BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Area Tesmec di Curno, Contemporary locus 9 porta l’arte in fabbrica

Domenica 27 settembre si apre il nuovo progetto espositivo allestito da Contemporary Locus all'edificio 1 dell'area Tesmec di Curno. L'installazione si potrà visitare sino a domenica 15 novembre.

Domenica 27 settembre dalle 19 alle 21 si apre il nuovo progetto espositivo allestito da Contemporary Locus all’interno dell’Edificio 1 (palazzina uffici) dell’area Tesmec, imponente area industriale dismessa, alle porte di Bergamo.

"Contemporary locus" in questi anni ha svelato al pubblico, attraverso il lavoro di artisti contemporanei, luoghi antichi, nascosti o dimenticati della città di Bergamo. Con questo nono progetto l’associazione s’impegna su un’area della periferia urbana, un vasto complesso industriale in disuso che precede spazi commerciali e disordinate urbanizzazioni ma che si affaccia su una delle zone verdi più qualificate del territorio, il Parco dei Colli.

L’area, con la sua carica di memorie e voci, oltre a rappresentare concretamente una condizione post industriale sollecita l’esigenza di individuare funzioni e qualificazioni innovative, solo in parte avviate da laboratori e co-working.

"Contemporary locus 9", a cura di Paola Tognon, invita a lavorare in questo luogo Marie Cool e Fabio Balducci, artisti che vivono e lavorano tra Francia, Germania e Italia.

Per questa occasione Cool e Balducci compongono un progetto site specific che torna a far vivere, attraverso opere, parte dei ritmi di lavoro dell’Edificio 1 – ex palazzina uffici – nell’area Tesmec, oggi dismesso.

Per due settimane, per 8 ore al giorno e solo nei giorni feriali (28 settembre – 11 ottobre), gli artisti aprono l’Edificio 1 con azioni continuative e dal vivo accanto alla proiezione di parti del loro film in continua produzione. Con o senza visitatori i due artisti “svolgono il loro lavoro” in uno spazio che è in contemporanea opera, palazzina uffici, spazio espositivo, luogo di lavoro.

Dal 12 ottobre al 15 novembre invece l’area ospita la seconda parte della mostra di Cool e Balducci attraverso video documentazioni, installazioni e immagini. Cool e Balducci propongono un lavoro che accoglie e interpreta le istanze singolari – artistiche e intime – accanto a quelle storiche e politiche. Ogni loro azione, installazione o video si carica così di riferimenti e sollecitazioni tra filosofia, letteratura e cinema, tra anarchia e misticismo, tra vita quotidiana e attualità.

Cool e Balducci lavorano su due percorsi: da una parte azioni/performance che nell’essenzialità dei movimenti portano ad un livello di concentrazione poetica altissima, dall’altra la produzione di un film la cui struttura e durata è in continuo divenire. A ciò si aggiungono disegni, installazioni e immagini.

Il luogo che ospita il progetto ha un particolare significato storico. Negli anni ‘60 gli edifici della Tesmec sono tra i primi costruiti nella fascia pedecollinare sul confine ovest di Bergamo, una sorta di enclave dove sorgevano capannoni industriali, aziende e laboratori artigianali. Accanto cresceva un quartiere di nuova urbanizzazione per operai e impiegati.

L’area, realizzata per parti, si presenta oggi composta da 7 edifici tra cui 5 capannoni per la produzione e 2 edifici direzionali. L’edificio 1 per uffici, dove si svolge "Contemporary locus 9", è una stecca di 70 x 8 metri con una struttura in calcestruzzo armato posizionata a filo facciata che libera la pianta interna su 3 piani. Il pianoterra contiene funzioni accessorie, il primo e il secondo piano sono grandi open space per uffici. La struttura lineare in calcestruzzo armato e la finestratura gestita da appositi brise-soleil conferiscono un carattere singolare alla facciata su strada.

"Contemporary locus" è un’associazione culturale onlus che progetta e realizza attività espositive, formative e di ricerca sul territorio nazionale e in rete, mediante nuove strategie artistiche. Fondata nel 2012, la sua progettualità si realizza attraverso la riapertura di luoghi segreti o dismessi che conservano un particolare interesse storico-artistico o sociale, e artisti contemporanei che ne divengono liberi interpreti. Gli artisti, stranieri e italiani, invitati a trovare echi e corrispondenze con i luoghi, con la loro storia e la loro condizione di segretezza o dismissione, intervengono con lavori site specific e opere appositamente scelte.

Il lavoro degli artisti si svolgerà dal 28 settembre all’11 ottobre da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30 (chiuso sabato e domenica) e dal 12 ottobre al 15 novembre sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 (chiuso da lunedì a venerdì).

Negli orari di apertura è possibile effettuare visite guidate (inviando un’email a info@contemporarylocus.it).

L’ingresso è gratuito. L’edificio 1 dell’area Tesmec è a Curno in via Trento, 26. Per avere ulteriori informazioni: www.contemporarylocus.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.