BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Babyshop: viaggia su Facebook il mercatino degli abiti per bimbi

I bambini crescono così velocemente che vestiti, scarpe e accessori hanno un ciclo di vita talmente breve che molti di essi non vengono usati o vengono usati per pochissimo tempo. Babyshop è un gruppo di Facebook in cui si vendono, regalano o scambiano articoli per bambini in Valle Brembana e dintorni.

I bambini crescono così velocemente che vestiti, scarpe e accessori hanno un ciclo di vita talmente breve che molti di essi non vengono usati o vengono usati per pochissimo tempo. Inoltre, le spese necessarie all’acquisto di prodotti per i più piccoli sono tutt’altro che contenute.

Un peccato buttarli via! Allora che fare?

I figli di amici e parenti rappresentano i destinatari privilegiati di capi d’abbigliamento e accessori ormai inutilizzati o di una taglia troppo piccola per poter essere indossati.

Sarà capitato a tutti di ricevere in regalo dalla zia la maglietta del cugino cresciuto all’improvviso o di ritrovarsi la vicina di casa o un’amica della mamma alla porta d’ingresso con borse cariche di vestiti e accessori che la figlia non avrebbe più indossato o utilizzato.

Un’ulteriore soluzione, estremamente vantaggiosa, è rappresentata dalla Rete. In particolare social network come Facebook offrono la possibilità di creare gruppi che diventano veri e propri mercatini online del nuovo e dell’usato dove acquistare, vendere o scambiare vestiti, giochi e accessori, ormai inutilizzati, per bambini.

È il caso di Babyshop, un gruppo di Facebook in cui si vendono, regalano o scambiano articoli per bambini in Valle Brembana e dintorni.

Chiunque, previa iscrizione, può mettere sul mercato un oggetto, un vestito, un giocattolo o qualunque cosa possa essere utile o d’interesse per i più piccoli.

Nato da un’idea di Alessia Traini, a partire da un progetto simile realizzato in terra lecchese che ha riscosso un grande successo, il gruppo permette alle mamme di vendere e trovare cose inutilizzate a prezzi estremamente convenienti.

Soprattutto in periodi di difficoltà economica, come quello attuale, questa modalità di scambio può essere molto vantaggiosa per tutte quelle famiglie che hanno la necessità di risparmiare o non riescono a far fronte alle esigenze dei propri figli.

Luca Stroppa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.