BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arriva l’onda verde: semafori sincronizzati dall’autostrada al centro di Bergamo

ATB ha presentato oggi il secondo sistema Trambus in città da via Autostrada a viale Vittorio Emanuele; una seconda direttrice di “semafori intelligenti” che regolano dinamicamente la durata del rosso e del verde in base alle condizioni di traffico rilevate allo scopo di migliorare la viabilità e ridurre code e smog.

Più informazioni su

ATB ha presentato oggi il secondo sistema Trambus in città da via Autostrada a viale Vittorio Emanuele; una seconda direttrice di “semafori intelligenti” che regolano dinamicamente la durata del rosso e del verde in base alle condizioni di traffico rilevate allo scopo di migliorare la viabilità e ridurre code e smog. Il nuovo Trambus si aggiunge e integra quello già esistente sull’asse Est – Ovest della città, da via Corridoni a via Broseta, attivo dal 2006. Gli 11 semafori che danno vita alla cosiddetta “onda verde” sono disposti lungo la direttrice che dall’incrocio tra via Autostrada e Via Carnovali si sviluppa fino a viale Vittorio Emanuele passando da via Bonomelli e viale Papa Giovanni XXIII.

Nel dettaglio, gli impianti semaforici interessati dal monitoraggio sugli schermi della Centrale della Mobilità ATB di via Gleno, sono posizionati ai seguenti incroci:

· Via Carnovali/Autostrada

· Via Autostrada/San Giorgio

· Vai Quarenghi/Bonomelli

· Pedonale via Bonomelli

· Piazzale Marconi

· Via Mai/viale Papa Giovanni

· Porta Nuova

· Piazza Matteotti

· Via Tasca /via Petrarca

· Via Vittorio Emanuele/via Zelasco

· Viale Vittorio Emanuele/via Botta

La centralizzazione semaforica è gestita dal sistema “Utopia” sviluppato da SWARCO Mizar di Torino; mentre l’upgrade tecnologico dei semafori è stato realizzato dalla SCAE. “Utopia” ha alla base un algoritmo capace di ottimizzare la durata dei tempi del rosso e del verde in base alle condizioni del traffico. Sul percorso del Trambus sono stati installati anche sei semafori “spia” che, pur non avendo una regolazione dinamica della durata dei tempi di rosso e di verde, sono integrati nel sistema e utili ad inviare ad alcuni degli undici impianti “intelligenti” informazioni relative ai flussi di traffico rilevati dai sensori (spire) installati sulla strada. Il sistema, gestito dalla Centrale della Mobilità di ATB, permette sia di effettuare una verifica in remoto sullo stato di funzionamento degli impianti, sia di monitorare puntualmente i volumi di traffico veicolare presenti in città.

L’investimento per realizzare la seconda tratta del Trambus è stato di circa 117 mila euro finanziati dal Comune di Bergamo, attraverso un bando comunale (approvato nel 2005) per l’upgrade tecnologico degli impianti semaforici, e di circa 80 mila euro a carico di ATB, che si è occupata della configurazione degli impianti da integrare nella centrale di via Gleno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    Da almeno 20 anni si parla di chiudere al traffico il centro città (come fanno i tutti i paesi civili) e potenziare le corsie preferenziali per i mezzi pubblici. Adesso si velocizza l’arrivo delle auto in Porta Nuova… grandissimi!!!

    1. Scritto da Daniele

      In quali paesi civili si chiude alle auto il centro (nonché snodo viario) di una città di poco più di 100.000 abitanti?

      1. Scritto da gigi

        Parma, Piacenza, Verona, Brescia, Perugia etc. etc. ma anche città molto più piccole…
        E forse Lei non ha mai viaggiato in Europa, altrimenti ne avrebbe viste a bizzeffe
        Se invece per paesi civili si parla di Africa o di Asia, allora ha ragione Lei (forse)
        E poi “snodo viario” de che? Di Città Alta che dovrebbe essere chiusa?

      2. Scritto da nico

        …e in quale paese civile si sistema pomposamente il POLO INTERMODALE della stazione fs/autolinee/bus eliminando la possibilità di accompagnare le persone dentro nelle stazioni (anziani o meno, bambini, con borse e passeggini, carrozzelle, valigie – pensa te che ci sono anche valigie per chi parte e arriva…) lasciando il proprio mezzo o con le 4 frecce o a distanze assurde?!? E soprattutto impedendo di fare inversione di marcia sull’asse principale viario della città…

  2. Scritto da marika

    vi siete dmenticati di via Maj che negli orari di punta è ora inagibile

  3. Scritto da Datzu

    notevole….. mi spaventa che sono passati ben 10 anni dall’approvazione alla realizzazione….
    cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno, elogiando quanto fatto.