BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Dea basta Toloi Empoli battuto a domicilio col minimo sforzo

Un colpo di testa del difensore brasiliano (al debutto da titolare in maglia nerazzurra) basta ai bergamaschi per battere gli uomini di Giampaolo e tornare a sorridere anche lontano dal Comunale.

Più informazioni su

Il massimo risultato col minimo sforzo. L’Atalanta torna da Empoli col bottino pieno e può finalmente sorridere dopo la grandissima sfortuna raccolta coi pareggi rimediati con Sassuolo e Verona. Basta un colpo di testa del debuttante Toloi (benissimo dietro con Paletta) per piegare le resistenze degli uomini di Giampaolo, troppo attaccati alle invenzioni del solo Saponara.

Come detto, non è stata l’Atalanta più bella vista quest’anno ma di certo quanto fatto al Castellani basta. Eccome se basta, se la difesa gioca con questa quadratura e con questa affidabilità, ottimamente guidata da Toloi e Paletta, proprio la coppia di sicura affidabilità che l’anno scorso tanto era mancata ai nerazurri. La capocciata del difensore brasiliano ex San Paolo, ben imbeccato dal cross di Maxi, ha regalato così tre punti pesantissimi strappati in casa di una delle dirette concorrenti per la salvezza.

Davanti il trio delle meraviglie non è stato straripante come contro l’Hellas (Pinilla effettivamente non ha fatto molto più di Denis domenica) ma l’imprevedibilità degli esterni Gomez e Moralez ha lasciato sempre in apprensione la retroguardia toscana.

Un passo indietro è stato invece commesso dai tre della mediana: de Roon è sembrato spaesato (e ha subito tre tunnel) davanti a un Saponara a tratti incontenibile, mentre Grassi e Kurtic non hanno quasi mai dato man forte al tridente offensivo. Male soprattutto l’ex Fiorentina, che si è visto solo a metà primo tempo con un tiro finito in curva.

La classifica ora si inizia a fare decisamente interessante: 8 punti e zona calda già staccata di 5 lunghezze. Lontano da Bergamo i nerazzurri non vincevano da 10 giornate.

Il tempo per festeggiare, però, è praticamente pari a zero: lunedì sera si torna in campo, al Comunale, contro la Sampdoria di Zenga che mercoledì ha battuto nientemeno che la corazzata Roma. Inutile dire che servirà un’Atalanta un po’ più bella di quella vista al Castellani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco

    Livaja si è confermato il bidone che era qui a Bergamo, tanto fumo e pochissimo arrosto.

    1. Scritto da Vito

      Eh si, doveva far la differenza, ha fatto la differenziata.

  2. Scritto da nino cortesi

    Se Pinilla lascia da parte un po’di nervosismo con un Gomez così siamo doc.
    Mi piace un sacco Maxi Moralez capitano.

    1. Scritto da gigi

      Certo che il Maxi e’ proprio piccolino, eppure calza anche i tacchetti

    2. Scritto da tino

      Con Boakje e Livaja saremmo tranquillamente davanti all’ Inter che ha il punteggio Maxi

      1. Scritto da stefano

        Tino, un bel giro in bici dai….

      2. Scritto da maurizio

        Tino mi sei simpatico…potresti presentarti a zelig….ma qua si commenta calcio non si raccontano barzellette…!!!!

  3. Scritto da El Cid Campeador

    3 punti pesantissimi. Bene la difesa (anche se il rigore per l’Empoli ci poteva stare), a centrocampo aspettiamo Cigarini mentre continuo ad avere forti perplessità su Kurtic. Pinilla ammonito dopo mezz’ora anche stasera temo non possa giocare con la continuità di cui avremmo bisogno.