BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Pd: “Da Pezzoni aspettiamo un atto di responsabilità: si dimetta al più presto”

Il Pd di Treviglio è sicuro che il sindaco Beppe Pezzoni si dimetterà al più presto. Martedì è in programma il primo consiglio comunale dopo lo scandalo che ha travolto la città della Bassa.

Il Pd di Treviglio è sicuro che il sindaco Beppe Pezzoni si dimetterà al più presto. Martedì è in programma il primo consiglio comunale dopo lo scandalo che ha travolto la città della Bassa: il primo cittadino ha infatti ammesso di non avere mai ottenuto la laurea nonostante sia da tanti anni preside dei Salesiani. Ora è indagato con l’accusa di truffa aggravata e falso. "La questione politica mi sembra chiara – spiega il segretario del Pd trevigliese Erik Molteni – Pezzoni ha ammesso di non essersi mai laureato e crediamo che l’unica conseguenza siano le sue dimissioni. Se non le presenterà le chiederemo noi, con forza, martedì in consiglio. Abbiamo protocollato una mozione perché il le grandi questioni urbanistiche devono essere bloccate perché questa maggioranza non rappresenta i trevigliesi. L’ultima nostra preoccupazione sono le elezioni del 2016. Chi, come il l vicesindaco Imeri, parla della sfida elettorale, dimostra scarsa sensibilità nei confronti della città e dei cittadini".

Mercoledì, il giorno dopo il Consiglio, è in programma una riunione di giunta in cui verranno approvati atti relativi al foro boario: "E’ sconcertante – continua Molteni -. Non vogliamo diventare ma la barzelletta d’Italia. È quattro anni che chiediamo a questo sindaco di sederci al tavolo per cercare il dialogo. Non ci ha mai guardato in faccia. Non hanno mai ascoltato l’opposizione e ci prendevano anche in giro. Bloccare piazza Setti e il foro boario non fa saltare i conti del comune. L’anno prossimo il nuovo primo cittadino deciderà cosa fare di queste operazioni. Molto meglio un commissario che guidi la città negli ultimi mesi".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luigi

    cari piddìni, anche renzi è un bugiardo, perché non gli chiedete di dimettersi ?

    1. Scritto da Andrea

      Le dimissioni le hanno chieste anche ii vertici provinciali di FI, solo la Lega tace:perchè?

  2. Scritto da csgnara

    Prima si dimette, prima finisce la cagnara degli avvoltoi.
    Poi il sig. Pezzoni, visto che è tanto bravo nella sua materia, dia gli esami e si prenda una volta per tutte questa benedetta laurea.
    Poi, magari, ritorni in politica

  3. Scritto da Andrea

    Se Pezzoni rimane sindaco si ritrova con un pesante fardello sulle spalle: da un lato favorirebbe le opposizioni che avrebbero gioco facile sparandogli a zero, dall’altro metterebbe in difficoltà la sua parte politica che dovrà fare una campagna elettorale tutta in salita.
    Rimane poi la sua vicenda umana e personale: comunque vada rischia di uscire distrutto prima ancora come uomo che come politico. Meglio farsi da parte finchè può

  4. Scritto da lotty

    Il pd, senza che nessuno glielo abbia chiesto, si è preoccupato di esprimere solidarietà anche ai salesiani tanto bravi e onesti. Povero partito e poveri iscritti…

  5. Scritto da gutembergem

    PD che ridicoli, dimettersi per cosa. Lo farà negli ambiti interessati alla finta laurea. Sindaco è stato eletto regolarmente e sindaco deve rimanere. Al prossimo giro ci penseranno i Trevigliesi!!!

    1. Scritto da ahahahahah

      “dimettersi per cosa”… certo che hai proprio una bella… sfacciataggine, care gutemberg.

    2. Scritto da Minuteman

      Un sindaco condannato per truffa (perchè la truffa c’è stata) si dimette o aspetta il decadimento in seguito alla condanna?

    3. Scritto da roberta

      Leggi il commento firmato “Patrizio”, più sotto, e troverai risposta.

  6. Scritto da Carlo Curto

    Falsificare un documento, per giunta un Diploma di Laurea, è reato penale. Persino il Trota non osò fare tanto, e ne comprò uno in Albania. Questa storia la dice lunga sul “controllo qualità” delle scuole private, e pure cattoliche. Quello che spaventa è che i prof. che hanno insegnato per anni in tali scuole, poi acquisiscono punteggio e titolo per farsi assumere nella Scuola Pubblica, spiazzando chi ha faticato anni trovando supplenze solo con i titoli conseguiti e senza raccomandazioni !

  7. Scritto da Dottor Pezzoni che fai??? ...

    Dottore che fà???? Rimane o se ne va ? !? .. Dai dai che la vita va avanti !! .. Ci inventeremo qualcosa d altro .. Magari si fa un master alla Bocconi e si fa dare anche tre o quattro cattedre con sette o otto poltrone tutte in pelle come piacciono a lei .. .. Sei un grande Dottor Pezzoni indimenticabile

  8. Scritto da Patrizio

    Le forzature che hanno portato all’approvvazione dei progetti di Piazza Setti e Foro boario prima erano incomprensibili , ed ora alla luce di questa vicenda sono perlomeno dubbie . Treviglio non può pagare scelte urbanistiche imposte da una Giunta che ormai non ha più credibilità

  9. Scritto da Caino

    Da che pulpito, loro che una volta presa una poltrona pubblica la fanno rendere economicamente in tutte le salse per tutta la vita