BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Insegnanti: nella busta paga di ottobre 500 euro netti Renzi firma la promessa

Martedì il premier Matteo Renzi ha concretizzato quella che ai più pareva una boutade, via Twitter con tanto di foto della propria firma sotto il decreto: "Firmato il decreto sulla carta elettronica dei docenti. 500 euro per la loro formazione".

Più informazioni su

Pochi giorni fa il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini l’aveva promesso via radio (a RadioRai1): "Contributo di 500 euro netti per l’autoformazione dei docenti, previsto dalla legge sulla buona scuola, in busta paga già a ottobre".

Martedì il premier Matteo Renzi ha concretizzato quella che ai più pareva una boutade, stavolta via Twitter con tanto di foto della propria firma sotto il decreto: "Firmato il decreto sulla carta elettronica dei docenti. 500 euro per la loro formazione".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dario

    Liscia, liscia il pelo delle caste, statista illuminato. Per fortuna che voleva rottamare vecchio sistema italiano

  2. Scritto da nino cortesi

    Credo solo nella crescita del M5*.
    È questione di cultura, di democrazia, di buon senso.
    Ma che razza di roba è questa?
    Vi considerano stupidi e straccioni.

    1. Scritto da Zorro

      Nino, nelle funzioni è previsto solo il “Credo” o c’è anche il Te Deum ecc ecc ?

    2. Scritto da lapalissiano

      “Credo solo nella crescita del M5*.” ohibò signor cortesi, chi l’avrebbe mai detto!

  3. Scritto da Girotondi

    Pazzesco, e poi si parlava male di Berlusconi. L’avesse fatto lui questi vergognosi personaggi di sinistra lo avrebbero lapidato con i loro demenziali girotondi

  4. Scritto da Marco Cimmino

    Personalmente, sono già formato ad abundantiam, ho lo studio pieno di libri, ho 3 pc e 2 tablet. Quell’elemosina elettorale Renzi dovrebbe darla a qualche disoccupato, a qualche persona in difficoltà, a un anziano con la pensione minima. Io non mi faccio comprare con un piatto di lenticchie: per conto mio se li può tenere. Rinnovassero i contratti scaduti, piuttosto…

    1. Scritto da Elia

      Non può che farci un’immenso piacere sapere che gli insegnanti in Italia non hanno bisogno di autoformazione o di mezzi per la stessa ( es. un pc e/o un relativo corso ). Meraviglioso.

    2. Scritto da brillantissimo

      bene prof. cimmino, buon per lei se non ne bisogno, potrà devolverli a qualche persona in difficoltà (magari ci faccia poi sapere in quale modo rinuncerà alla somma). personalmente conosco insegnanti che faticano DAVVERO ad arrivare alla fine del mese, che non possono permettersi 3 pc e 2 tablet… e che sicuramente non considerano 500 euro un piatto di lenticchie

      1. Scritto da Marco Cimmino

        Gentilissimo, io non posso devolvere un bel nulla: si legga il provvedimento, prima di scrivere amenità del genere. Io devo spendere quei 500 euro in gadget senza senso oppure restituirli alla PA l’anno prossimo. Tertium non datur. Aggiungo che, se uno fatica ad arrivare a fine mese con 1.800 euro, può facilmente immaginare che la cosa sia ancora più problematica per chi di euro non ne vede affatto. Lei pare il solito solone che parla senza cognizione di causa: un italiano vero, insomma.

        1. Scritto da Daniele

          Pardon, ma non sono molto sicuro del fatto che tutti gli insegnanti percepiscano 1800€ netti mensili. Quei pochi fra i miei amici che di professione insegnano nelle scuole pubbliche percepiscono molto meno, e lo so per certo, faticano ad arrivare alla fine del mese.
          Ho idea che questo bonus venga vissuto un po’ come gli “80€” dello scorso anno: tutti ne parlano male, tranni chi fatica ad arrivare alla fine del mese.

          1. Scritto da Marco Cimmino

            Non è complicato, gentilissimo: taluni guadagnano 1.500, talaltri 2.100 et in medio stat…media. Non pretenderà che un sempliciotto come me si metta ad elencare tutti i redditi per fasce contrattuali: sia comprensivo. E anche un po’comprendente, magari…

        2. Scritto da brillantissimo

          gli insegnati che conosco io non prendono 1800 euro al mese ed hanno una famiglia e fanno fatica ad arrivare alla fine del mese. punto. a proposito di italiani veri: se non ho capito male lei si dichiara contrario a ricevere il compenso ma in ogni caso lo riceve e se lo tiene (cosa le impedisce di regalare i gadget senza senso? ammesso che sia necessario spendere male i 500). mi ricorda gli italiani veri, in particolare i politici. continui pure a darmi del solone, non mi offendo.

          1. Scritto da Marco Cimmino

            Suvvia, gentilissimo anonimo, smettiamola, ci sta facendo una figura barbina e stiamo intasando il post di botta e risposta. Può dire punto quanto le pare: i contratti collettivi sono pubblici, se li consulti. Quanto al comprare un tablet per regalarlo, mi saprebbe dire quale vantaggio darei ad un disoccupato che non ha da mangiare regalandoglielo? Se preferisce, posso darle direttamente del Tersite. Però, chiudiamola, davvero.

    3. Scritto da dionigi

      Non è obbligato a tenere la somma. Basta non rendicontare la formazione per obbligare l’amministrazione al ricupero. Può farlo.

      1. Scritto da Marco Cimmino

        Lo so benissimo, caro Dionigi: le pare che sia questo il punto della discussione? Suvvia: crede davvero che, una volta restituiti, i 500 euro verranno impiegati per iniziative meno balzane e sciocche di questa? Glielo ridico a “dictation speed”, come faceva Montgomery con i riottosi: il punto era utilizzare diversamente i fondi, visti i terribili problemi di altre categorie sociali. Capito adesso?

        1. Scritto da ben

          ah! si trattava di semplice benaltrismo allora. bastava specificarlo nel suo primo commento…

          1. Scritto da Marco Cimmino

            È sicuro di avere colto correttamente il significato dello splendido neologismo, gentilissimo? Di solito indica uno sviare il discorso: non il centrarlo maggiormente. Abbaia mai alla luna in questi momenti di grazia?

  5. Scritto da Elisabetta

    Dopo due mesi di vacanze, stanno con calma rientrando al lavoro ..lo si vede dai quaderni dei nostri figli..e gli diamo subito 500 euro !!!! Complimenti!!! I sanitari hanno il contratto bloccato dal 2009, lavorano giorno,notte e festivi ..non sanno neanche cosa vuol dire fare 2 mesi estivi di vacanze ed ovviamente privilegiamo gli insegnanti!!!! Grazie Renzi

    1. Scritto da Gianni

      Forse non ha capito, i 500 euro sono condizionati a processi di autoformazione documentati (pc, corsi ecc ecc) , sarebbe come se a lei consentissero di comprarsi un corso di addestramento all’uso dello stetoscopio …… mi pare evidente dal suo commento che lei pensa che li possano usare per ….. i cavoli loro.

    2. Scritto da Nicola

      ha accontentato questi Insegnanti perchè c’è pure sua moglie coinvolta nel giro

  6. Scritto da Contardo

    E’ chiaro come il sole: sempre il solito sistema mafioso di comperare il consenso elettorale. Oltretutto a nostre spese.
    Che cosa aspettiamo a mandarli tutti a casa? magari inseguendoli con i forconi. Non mi è mai piaciuto il M5S (è della stessa pasta pci e dintorni), però ha un sacco di ragioni.

  7. Scritto da spartaco

    E tutti
    quei lavoratori vedi infermieri tecnici sanitari fisioterapisti ecc ecc non li meritano????No loro devono pagare di tasca propria..grazie Renzi

  8. Scritto da Alberto

    C’è da capire qualcosa in più su questo contributo: così su due piedi sembra il solito modo di comprarsi consenso. Non bastava pagare direttamente i corsi di aggiornamento, invece di dare soldi agli insegnanti? Qui gatta ci cova…

    1. Scritto da Aldo

      E’ un invito a comprarsi un pc o un tablet o un corso per il loro utilizzo o qualcosa di simile senza accollare allo stato i costi di manutenzione e organizzazione . E’ solo un esempio , come idea non sarebbe neanche male . Come sempre ci sarà qualcuno che ne approfitterà ma questo in ogni caso.

    2. Scritto da franco

      Spunteranno le “onlus” con la “mission” di aggiornare gli insegnanti, che si faranno ” accreditare” e proporranno corsi sul sesso degli angeli svolti in luoghi ameni : le onlus incassano, gli albergatori riempiono gli alberghi, i docenti si rilasseranno un paio di giorni ( sabato e domenica a meno che non venga concesso l’esonero dal servizio per “aggiornamento culturale”) e… rendiconteranno. Qualche docente più serio farà scorta di libri o quotidiani. Tutto già visto. Tutto inutile:

    3. Scritto da Daniele

      Di quali corsi di aggiornamento parla?

    4. Scritto da Lorenzo

      Veramente lo vedo come un ringraziamento per come sono andate le precedenti elezioni (anche locali, comunali). Maestre elementari che facevano proselitismo pro PD e associazioni “umanitarie” ai bambini (vero, eh?). Perché in fondo, gli statali non stanno malaccio finché nulla cambia…. Invece se cambia qualcosa, in questi tempi di crisi per il privato, possono perdere certi status

  9. Scritto da L76BG

    500€ distribuiti, come si suol dire, a pioggia.. neolaureati o in prointo della pensione, meritevoli o scansafatiche..per AUTOFORMAZIONE!!!! In pratica li spendi come vuoi (x esempio in libreria non ti scrivono se per libro tecnico o 60 sfumature). Ennesima “paghetta elettorale”.
    Nel frattempo domani voteranno la legge bavaglio sulle intercettazioni (e sui giornali tutto tace). Naturalmnte FI plaude il PD..