BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caso Volkswagen, Bonaldi: per il richiamo contatteremo i singoli clienti; auto sicure

La casa automobilistica di Wolfsburg ha annunciato che richiamerà circa 11 milioni di vetture Volkswagen, per eliminare il software “incriminato”, quello che modifica le emissioni in sede di test d'omologazione. Gruppo Bonaldi: “Con trasparenza e tempestività, ci prenderemo cura dei nostri clienti”.

Più informazioni su

La casa automobilistica di Wolfsburg ha ufficializzato che richiamerà circa 11 milioni di vetture Volkswagen, per eliminare il software “incriminato”, quello che modifica le emissioni in sede di test d’omologazione.  

Richiamare significa che i concessionari contatteranno singolarmente i possessori dei veicoli (ancora non è stato stabilito di quali modelli) per correggere le emissioni, un’operazione che, secondo le stime degli analisti, potrebbe avere un costo per la casa tedesca vicino ai 6,5 miliardi di dollari. 

Una delle concessionarie più importanti a livello lombardo è il Gruppo Bonaldi che, a proposito dell’annunciato richiamo delle vetture, ha diramato una nota rivolta ai propri clienti per rassicurarli e spiegare che “tutti i veicoli Volkswagen circolanti sono assolutamente sicuri e adatti alla circolazione su strada. La questione in essere coinvolge eventualmente solo le emissioni inquinanti. I veicoli nuovi del Gruppo Volkswagen, attualmente in vendita nell’Unione Europea, sono EU 6 e soddisfano appieno i requisiti legali e gli standard ambientali vigenti”.

Sempre Bonaldi precisa che “uno scostamento tra i risultati di emissione allo scarico ottenuti al banco di prova e le condizioni di guida reali, è stato riscontrato esclusivamente per una famiglia di motori diesel precedenti all’omologazione EU 6, e il Gruppo Volkswagen sta lavorando intensamente per eliminare questa deviazione, attraverso l’adozione di adeguate contromisure tecniche”.

La concessionaria bergamasca aggiunge che “è necessario del tempo per un’analisi accurata e per predisporre le misure correttive. Al momento pertanto non siamo ancora in grado di fornire l’elenco dei modelli coinvolti. Non appena ne saremo in possesso, i proprietari dei veicoli interessati riceveranno una comunicazione diretta per l’intervento di adeguamento che sarà a totale carico di Volkswagen”.

Infine un invito: “Prenderci cura dei nostri Clienti per noi del Gruppo Bonaldi è da sempre un elemento centrale della nostra mission aziendale. Con la massima trasparenza e tempestività forniremo ulteriori informazioni al riguardo non appena disponibili. Per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento rivolgersi all’indirizzo: servizioclienti@bonaldi.it”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    Ora si sostituiscano i motori,con i nuovi ecologici e controllo generale dell’auto, e ci chiedano scusa oltre darci degli indennizzi, Noi le auto le abbiamo comperate per rispettare l’ambiente e i consumi, ora PAGATE

  2. Scritto da Pino

    Da utente del motore incriminato , il 2000 , devo dire che come prestazioni, consumi e affidabilità è davvero notevole . Non ho capito se è fuori e di quanto rispetto agli standards europei , quelli americani molto più severi sul diesel puzzano di barriera commerciale. Imperdonabile quanto fatto dal management di VW ma mi piacerebbe sapere come sono messi anche gli altri motori delle altre marche ….. attendo curioso, ne vedremo delle belle ?

  3. Scritto da Gianluca

    Ma da quando gli automobilisti si preoccupano delle ” emissioni “? 1 su 1000 sa che cosa sono, forse…

  4. Scritto da Pippo

    Francesco,tu li leggi i giornali? Solo motori diesel,a gasolio!

    1. Scritto da Francesco

      No, non li leggo, per questo ho chiesto informazioni qui. Grazie comunque per il chiarimento. ;)

  5. Scritto da Francesco

    Mi pare di capire che i veicoli interessati al richiamo siano solamente i diesel o sbaglio? esclusi quindi i motori tsi benzina. qualcuno ha qualche notizia in merito riguardo a questo? grazie

  6. Scritto da Luigi

    Invece di fare proclami pubblicitari, sarebbe bello sapere COME venga risolto il problema. Modificando il software, le emissioni restano. Quindi cosa fate? Rimappate la centralina e quindi riducete la potenza erogata? Aggiornate meccanicamente il motore?

    1. Scritto da Andrea

      gia’ il vero problema è questo… con l’eventuale rimappatura della centralina quale sara’ la potenza erogata? auto con meno cavalli? anche perche’ questo incide su bollo e assicurazione…