BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dea, rientra il Tanque per sfatare il tabù-Hellas 200 agenti fuori dallo stadio

Il bomber argentino dopo l'infortunio alla caviglia torna titolare contro i veronesi, al posto dello squalificato Pinilla. Partita a rischio incidenti tra tifosi

Più informazioni su

Il Tanque Denis per spazzare via l’Hellas, dieci anni dopo. Il bomber argentino ha finalmente smaltito il problema alla caviglia e oggi contro i gialloblù tornerà in campo. E lo farà da protagonista, titolare al centro del tridente d’attacco completato dal Papu Gomez e da Maxi Moralez: con la squalifica di Pinilla, infatti, il peso del reparto offensivo sarà tutto su di lui.

Il Tanque ha già punito il Verona una volta con la maglia atalantina, l’8 dicembre 2013 al Bentegodi. Quella volta, però, non fu una domenica fortunata per i bergamaschi che furono rimontati da Toni e compagni e sconfitti 2-1. Al Comunale contro gli scaligeri la vittoria dei nerazzurri manca dal lontano 2005, quando le due squadre si affrontarono in serie B.

Reja per rompere il diuguno coi veronesi ha pochi dubbi. Il più grande riguarda il centrocampo, col ballottaggio tra Cigarini (al rientro dopo l’intervento al ginocchio) e Kurtic, e con Carmona e de Roon verso la conferma. Ma non è escluso un possibile inserimento del giovane Grassi. La coppia difensiva potrebbe essere formata per la prima volta da Paletta e Stendardo, mentre con Dramè fermato dal mal di schiena Bellini è pronto a spostarsi sulla fascia sinistra per lasciar posto, su quella opposta, a Masiello.

Anche Mandorlini è pronto a confermare il suo tridente d’attacco, quello formato da Juanito Gomez, Toni e Siligardi. Niente da fare per Hallfredsson: al suo posto titolare Viviani.

Ma Atalanta-Verona non sarà solo una partita di calcio. Considerata la rivalità tra le due tifoserie, con gli ultimi scontri che risalgono solo a due stagioni fa, a presidiare la zona dello stadio ci sarannno 200 agenti delle forze dell’ordine. Una misura precauzionale decisa anche in virtù della protesta organizzata dagli ultrà nerazzurri in occasione del trofeo Bortolotti di sabato scorso, dopo il Daspo al leader Claudio Galimberti per la testa di maiale che aveva cercato di portare allo stadio in occasione della sfida col Sassuolo della scorsa stagione.   

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.