Gaetano, agli Ottocento per De Andrè ai "Per una lira" con Lucio Battisti.

A novembre sarà la volta di Omar Pedrini – ex leader dei Timoria – dell’aggressiva elettronica degli Aucan, di Andrea Appino degli Zen Circus e dello ska dei Bluebeaters. Tra gli stranieri, i Frear Kitchen – gruppo blues metal scandinavo – e Hugh Cornwell: ex front-man degli Stranglers, ovvero uno dei gruppi fondamentali della new-wave d’oltremanica. Chicca da non perdere.

La rassegna più attesa – "Indie Druso" – apre i battenti il 9 ottobre. Ogni venerdì sera animeranno il palco i migliori artisti della scena indipendente italiana. Dai Diaframma di Federico Fiumani – pionieri della dark-wave fiorentina – a Stefano Rampoldi, in arte "Edda" – indimenticata voce dei Ritmo Tribale -. E ancora, lo stoner acido e distruttore dei Bachi da Pietra e l’hardcore-noise degli Zeus – duo composto dal bassista Luca Calvina (Calibro 35) e dal batterista Paolo Mongardi (Fulkanelli) – che presenteranno il loro ultimo disco "Motomonotono".

Riavvolgendo il nastro, l’appuntamento è per venerdì 2 ottobre. L’omaggio ai caleidoscopici Beatles sancirà l’inizio della nuova stagione. E allora, non resta che augurare una cosa: buon rock e buon divertimento a tutti.

Fabio Viganò

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.