BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pezzoni senza laurea, i Salesiani di Treviglio: “Mai il minimo sospetto”

Il Centro Salesiano “Don Bosco” di Treviglio comunica che, a seguito delle dimissioni di Giuseppe Pezzoni, per diversi anni docente e coordinatore delle attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado, l’incarico di coordinatore delle attività didattiche è stato tempestivamente affidato al Direttore prof. don Renato Previtali.

Il Centro Salesiano “Don Bosco” di Treviglio comunica che, a seguito delle dimissioni di Giuseppe Pezzoni, per diversi anni docente e coordinatore delle attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado, l’incarico di coordinatore delle attività didattiche è stato tempestivamente affidato al Direttore prof. don Renato Previtali.  

“In riferimento alla vicenda legata alla posizione di Giuseppe Pezzoni, intendo segnalare che presso la nostra Segreteria è regolarmente depositato, sia il certificato di Laurea, in copia autenticata conforme all’originale,  sia  l’abilitazione all’insegnamento, rilasciata dal Ministero dell’Istruzione, – ha affermato don Claudio Cacioli, Ispettore dei Salesiani di Lombardia ed Emilia Romagna – la presenza di tale documentazione, oltre al fatto della reiterata nomina, da parte degli uffici competenti, per una cattedra d’insegnamento nella scuola statale (l’ultima nello scorso mese di agosto), mai avrebbero potuto insinuare anche il minimo sospetto della mancata discussione della tesi conclusiva del percorso di Laurea in Lettere Classiche”.   In dialogo con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo e con la consulenza dei nostri legali, provvederemo a tutelare sotto ogni aspetto il primario interesse degli allievi e delle loro famiglie, affinché il percorso scolastico prosegua con regolarità e serenità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Contardo

    Negli USA se nascondi una verità rilevante è come se dicessi le bugie, l’opinione pubblica, sotto forma dei giornalisti, ti bastonerebbe a vita e non potresti più presentarti per nessuna carica pubblica.

    1. Scritto da giuseppe

      Premesso che Pezzoni ha sbagliato, e per questo pagherà, non esaltiamo troppo ciò che fanno all’estero. Vedi affaire Volswagen, oppure visto che si parla USA libera vendita di armi con conseguenti stragi…

  2. Scritto da giuseppe

    Anche avere i documenti legali in regola, ma non fare il proprio dovere di insegnante, è una truffa! Solo che Pezzoni, pur avendo anche insegnato bene non lo potrá (giustamente) più fare, mentre gli altri continueranno a truffare Stato, alunni e genitori. Amen.

  3. Scritto da lino

    Ora capisco come tanti insegnanti siano ignoranti

  4. Scritto da gigi

    Falsificare i documenti legali è una truffa gravissima. Se fossimo in un paese normale questo “signore” dovrebbe finire in galera per anni e restituire tutti gli stipendi percepiti illegalmente. Anceh quello di Sindaco, perchè comunque è una funzione pubblica che prevede espressamente di non avere carichi penali. Scommettiamo che invece sarà prescritto? I politici che lo difendono sono inqualificabili, e sono gli stessi che mettono in galera chi fugge dalla fame…

  5. Scritto da pierantonio

    chissa quanti insegnanti e non solo insegnato o lavorano con
    lauree fasulle o comperate..solo in Italia avviene questo e sarebbe facile fare una verifica generale…….

  6. Scritto da lotty

    Sono regolarmente depositati..sia il certificato…sia l’abilitazione, i soggetti sono due!