BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Presidente dell’Uganda in città Le autorità lo accolgono con l’arcobaleno anti-omofobia

Pasquale Gandolfi, sindaco di Treviolo e consigliere delegato della Provincia, ha partecipato all'incontro con il presidente ugandese Yoweri Kaguta Museveni con al petto lo stemma arcobaleno in difesa dei diritti lgbt. E la presidente del Consiglio comunale di Bergamo, Marzia Marchesi, in rappresentanza della città, ha fatto lo stesso con un braccialetto multicolor.

Più informazioni su

Pasquale Gandolfi, sindaco di Treviolo e consigliere delegato della Provincia, ha partecipato all’incontro con il presidente ugandese Yoweri Kaguta Museveni con al petto lo stemma arcobaleno in difesa dei diritti lgbt. E la presidente del Consiglio comunale di Bergamo, Marzia Marchesi, in rappresentanza della città, ha fatto lo stesso con un braccialetto multicolor peraltro dopo aver appuntato la spilla al sindaco Gandolfi.

L’incontro si è svolto nella nuovissima Aula Magna dell’Università di Bergamo (inaugurata soltanto lunedì) in Sant’Agostino, preceduto da una serie di polemiche contro la dittatura e l’omofobia del leader ugandese (leggi). 

Seguono aggiornamenti

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giulio

    Quale atto di grande coraggio. Una domanda, la notizia l’hanno passata i diretti interessati con una conferenza stampa!!!
    Che tristezza la classe politica e amministrativa locale.

  2. Scritto da giuseppe

    Invece di accoglierlo nell’Aula Magna non era meglio metterlo in un centto di accoglienza profughi? Avrebbe disquisito amichevolmente con i suoi concittadini che stanno scappando da… Lui!

  3. Scritto da Michle Pezza

    che tristezza: l’Italia è in mare di palta e i nostri amministratori locali cosa fanno? braccialetti e bandiere arcobaleno contro l’omofobia dell’Uganda. Ma va là, baluba!

  4. Scritto da Alberto

    Quindi in 30 anni di “truce e terribile dittatura”, questi non hanno nient’altro da contestargli che la mancanza di diritti lgbt? Ah beh, dev’essere stato davvero un sanguinario…

  5. Scritto da F. Rampinelli

    Subito un’onorificenza per questi politici coraggiosi che in nome di sì grandi e coloriti ideali hanno osato tanto di fronte all’uomo nero!

    1. Scritto da tino

      inizialmente era prevista l’ accoglienza in Seminario, ma i futuri sacerdoti non sapevano se accoglierlo a braccia aperte o respingerlo… quel che si dice un caso di coscienza.