BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Restyling dello stadio Tensione Albinoleffe-Atalanta sul pagamento dei lavori

La controversia riguarda i costi relativi al restyling dello stadio, teoricamente da dividere a metà tra le due società.

Più informazioni su

Fosse una riunione di condominio non ci sarebbe da meravigliarsi. Quella in programma nei prossimi giorni però, con litigata di routine annessa, vedrà seduti al tavolo condòmini particolari. Si chiamano Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta, e Gianfranco Andreoletti, presidente dell’Albinoleffe. La controversia riguarda i costi relativi al restyling dello stadio, teoricamente da dividere a metà tra le due società.

IL CANTIERE – La nuova disposizione dei seggiolini, soprattutto gli skybox e i pitch view a due metri dal campo di gioco, hanno già conquistato il popolo atalantino e le casse nerazzurre che hanno goduto di nuove entrate. Il Comune di Bergamo ha approvato l’affidamento diretto dei lavori (senza gara d’appalto) alla società Atalanta per un costo totale di circa 4 milioni di euro. 1,5 milioni (Iva compresa) sono stati garantiti dall’amministrazione per la realizzazione della nuova cabina elettrica, per il rifacimento dell’impianto di illuminazione e la costruzione di una piattaforma per garantire una visione ottimale agli spettatori disabili. I restanti 2,4 milioni previsti (cifra citata nei documenti ufficiali) invece sono diventati “oltre 4” in corso d’opera a causa della velocità del cantiere – oltre 130 gli operai al lavoro – e degli imprevisti a cui l’azienda di costruzione ha dovuto far fronte.

Chi paga? Secondo il contratto i costi sono da dividere a metà tra Atalanta e Albinoleffe. La conferma arriva anche dall’assessore Francesco Valesini che ha seguito in prima persona la partita: “Il contratto sottoscritto dice che l’importo dei lavori realizzati sullo stadio vanno divisi – spiega -. Ora si apre la questione relativa al fatto che c’è stato un incremento. Andrà trovato un accordo”.

Il Comune, proprietario dell’impianto, ha saputo dei rincari solo dai giornali, a cantiere concluso. “Programmeremo un incontro tra le parti – continua Valesini -. Noi vogliamo evitare che salga la tensione”. Che però sembra già alle stelle. Gianfranco Andreoletti liquida il problema con una battuta stringata in cui mostra tutta la sua fermezza: “Il nostro impegno è stato chiaro fin da subito. Paghiamo metà di quanto stabilito nei documenti dell’amministrazione comunale”. Quindi 1,2 milioni, non i 2 o più (la cifra definitiva non è mai stata dichiarata) prevista con i rincari e attesa dai nerazzurri.

La posizione del numero uno della Celeste è comprensibile: l’investimento è servito molto all’Atalanta e molto poco all’Albinoleffe. Pagare almeno 800 mila euro in più a Percassi suonerebbe come una beffa. Se poi si ricorda che tra i due non corre certo buon sangue, il quadro è completo.

IL RIEPILOGO DEI COSTI

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alfa

    Infatti…una poltroncina costa di più del tuo abbonamento… d’altra parte tutto è in proporzione… buongustaio del calcio

  2. Scritto da il polemico

    andreoletti ha perfettamente ragione,se la società incaricata dei lavori e maggiormente beneficiaria del restauro,non è stata in grado di contenere i costi e almeno di metterne al corrente la prorpietà e l’altra utilizzatrice,che pretende ora??di far pagare i suoi sky-box agli altri?

  3. Scritto da gigi

    ahi, ahi, il giorno che hanno ripescato i seriani, con i loro 35 spettatori. In serie B si notano stadi da oratorio, ma non c’e n’e uno in provincia per l’ Albinoleffe ?

  4. Scritto da claudio

    Greatguy , sono perfettamente d’accordo con la sua disamina. Quanto alle maggiori spese, quando si fanno dei lavori i costi preventivati lievitano sempre al rialzo e quasi mai al contrario. Pii e” stato l’Albinoleffe a fare fuoco e fiamme per giocare al Brumana, pertanto…….

  5. Scritto da greatguy

    la verità, indipendentemente dalla questione contingente, è che una società che gioca in serie D e non riesce a fare in un anno gli spettatori che fa l’altra squadra in una partita non dovrebbe giocare allo stadio ma da un altra parte! e sopratutto non può rappresentare un ostacolo al progressivo restauro e ammodernamento dell’impianto stesso.

    1. Scritto da paolo

      come ogni tua osservazione è sempre fuori dal contesto.
      l’albinoleffe ha partecipato per la metà ad ammodernare l’impianto, non per arricchire Percassi.

      1. Scritto da Carlo

        arricchire Percassi .. sta a vedere che adesso Andreoletti arricchisce Percassi .. sei ridicolo !!!

      2. Scritto da Greatguy

        Fuori dal TUO contesto sicuramente….grazie a Dio!

      3. Scritto da stefano

        resta sempre da capire il vero tornaconto dell’albinoleffe; stadio vuoto, zero introiti tv….ma chi glielo fa fare?

        1. Scritto da paolo

          questa è una bella domanda.
          sta di fatto che se si vuole giocare in legapro l’unico stadio nella provincia di Bergamo omologato è lo stadio Atleti azzurri, è chiaro che spendere 1,7 milioni di euro per il campo di calcio è una follia, però sono soldi suoi…..

  6. Scritto da Carlo

    Gori sveglia !!!. Vendi lo Stadio a chi lo può veramente acquistare ed ha manifestato interesse e finiamola con questa farsa !!

  7. Scritto da Fabio Gregorelli

    Sarebbe incredibile se davvero fosse così.
    Ci sono persone, aziende e imprese che pensano di essere proprietari della città e poter decidere senza informare? I veri proprietari ricordo che sono i cittadini.
    Molto strano. Un’impresa di costruzione così esperta e importante come quella in questione sfori il preventivo in sostanza del doppio senza avvisare i proprietari dello stadio e la parte (Albinoleffe) che dovrebbe partecipare alla spesa.

  8. Scritto da paolo

    ci mancherebbe altro che il mio abbonamento all’albinoleffe servisse a pagare le poltronicne con scritto atalanta.

  9. Scritto da pino

    D’accordissimo con gutembergem…

  10. Scritto da carlo

    albinoleffe … ma perchè non te ne vai a giocare da un’altra parte dico io ? hai una media spettatori ridicola .. cercati un campetto e facciamola finita !!

  11. Scritto da gutembergem

    Mi dispiace dirlo da tifoso nerazzurro, ma fossi Andreoletti parteciperei per la parte che effettivamente porta vantaggi alla società. Per la parte lievitata e neanche concordata zero euro.