BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo in un network di città europee per creare buone prassi

Centralità dei territori, la costituzione di un network di città europee insieme per stabilire sinergie e scambiarsi buone prassi: con Bergamo Beauvais, Cambridge, Charleroi, Girona, Lubecca e Santander. La costituzione alla Fiera di Bergamo il 24 e il 25 settembre 2015.

Alleanze sul territorio nazionale, ma anche sinergie e collaborazione a livello europeo: Bergamo si connette alle città di Beauvais, Cambridge, Charleroi, Girona, Lubecca e Santander attraverso il coinvolgimento delle rispettive municipalità, aeroporti (tutti low cost) e università degli studi.

Due giornate di confronto, in calendario tra il 24 e il 25 settembre alla Fiera di Bergamo, per costituire un network di città simili, in grado di costruire progetti e visioni comuni, ma anche di scambiarsi buone prassi ed esperienze. Il convegno, organizzato nell’ambito delle iniziative per EXPO2015, esibisce il rapporto tra ricerca accademica e progettazione territoriale, per attivare una rigenerazione territoriale reticolare che comprende anche altre città europee.

L’evento prende le mosse dal progetto di ricerca Centralità dei Territori, concepito e coordinato dall’Università degli Studi di Bergamo,e precisamente dal Laboratorio Diathesis, all’interno del quale è stato individuato un network di città europee (Beauvais, Cambridge, Charleroi, Girona, Lubecca e Santander), simili a quella orobica.

Tali città condividono il fatto di essere di medie dimensioni, di trovarsi in prossimità di una grande metropoli, di possedere un’Università, un nucleo urbano di pregio e un Aeroporto sede di vettori low-cost. I risultati di tale studio – rivolto inizialmente ad analizzare le risorse dei territori per lo sviluppo di un turismo internazionale basato sulla micro-imprenditoria, la sostenibilità ambientale e la partecipazione dei cittadini – hanno mostrato potenzialità e possibili sinergie da spendere anche in altri e più vasti contesti.

È emerso che il network permette di pensare ad una progettazione di rigenerazione urbana e territoriale europea in rete. L’incontro costituisce un evento significativo della collaborazione e delle sinergie attivate tra Università e Municipi poiché mostra l’allargamento del network universitario (accordo siglato il 4 marzo 2014) e la costituzione di un network multilivello che coinvolge le Municipalità e vede gli attori della mobilità (in primis gli Aeroporti e i vettori aerei) attenti osservatori.

Il convegno, strutturato in tre sessioni, prevede un intervento programmatico sull’internazionalizzazione di Bergamo e la sottoscrizione di un accordo quadro tra i sindaci europei. Fa seguito la prima sessione dedicata ai Municipi che presenta politiche già attivate nell’ambito della rigenerazione urbana e della valorizzazione turistica, illustrando i punti di forza e le competenze posseduti dalle città del network in una prospettiva condivisa. La seconda sessione, dedicata alla connettività aerea, affronta il tema della storicità dei flussi generati dai voli low-cost, analizzando le potenzialità offerte dai collegamenti aerei per un’integrazione europea.

Infine, la sessione rivolta alle Università, oltre a presentare il volume Centrality of Territories: verso la rigenerazione di Bergamo in un network europeo – che raccoglie i risultati della prima fase della ricerca (2013-2014) – illustra le potenzialità del network per la cooperazione universitaria allargata ai territori.

Infatti, il network multilivello permette il passaggio dai principi teorici della ricerca alle azioni e sperimentazioni applicative. Agevolando lo sviluppo di azioni integrate e i rapporti sinergici tra Università, enti locali e privati si può promuovere la competitività dei territori secondo principi di sostenibilità, innovazione ed equità sociale, i tre pilastri attorno ai quali ruota la Strategia Europea 2020. I partner europei, oltre a partecipare ai lavori, sono presenti alla manifestazione No Frills–Travel and Technology Event, dove presentano le proprie città, le università e gli aeroporti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.