BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Armato di tagliaunghie ruba un iPhone a Orio: condannato a 3 anni

Il ladro, un 57enne georgiano, è stato rintracciato all'esterno del centro commerciale e, secondo quanto ricostruito in aula, avrebbe provato ad affrontare gli uomini della vigilanza brandendo un tagliaunghie e poi spintonandoli, prima di essere bloccato.

 Rapina aggravata. Con questa accusa un georgiano di 57 anni martedì 22 settembre è stato condannato a 3 anni di reclusione.

Il colpo sabato pomeriggio alll’interno del negozio Tim del centro commerciale Oriocenter. L’uomo, con l’aiuto di un complice, è riuscito a prelevare da un vetrina un iPhone del valore di 850 euro, senza far scattare l’allarme, per poi darsi la fuga.

Due clienti hanno però visto l’uomo che rubava il cellulare e hanno avvertito il personale del negozio. E’ stato quindi richiesto l’intervento delle guardie del centro commerciale, che si sono messi alla ricerca dei ladri.

Il complice è riuscito a far perdere le proprie tracce, mentre il georgiano è stato rintracciato all’esterno del centro commerciale e, secondo quanto ricostruito in aula, avrebbe provato ad affrontare gli uomini della vigilanza brandendo un tagliaunghie e poi spintonandoli, prima di essere bloccato.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Stezzano, che hanno arrestato l’uomo per rapina impropria (senza uso di armi) e per quel reato mandato a processo dal pubblico ministero di turno.

Il giudice Lucia Graziosi, però, di fronte alla confessione dell’uomo (che ha negato la violenza), una volta osservato il tagliaunghie sequestrato dopo la rapina, ha modificato il reato dell’uomo, da rampina impropria ad aggravata. Quello per cui è stato condannato dal tribunale collegiale a tre anni di reclusione e al pagamento di 400 euro. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.