BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italgen con Unicef: “Aiutiamo i giovani a scalare il futuro”

Italcementi e Italgen a fianco dell'Unicef con una mattinata di visite per i ragazzi delle scuole e un pomeriggio di “porte aperte” a tutta la comunità locale.

Quasi mille i ragazzi che, divisi in gruppi, hanno partecipato giovedì 24 settembre 2015 alla mattinata di apertura straordinaria della centrale di Ponte dell’Acqua di Italgen (in alta Val Brembana), nell’ambito dell’iniziativa “Aiutiamo i giovani a scalare il futuro”, promossa dall’Unicef e giunta quest’anno alla sua sesta edizione.

Tra i presenti anche numerose autorità locali in rappresentanza dei Comuni della zona, della Provincia di Bergamo e del C.A.I dell’Alta Val Brembana che hanno potuto vedere dal vivo il funzionamento di un impianto idroelettrico e della diga ad esso collegata. Nel pomeriggio le visite guidate dell’impianto sono proseguite per far conoscere a tutti i cittadini come Italgen, in linea con le politiche di sostenibilità di Italcementi, produce energia elettrica nel rispetto dell’ambiente.

Questa giornata, che rientra nelle iniziative di "Porte Aperte" dei siti di produttivi di Italgen, mette in atto quanto previsto dalla “Dichiarazione Ambientale”, una strategia mirata a informare correttamente i cittadini, le istituzioni e gli stakeholder locali sugli obiettivi delle attività industriali che hanno un impatto sull’ambiente. Grazie alla “Dichiarazione Ambientale”, Italgen S.p.A ha acquisito la Registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) rilasciata in Italia dall’ISPRA, l’Istituto Superiore per Protezione e la Ricerca Ambientale e valida per tutti i 14 siti produttivi della società nell’ambito del Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001:2004.

La centrale idroelettrica di Ponte dell’Acqua è stata costruita negli anni ‘50 ed è situata nel comune di Mezzoldo. L’impianto, con una produzione oraria di punta di 750 kWh, riesce a soddisfare il fabbisogno mensile di energia per duemila famiglie. In media, ogni anno, la centrale produce 6 milioni di kWh, contribuendo cosi alla riduzione dell’immissione in atmosfera di 3.000 tonnellate di CO2 e al risparmio dell’utilizzo di 1.000 tonnellate di combustibile fossile La centrale è alimentata con le acque provenienti dalla diga di Alto Mora che, una volta terminato il ciclo di produzione di energia elettrica, vengono rilasciate alla diga Ponte dell’Acqua.

Italgen, azienda del Gruppo Italcementi, produce e distribuisce energia elettrica in vari paesi del modo. Nel 2014, negli impianti italiani ed esteri, ha prodotto 445 GWh di energia elettrica, ricavati interamente da fonti rinnovabili. Gestisce 14 centrali idroelettriche in Italia, un impianto fotovoltaico a Guiglia (MO), due parchi eolici in Bulgaria e uno in Marocco, evitando di emettere ogni anno circa 180.000 tonnelate di CO2, e risparmiando il consumo di circa 500.000 barili di petrolio. E’ in progresso il progetto per la realizzazione anche di due nuovi parchi eolici in Marocco e uno in Egitto. Gli impianti idroelettrici Italgen hanno rinnovato nell’anno 2015, le certificazioni ISO 9001:2008 e ISO 14001:2004 e la Registrazione EMAS.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.