BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Sebino Sprint Cup l’ennesima vittoria della Canottieri di Lovere

L’esito del confronto sui 500 metri premia, in classifica generale (con 176 punti), la nutritissima squadra dei padroni di casa che riceve il pregevole Trofeo Iperauto. Secondo posto alla Canottieri Retica di Verceia (86) e terzo alla Tritium (con 73 punti).

Ottima riuscita anche per questa edizione della "Sebino Sprint Cup", ‘classica’ loverese che dal 2009 anima il programma autunnale della Federazione Italiana Canottaggio, organizzata dalla Canottieri Sebino insieme al Comitato Regionale Lombardo.

L’evento ha visto la partecipazione di 10 società a partire dalle lombarde Bardolino, Bellagina, Idroscalo, Moto Guzzi, Pescate, Retica, Tritium, oltre alla Sebino, e ha assunto un profilo nazionale e internazionale grazie alla presenza di prestigiosi sodalizi provenienti ‘da non pochi chilometri di distanza. In particolare la Marina Militare di Sabaudia nota anche per essere punto di riferimento di manifestazioni sportive di livello presso il suo magnifico centro sportivo remiero laziale, e la Glasgow University Boat Club, che in nome del gemellaggio stretto dal 2007 con la Sebino, è abituata ad accorciare le distanza tra Scozia e Lombardia e a frequentare intensamente i nostri campi di allenamento (l’ultimo campus remiero ha portato a Lovere oltre 50 atleti della squadra).

106 gli atleti fisici e 154 le presenze in gara per un totale di 110 equipaggi protagonisti delle 27 gare, svolte nel corso della mattinata su acque illuminate da un sole splendente e un po’ increspate ma ben domate dalla grinta dei bravi vogatori.

Decisamente raggiunto l’obiettivo promozionale che rende questa vetrina (peraltro valorizzata da un servizio ristoro di prim’ordine) una entusiasmante occasione per far conoscere i valori di coesione, impegno ed equilibrio connessi alla pratica di questo sport.

Ma non minore valore va riconosciuto all’impatto agonistico e atletico che ha incentivato a dare il meglio tutti gli atleti, dai più giovani ai più maturi trasversalmente alle categorie coinvolte (Allievi , Cadetti , Ragazzi, Junior e Senior), e che è stato esaltato dalla presenza in acqua di atleti di altissimo livello, come il biancoazzurro Campione Mondiale Under 23 (e stella d’argento al merito atletico CONI) Paolo Ghidini, il compagno di squadra Andrea Cereda (bronzo in team con Paolo ai mondiali assoluti di Corea 2013) e Pietro Cattane della Tritium, reduce proprio di recente di due successi Mondiali U23 grazie al bronzo nel doppio e nel singolo senior.

L’esito del confronto sui 500 metri premia, in classifica generale (con 176 punti), la nutritissima squadra dei padroni di casa che riceve il pregevole Trofeo Iperauto offerto dal main sponsor della manifestazione attraverso il responsabile dell’omonimo gruppo Eugenio Paris. Secondo posto alla Canottieri Retica di Verceia (86) e terzo alla Tritium (con 73 punti).

Particolare gratificante e intenso il momento dedicato a celebrare i risultati prodotti dalla Sebino con il progetto "Invoga!" che ha insegnato a remare a 20 persone disabili valorizzando le qualità del canottaggio come canale di inclusione e di crescita personale e sociale. Con la sfilata degli atleti protagonisti del progetto l’entusiasmo è salito alle stesse grazie all’energia dei nuovi atleti e dei loro allenatori che hanno il merito di aver portato il pararowing sul lago d’Iseo.

E’ così che la Sebino entra con orgoglio a far parte di un movimento di eccellenza che qualifica il mondo dello sport lombardo e che proprio oggi si radunava in affiancamento alle regate con la tappa loverese delle “Cittadelle dello Sport”, organizzata dal Comitato Paralimpico Lombardo. All’orgoglio si somma l’onore di aver avuto tra gli ospiti della manifestazione il Presidente del Comitato, Pierangelo Santelli, che con le sue parole di apprezzamento per l’impegno della Sebino ha posto le migliori premesse per sperare in una proficua crescita del settore paralimpico nel canottaggio loverese.

Numerose le istituzioni pubbliche presenti al fianco della società e del Presidente Papetti nella cerimonia di Premiazione: il Comune di Lovere attraverso l’assessore Urgnani, Regione Lombardia con il Consigliere Barboni, la Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi con il Presidente avv. Bigoni, l’eurodeputato Marco Zanni. Tutti, insieme alle realtà pubbliche e imprenditoriali importanti sensibili all’attività sociale, come Ubi Banca e Lucchini RS, la società Porto Turistico di Lovere, e le numerose attività commerciali che hanno sostenuto l’organizzazione, hanno tratto da questa esperienza un bel quadro di vitalità e valore aggiunto che ha dato smalto e pubblico riconoscimento allo sport e alla passione che lo muove.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.