BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Entrati in servizio due vigilantes alla stazione di Seriate

E’ scattato il servizio vigilanza a Seriate. Due vigilantes pattuglieranno la Stazione e la rete ferroviaria Bergamo- Brescia. Sorte: “Grazie ai vigilantes aumenta la sicurezza di chi viaggia e lavora in treno”.

Nella mattinata di lunedì 28 settembre è stato presentato, alla stazione di Seriate, il nuovo servizio di vigilanza promosso da Regione Lombardia in collaborazione con Trenord (a cui sarà affidata la completa gestione).

Alla presenza dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, Alessandro Sorte, del vicesindaco Gabriele Cortesi, e dell’assessore alla Pubblica istruzione- sport e cultura, Ester Pedrini, hanno preso servizio i due nuovi vigilantes che andranno ad aggiungersi agli altri dodici sparsi nelle altre stazioni prescelte della Bergamasca: Bergamo, Treviglio, Romano di Lombardia e Verdello (sei nella stazione del capoluogo e due per ogni stazione dei paesi elencati) .

I due vigilantes di stanza a Seriate controlleranno la stazione e copriranno la rete ferroviaria tra Brescia e Bergamo, interscambiandosi con i colleghi attivi nel capoluogo bresciano.

In tutto, quindi, quattordici vigilantes che si occuperanno di monitorare che gli spostamenti in treno dei pendolari bergamaschi e che il lavoro del personale ferroviario avvengano nelle condizioni di maggiore sicurezza possibile.

Per il servizio di vigilanza la Regione Lombardia ha stanziato, per la sola Provincia di Bergamo, 600 mila euro a fonte di investimento regionale complessivo di circa sette milioni di euro. Un investimento in sicurezza che si va ad aggiungere all’accordo (circa sei milioni di euro a titolo di rimborso) stipulato tra la Regione, le forze dell’ordine e trasporto pubblico locale e regionale della Lombardia che consente la circolazione a titolo gratuito di agenti e ufficiali di pubblica sicurezza – previo riconoscimento obbligatorio presso il personale di bordo – che, in cambio, si impegnano a fornire assistenza in caso di necessità di accertamento di identità o per interventi di ripristino dell’ordine pubblico.

“Il servizio di vigilanza sta aumentando la percezione di sicurezza di coloro che viaggiano in treno – ha commentato l’assessore Sorte – Un’attività di prevenzione che Regione Lombardia ha voluto garantire a coloro che viaggiano e lavorano sui treni, dopo che il Governo è stato sordo di fronte alle nostre richieste e che ribadisce come la nostra regione, con oltre 16 milioni di euro d’investimento, sia la regione che ha speso di più per la sicurezza dei suoi cittadini”.

“Sono felice – ha proseguito il vice sindaco di Seriate, Cortesi – che un provvedimento della Regione possa dare un contributo al nostro territorio. Tale intervento si inserisce in un progetto più complessivo di sicurezza a favore della cittadinanza: la presenza di un servizio di vigilanza presso la stazione può aiutare, visto la vicinanza ad esempio con il centro storico, a un maggiore presidio della città di Seriate”.

Arnaldo Cobelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paolo

    al di là del merito della questione, non vedo il nesso tra il problema sicurezza dei treni e la pubblica istruzione, lo sport e la cultura… evidentemente la sig.ra pedrin non aveva altro da fare ed una bella comparsata, si sa, non fa male a nessuno…

  2. Scritto da Piero

    si controllino pure tutti gli ubriaconi in stazione, e pure quelli che salgono sui bus importunando le persone che vanno al lavoro, a scuola, o trovare ammalati,oltre a recarsi nei vari negozi,
    Siamo stanchi di sopportare questi ubriaconi prepotenti