BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, quanto sei bella Si vede la mano di Reja ma non montiamoci la testa fotogallery

Nerazzurri perfetti contro la Samp, trascinati dai soliti Maxi e Gomez e con una difesa superlativa: il lavoro del tecnico goriziano inizia a dare i suoi frutti ma alzi la mano chi si aspettava l'Atalanta sesta a pari punti con la Roma a questo punto del campionato.

Più informazioni su

Dopo l’importantissima vittoria di Empoli, una sontuosa Atalanta si impone per 2 a 1 anche sulla Sampdoria giocando una gara praticamente perfetta. Gli uomini di Reja hanno letteralmente dominato la partita, sovrastando gli avversari in tutte le zone del campo: i velocissimi attaccanti blucerchiati Muriel e Eder (capocannoniere del campionato) non si sono mai resi pericolosi, controllati con grande autorità dai difensori nerazzurri.

La squadra atalantina ha avuto la fortuna di passare in vantaggio dopo soli 6 minuti grazie ad una sfortunata autorete di Moisander che ha deviato nella propria porta un tiro cross di Dramè. Non v’è dubbio che il gol abbia consentito ai nerazzurri di giocare con maggiore tranquillità, ma il vantaggio non ha per nulla rallentato la manovra atalantina che ha invece continuato a giostrare con ficcanti e pungenti ripartenze durante una delle quali il Papu Gomez ha sfiorato un gol da antologia.

Unica nota negativa nel primo tempo è stato l’infortunio di Pinigol (sostituito dal Tanque) che ha chiesto il cambio dopo aver stretto i denti per oltre mezz’ora a causa di un pestone rimediato nei primi minuti di gioco.

Nel secondo tempo chi si aspettava una reazione blucerchiata ha assistito invece ad un altro monologo nerazzurro, con i centrocampisti di Reja che hanno lavorato benissimo sia in fase di copertura che nell’impostazione del gioco. De Roon è stato straordinario, Grassi è sembrato un veterano dominando la propria fascia, Kurtic è tornato sui livelli che conosciamo e si è proposto più volte anche in fase offensiva.

I difensori sampdoriani sono stati letteralmente ubriacati dalle incursioni del Papu che oltre a imbeccare più volte i compagni con traversoni pericolosissimi, ha anche cercato con insistenza la marcatura personale. Anche l’altro nanerottolo argentino, Maxi, è stato praticamente imprendibile per gli avversari che in più di una occasione hanno dovuto ricorrere alle maniere forti per fermarlo.

German Denis è dovuto entrare per sostituire Pinilla ed ha giocato finalmente una gara all’altezza della sua fama. Il centravanti argentino non ha mai sbagliato uno stop, tanti i palloni controllati e smistati per i compagni, grande grinta e voglia di fare. E’ sembrato di rivedere il Tanque delle prime stagioni nerazzurre e, non casualmente, è così arrivato anche il suo gol propiziato da un’invenzione geniale di Maxi che ha messo il connazionale solo davanti a Viviano consentendogli di batterlo facilmente. Importantissima, soprattutto per il morale, questa marcatura del bomber argentino.

Un plauso particolare a tutta la difesa nerazzurra: a mio avviso strepitosi sia Paletta che Toloi che hanno sempre ingabbiato gli attaccanti avversari, anticipandoli in più occasioni e costringendoli a giocate mai veramente pericolose, bene anche Bellini (sostituto dell’acciaccato Masiello) e soprattutto Dramè che sta crescendo di gara in gara e che pare un giocatore totalmente diverso da quello impacciato e arruffone visto nello scorso campionato.

Se però la stupenda prestazione ed il dominio della squadra orobica si sono concretizzati in una vittoria, il merito è anche dell’ennesima maiuscola prestazione di Sportiello che, tra l’altro, ha letteralmente salvato il risultato nel secondo tempo con una parata strepitosa su un missile di Soriano diretto all’incrocio dei pali. Peccato solo il gol rimediato all’ultimissimo secondo quando però la squadra si era rilassata.

Dopo le sofferenze dello scorso campionato e la campagna acquisti da molti giudicata solo sufficiente, alzi la mano chi avrebbe scommesso su una Dea sesta in classifica con 11 punti come la Roma dopo 6 giornate. Non c’ è dubbio che il lavoro di Reja stia cominciando a dare i suoi frutti.

Ora è importante però non montarsi la testa nonostante la vetta della classifica sia molto più vicina della zona salvezza.

Quindi, come direbbe qualcuno, palla a terra e pedalare…Tra pochi giorni ci attende la capolista e non sarà per nulla facile.

Il Bore

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luigi

    So che mi attirero’ molti commenti negativi. Ma sono l’unico a cui non piace Maxi Moralez? Perde una marea di palloni con passaggi sbagliati, viene sempre sovrastrato in fisico e, aimhe’ non salta mai l’uomo!

    1. Scritto da ElleA69

      ogni opinione va rispettata, quindi nessun commento negativo… anche Maxi salta l’uomo, però con un Gomez così non viene messo in risalto. I suoi palloni sono tentativi di azioni per liberare altri attaccanti al tiro, non proprio palloni persi. Poi ovvio che venga sempre sovrastato in fisico… non è proprio un “bestione”…

  2. Scritto da arturo

    Davvero una splendida Atalanta quella vista in campo con Empoli e Sampdoria…6 punti di fila e tanta voglia di far bene…grazie ai ragazzi e a mister Reja….ora sotto con la viola…magari un altra vittoria sarebbe pretendere troppo…ma spero cmq in un risultato positivo…FORZA DEA !!

  3. Scritto da nino cortesi

    Medaglia d’oro a Bellini.
    Reja tutto ok, con un solo errorino.
    Quando è entrato Cigarini doveva andare in mezzo e De Roon a sinistra al posto di Kurtic.
    Certo quando ti trovi Paletta, De Roon, Gomez e Moralez da 10…. l’è dolsa l’ùga.

  4. Scritto da dario

    Il tanche delle prime stagioni? è vero che la squadra gioca bene diverte e fa punti ma credo cheal momento il nostro punto debole è proprio il centravanti…Pinilla compreso.

  5. Scritto da Daniel

    Bore mi sà che non hai seguito tanto Denis…fermo e impacciato..ha fatto (di buono) solo la triangolazione con Maxi quando ha segnato..speriamo che ritrovi forma e voglia..speriamo più che altro che Pinilla si riprenda in fretta

    1. Scritto da Icedarta

      Scusa, ho letto male il tuo commento, ho letto Dramè invece che Denis sorry

    2. Scritto da Icedarta

      Mi sa che chi non l’ha seguito sei tu. Migliore in campo secondo l’Eco e tra i migliori anche secondo la Gazzetta

      1. Scritto da Luigi

        Denis deve essere rilanciato perche’ sono soldi persi. Eco e Gazzetta (con gli stessi giornalisti) possono dire quello che vogliono, ma Denis a parte la bella triangolazione era sempre (e purtroppo) anticipato.

  6. Scritto da Il Naggio

    Il tanque non ha sbagliato uno stop??? Ma che partita ha visto il bore?

  7. Scritto da veronika

    Mi piace che Reja non si soddisfatto dell’atteggiamento della difesa, bisogna sempre tendere al miglioramento. Adesso mi aspetto che il tecnico recuperi Cigarini (soprattutto psicologicamente) e inserisca gradualmente Conti e Monachello.Non c’è che dire, Reja ha ribaltato la squadra, facilitato dall inserimento di de Roon che garantisce una difesa impenetrabile

    1. Scritto da Francesco

      Veronika scusa, Cigarini al posto di chi lo faresti giocare? Io allo stato attuale delle cose lo vedo bene in panca o in tribuna. Il ragazzo è svogliato, ogni anno di più, perchè non accontentarlo e cederlo a gennaio? Un De Roon e un Kurtic cosi in forma non rischiano certamente il posto, il Cola avrebbe fatto giocare il suo pupillo sicuramente, Reja fortunatamente no.

      1. Scritto da sergio

        cigarini per il momento può fare il titolare ai giardini( a far l’ aperitivo). quando ti manca l’ umiltà purtroppo..

  8. Scritto da Matteo

    Finalmente un gioco decente per il palato di noi tifosi! Reya ottimo allenatore che lascia cigarini il principino meritatamente in panca!