BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sulla Bergamo-Treviglio perché non si ascolta il no di 19mila cittadini?”

L'autostrada Bergamo-Treviglio torna a far discutere. E' il Movimento 5 Stelle di Dalmine, questa volta, ad alzare la polemica con il consigliere comunale Manuel Steffenoni Grandi che si chiede, dopo aver appreso la decisione di far diventare il progetto "una superstrada a pagamento", "perché si debba sventrare la pianura lombarda un'altra volta dopo la fallimentare BreBeMi".

L’autostrada Bergamo-Treviglio torna a far discutere. E’ il Movimento 5 Stelle di Dalmine, questa volta, ad alzare la polemica con il consigliere comunale Manuel Steffenoni Grandi che si chiede, dopo aver appreso la decisione di far diventare il progetto "una superstrada a pagamento", "perché si debba sventrare la pianura lombarda un’altra volta dopo la fallimentare BreBeMi".

Ecco l’intervento di Steffenoni Grandi.

 

Leggiamo da un giornale locale che la Bergamo-Treviglio, un progetto nato come autostrada, è stata trasformata in una superstrada (comunque a pagamento). Da sempre noi del M5S Dalmine siamo a fianco degli amici di Cambiamola che da tempo propongono di cancellare completamente la Bergamo-Treviglio un progetto, guarda caso, che non è mai stato condiviso con nessuno, ma è stato calato dall’alto, con il tipico “fare” della peggior politica italiana. Pare che a qualcuno non sia bastato sventrare la pianura lombarda in senso orizzontale con la fallimentare BreBeMi. Ora si vorrebbe massacrare la pianura bergamasca anche in senso verticale.

Noi del M5S Dalmine rivendichiamo il primato dei cittadini nelle scelte che li riguardano direttamente. Come si possono ignorare oltre 19 mila cittadini che hanno detto no a questo progetto come se nulla fosse? Occorre tornare ad attuare una vera sinergia tra le 12 amministrazioni comunali “interessate” (di cui, tra l’altro, 7 sono contrarie all’opera, inclusa Dalmine) che già nei loro PGT hanno trovato soluzioni al reale problema del traffico con opere di mobilità dolce. Ma queste opere (di gran lunga meno invasive di un’autostrada o di una superstrada) non sono mai state realizzate perché mancano i fondi. E ne basterebbero molti meno dei preventivati 180 milioni che si vorrebbero spendere ora.

Infine, vorremmo far notare come il nome dato a questo progetto, la Bergamo-Treviglio, sia palesemente falso e fuorviante: la superstrada non partirà da Bergamo per raggiungere Treviglio (o viceversa), ma inizierà da Dalmine. E l’attuale amministrazione, su mozione presentata tempo fa dalle minoranze, si è espressa all’unanimità contraria a questo progetto. Come sarà mai possibile, quindi, realizzare un’opera senza avere il consenso della testa?

Manuel Steffenoni Grandi, Movimento 5 Stelle Dalmine

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gianluca

    Vorrei una raccolta firme per cittadini a favore dell’opera…altro che 19000..

  2. Scritto da giuseppe

    Il tracciato della bergamo treviglio così come la si vuole fare è una presa per i fondelli. Molto costosa come lo è la brebemi infatti è pochissimo usata! Cè di mezzo la provincia: che peccato, adesso grazie a Renzi npn possiamo manco eleggerne gli amministtatori… Cornuti e mazziati siamo!

  3. Scritto da Francesco

    Se fosse per il sig. Steffenoni useremmo ancora le carrozze sulla mulattiere…

    1. Scritto da Piero Angela

      complimenti per il commento. però, a differenza sua, il sig. steffenoni contestualizza e dettaglia la sua posizione (che poi è anche abbastanza condivisa)… Però, se preferisce mantenere la discussione su questo livello, le rispondo così: Se fosse per il sig. Francesco saremmo circondati da autostrade inutili (oltre che costose e dannose) come la Brebemi, tanto per fare un esempio.

  4. Scritto da giustino

    Hanno fatto mille strade BRESCIA MILANO e neanche una BERGAMO – BASSA, sarebbe ora che la facessero

  5. Scritto da Andrea

    Dopo brebemi e pedemontana la bergamo-treviglio è inevitabile, altrimenti le prime due restano incomplete.
    Cari elettori, dovevate pensarci prima, magari in cabina elettorale evitando di dare consensi a lega e Fi, che non si sono mai curati, nei fatti, di potenziare il trasporto su rotaia. Ormai i giochi sono fatti, rassegnatevi

  6. Scritto da paolot

    “Perchè non si ascolta il “no” di 19000 cittadini?”
    Perchè il restante 1.000.000 e rotti è a favore.
    Si chiama “regola della maggioranza”. Fatevene una ragione.

    1. Scritto da pablo

      non funziona così. di quel 1.000.000 e rotti ci saranno sicuramente persone a favore, ma contare quelli che non si possono contare quelli che non si esprimono come “dalla propria parte”… sarebbe troppo facile.

  7. Scritto da cua de paja

    Visto che ognuno pensa al proprio orticello e alla propria convenienza chiedo: ho una attività a Branzi e per almeno 10 anni sono costretto a seguirne una in valseriana in zona Gandellino, me lo fate un tunnel 12/14 km che unisce le due valli? Sarebbe utilissimo anche ai turisti sia in estate che in inverno e … sono disposto a pagare 2,50 euro a tratta perchè risparmierei minimo 50 Km e almeno un’ora e mezza di viaggio. Se in 19mila non sono d’accordo pazienza. Grazie

  8. Scritto da SiTav

    Sia i Notav che i no Dalmine-Treviglio sono fuori dalla realtà. la mobilita e’ un diritto e buttare via ore per andare al lavoro e’ un insulto ai lavoratori e all’ economia bergamasca. Forse i 19000 dovrebbero sapere che 5s ha rubato voti a Parma contro l inceneritore e poi… un po come la lega che promette sicurezza e prende voti poi anche al governo dorme e non ha mai atto nulla.

    1. Scritto da besòt

      invece tu sei proprio dentro nella realtà, la realtà di chi vuole realizzare grandi opere per ottenere profitto, senza pensare SERIAMENTE alla necessità ed all’opportunità di realizzarle. ed inoltre, caro il mio SITAV, ci sono parecchie alternative per non buttare via ore per andare al lavoro… se non ci arriviamo da soli, basterebbe aprire gli occhi e guardarsi po’ in giro!

    2. Scritto da BeRGHEM

      Le 19000 firme raccolte in appena qualche mese appartengono a persone che probabilmente votano più’ partiti ma a differenza di tante altre sono dotati di sana intelligenza e di lungimiranza. La lungimiranza purtroppo non appartiene a tutti, in particolare a chi non sa trovare soluzioni se non quelle più’ immediate o che fanno comodo al proprio portafoglio. La bergamo-treviglio fa comodo a politici incapaci e probabilmente alle grandi imprese scavatrici. Speculazione pura.

  9. Scritto da BeRGHEM

    12 km a pagamento, all’ interno di una provincia sono e saranno sempre una presa per il c… da parte di una società nata per creare lucro e non soddisfare le esigenze dei cittadini, ovvero la Autostrade Bergamasche spa, formata da politici, ecc. nei confronti dei cittadini. Quest’ opera segna la fine della politica in Provincia di Bergamo. Chi l’ ha inventata si deve vergognare, provare ribrezzo per se, questa e’ solo speculazione. 12 Km a pagamento !!!! Vergognatevi !!

    1. Scritto da Daniele

      Hai centrato in pieno il problema!

  10. Scritto da Luigi

    Invece di dire no, si parli delle alternative. Le arterie secondarie sono altamente congestionate che piaccia o no al M5S. Ah, un particolare… 19 mila persone dicono no, quante dicono si? Dare retta solo ai no, non è ascoltare il volere popolare… ma è fare i populisti (come spesso accade a questo partito)

    1. Scritto da Ftw

      Le alternative? Tanto per cominciare basterebbe potenziare i mezzi pubblici sia su ruota che sopratutto su rotaia!!!!!!!!!E poi, oltre a riorganizzare e sincronizzare i semafori di dalmine si dovrebbe fare pressione su autostrade perché portino il casello dove dovrebbe essere! E’ stata fatta la superstrada a dalmine, ma se non si sposta il casello è completamente inutile!!!Togliendo dalle ex 525 i veicoli che dalla villa d’almè vanno in autostrada la situazione migliorerebbe un bel pò!

      1. Scritto da Luigi

        Che ci sia estrema necessita’ di potenziare il trasporto su rotaia sono pienamente d’accordo. Sulla rotaia pero’ non si spostano (aimhe) le merci della zona industriale tra bergamo (dalmine) e treviglio. Creando una via veloce si decongestionerebbe il traffico merci. Mio punto di vista, sia chiaro.

    2. Scritto da Baldo

      Ad esempio aprire la circonvallazione di Verdello.

    3. Scritto da Andrea

      Quanta approssimaZione , quanto populismo e quanta arroganza . Parlano di cose per sentito dire , credendosi i detentori della verità … Che tristezza !!?

    4. Scritto da Andrea

      Quanta approssimaZione , quanto populismo e quanta arroganza . Parlano di cose per sentito dire , credendosi i detentori della verità … Che tristezza !!?

    5. Scritto da Andrea

      Quanta approssimaZione , quanto populismo e quanta arroganza . Parlano di cose per sentito dire , credendosi i detentori della verità … Che tristezza !!?

    6. Scritto da BeRGHEM

      Anche se l’ idea e’ del centro-destra, a livello comunale sia Lega che M5S che Pd hanno votato contro. 19000 firme sono state quelle raccolte in pochissimo tempo, giusto il tempo di informare IL POPOLO, laddove le amministrazioni dissero di si all’ opera senza nemmeno consultare IL POPOLO. Un atteggiamento che io definirei mafioso. Si sarebbero raggiunte presto le 50000 senza neanche grandi sforzi. Non serve grande intelligenza per capire l’ inutilità dell’ opera.

  11. Scritto da Massimo Paravisi

    Fosse per questi “signor no” andremmo ancora a Milano con la provinciale…
    Venga in giro con me una settimana che gliela spiego io la “mobilità dolce”…..

    1. Scritto da Pietro

      Perché lei a Milano con cosa ci va , con la brebemi ? Se si , con che coraggio parla ?

      1. Scritto da Gianluca

        Naturalmente usiamo la brebemi…una comodità incredibile..

    2. Scritto da aris

      spiegaci prima bene a cosa serve la Brebemi in project financing (privato teoricamente) defiscalizzato dal pubblico, da cui la Regione e Banca Intesa vogliono uscire = progetto fallimentare?? è questa la mobilità “dura” a cui aspira? per 20 km di percorso forse non serve una superstrada, ma un progetto condiviso coi cittadini.

  12. Scritto da padroniacasanostra

    Perche’ quelli che predicano “padroni a casa nostra” nei fatti fanno fanno i padroni in casa degli altri! Servono esempi? Cementificazione estrema in tutti i comuni amministrati dalla lega tra i cui sostenitori non dimentichiamolo ci sono quasi tutti gli impresari edili della provincia. E cosa fecero proprio a Dalmine con l’inceneritore?!? 99.9% dei cittadini contro e loro ancora “padroni” a casa nostra se ne fregarono… oggi malattie respiratorie bimbi malati e tumori a go’go’! Grazie lega!

  13. Scritto da Giovanni

    Ho firmato, ho contribuito a dire no. Nel frattempo per lavoro ogni giorno devo utilizzare la 525 dalla bassa a Bergamo, con continue colonne sopratutto nel tratto di Dalmine, anche utilizzando i mezzi pubblici ( che impiegano 10 minuti in più oggi rispetto a 50 anni fa). Una soluzione va trovata. Per cominciare perché i cinque stelle non si occupano dei semafori e degli incroci di Dalmine, troppi, molti inutili e non coordinati?

    1. Scritto da Matteo

      La 525 tra Zingonia e Lallio avrà sempre code, hanno costruito capannoni ed edifici commerciali in ogni buco. Questi luoghi generano traffico il perchè non c’è bisogno di spiegarlo troppo è demenziale pensare che spariscoano le conde con l’IPB

      1. Scritto da BeRGHEM

        Avra’ sempre code finche’ questa ex statale non si asfalta per bene, non si tolgono i 3 semafori a Dalmine che ci sono in 500 metri (3 SEMAFORI IN 500 METRI !!!). Da Dalmine a Zingonia l’ asfalto e’ da terzo mondo, soprattutto a Zingonia, e manca il senso dell’ ordine, cartelli pubblicitari caotici, erba incolta ai lati, senso di disordine. Serve un restyling, via quei cartelloni pubblicitari enormi tra Osio Sopra e Dalmine oppure quelli davanti all’ ospedale San Marco !!

  14. Scritto da Paolo

    Sarà perché c’è il solito business delle ditte costruttrici amiche degli amministratori pubblici? Naaaaaaa

    1. Scritto da giuseppe

      Certo che è così. Abitando proprio in quelle zone so bene che nessuno la vuole. Per lo meno non quel progetto. Decisione che avrà conseguenze elettorali a livello provinciale… Ma le provincie sono state abolite! Capito ora il perchè… Così il cittadino non conterà proprio un bel… NULLA!