BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembo cresce in Cina acquista Asimco per 86 milioni di euro

Il Gruppo ha siglato un accordo per l’acquisizione del 66% della Asimco Meilian Braking Systems, azienda produttrice di sistemi frenanti nell’area di Pechino Brembo Spa ha sottoscritto un accordo con Asimco (China) Limited e Asimco Technologies Hong Kong Limited Technologies Group Ltd. per l’acquisizione del 66% del capitale di ASIMCO Meilian Braking Systems (Langfang) Co. Ltd.

Il Gruppo ha siglato un accordo per l’acquisizione del 66% della Asimco Meilian Braking Systems, azienda produttrice di sistemi frenanti nell’area di Pechino Brembo Spa ha sottoscritto un accordo con ASIMCO (China) Limited e Asimco Technologies Hong Kong Limited Technologies Group Ltd. per l’acquisizione del 66% del capitale di ASIMCO Meilian Braking Systems (Langfang) Co. Ltd..

Il costo dell’operazione è stimato in 616 milioni di Renminbi, l’equivalente di circa 86 milioni di euro.

La valutazione verrà confermata dopo la chiusura deIl’esercizio 2015 della società acquisita. Il restante 34% dell’azienda resterà sotto il controllo della società pubblica Langfang Assets Operations Co. Ltd mentre il closing dell’operazione è previsto nei prossimi mesi, dopo il completamento dell’iter autorizzativo ed il via libera delle autorità Antitrust.

ASIMCO Melian Braking Systems, basata a Langfang nella Provincia cinese di Hebei, possiede una fonderia e uno stabilimento di produzione di dischi freno in ghisa.

La società fornisce i produttori di auto della regione, che sono rappresentati, in prevalenza, da jointventure nate da accordi tra società cinesi e i grandi player europei e americani. Il fatturato previsto di Asimco Melian Braking System è, per l’esercizio 2015, di Rmb 650 milioni, corrispondenti a circa 90 milioni di euro, e occupa complessivamente 580 persone.

Il presidente di Brembo, Alberto Bombassei, ha dichiarato: “La Cina è, e continuerà ad essere negli anni a venire, il maggior produttore di automobili al mondo. L’incremento della qualità e lo sviluppo delle competenze tecnologiche è una necessità crescente in questo Paese così come sta affermandosi lo sviluppo di piattaforme produttive globali. Questo nuovo, importante, investimento conferma la strategia di Brembo, che è volta ad affiancare i propri clienti nel presidio dei mercati con i più alti tassi di crescita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Erik

    Gentilissimo Diego, fossi in lei mi documenterei prima di sparare sentenze. Il mercato cinese è fondamentale per qualsiasi azienda operante nell’automotive e la presenza di uno stabilimento produttivo in loco è necessaria per servire il mercato locale.

  2. Scritto da Diego

    Visto gli amici di Monti come considerano l’Italia? Un posto invivibile da cui scappare per fare lavoro e impresa!