BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dea, finalmente attenzione nel finale: difesa ottima ma quanti gialli evitabili

Il successo al Castellani di Empoli consente all'Atalanta di salire a 8 punti in classifica, piazzandosi nella parte sinistra: con una difesa così e con i due folletti argentini in grande spolvero sognare non è impossibile. Il posticipo di lunedì con la Samp è già un bel banco di prova.

Più informazioni su

Vittoria importantissima dell’Atalanta che riesce ad espugnare il Castellani di Empoli con un bel gol di Toloi nel corso del primo tempo. Si potrebbe dire massimo risultato col minimo sforzo, visto che la squadra nerazzurra ha controllato piuttosto agevolmente la gara, addomesticandola nei primi 45 minuti (soprattutto dopo il vantaggio) e congelandola nella ripresa durante la quale ha rischiato di subire il pareggio solo in un paio di occasioni.

Nella prima è stato straordinario Sportiello a respingere un tiro ravvicinato di Saponara e nella seconda è stato Toloi a salvare recuperando all’ultimo su Pucciarelli lanciato in area con un intervento intelligente anche se al limite del fallo. Rigore? Forse si, forse no, fortunatamente l’arbitro ha deciso di far proseguire.

Grande schema quello che ha dato origine alla marcatura nerazzurra, con l’angolo battuto corto da Maxi a Gomez e Toloi che, partendo da dietro, si è inserito nell’area avversaria colpendo di testa e mettendo la palla imprendibilmente all’angolino.

La coppia difensiva centrale atalantina ha giocato una gara importante, nessuna sbavatura, sempre attenta. Toloi, oltre al merito di aver segnato il gol della vittoria, ha difeso con veemenza ed astuzia, anticipando spesso il proprio avversario. In quanto a Paletta credo che l’Atalanta abbia finalmente trovato un difensore di grande esperienza: anche ieri sempre sicuro negli interventi, giocando la palla in sicurezza, senza alcuna paura e, cosa da non sottovalutare in un difensore, anche con due buoni piedi.

Ottimo, davvero ottimo l’attuale Dramè: un inizio campionato con i fiocchi per il senegalese che anche ad Empoli si è dimostrato tra i migliori in campo. Suo anche un gran tiro nella ripresa deviato dal portiere empolese.

Il confermato centrocampo a tre non ha invece a mio avviso completamente soddisfatto: Grassi ha disputato una gara al di sotto delle sue possibilità, Kurtic continua a non essere il giocatore che abbiamo apprezzato nelle scorse stagioni e anche De Roon è apparso meno lucido e preciso che nelle altre occasioni.

Fantastici i due piccoli argentini Papu e Maxi, capaci di tenere sempre in allerta la difesa toscana con le loro giocate di classe. Il rientrante Pinilla, pur combattendo come sempre con grande grinta, non ha purtroppo avuto occasioni per mettersi in luce, non rendendosi di fatto mai pericoloso.

Le sfuriate di Reja devono aver centrato nel segno, se è vero che nella delicata fase finale della gara, che nelle precedenti giornate era costata carissima all’Atalanta, la squadra è finalmente riuscita a fare ciò che andava fatto: cercare di tenere palla senza rischiare nulla. E in questo specialmente Gomez e Maxi sono stati bravissimi.

Quindi serata positiva e tre punti pesantissimi messi in saccoccia, soprattutto perché ottenuti ai danni di una diretta concorrente.

L’Empoli non ha giocato una gran partita: Saponara, veramente un grande giocatore, ha praticamente tenuto in piedi da solo la propria squadra ma evidentemente questo non è bastato.

Cosa non è andato? Ancora troppi i cartellini gialli rimediati. E non sono tanto le ammonizioni in se che danno fastidio, quanto il modo in cui vengono spesso prese, con inutili ed evitabilissimi falli che vengono commessi in zone del campo non pericolose. Non c’è dubbio che questo sia un aspetto da migliorare, perché alla distanza le conseguenze di questo atteggiamento (ossia le squalifiche) potrebbero costare caro.

Una Dea a 8 punti e nella parte sinistra della classifica ora potrebbe cercare di fare il salto di qualità. Sulla propria strada si troverà però di fronte una lanciatissima Samp nel posticipo di lunedì prossimo all’Atleti Azzurri: sognare non è impossibile!

Il Bore

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Analisi perfetta.
    I tre di metà campo avranno sempre vita dura.
    Quando si danno i voti meritano un punto in più a priori. Il 4-3-3 non li facilita di sicuro.Li faciliterebbe un 3-4-3.