BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Gh’era ona olta” A Urgnano e Arcene spettacoli e tradizione

Prende il via il progetto “Gh’era Öna Ólta”, che propone due weekend di racconti, giochi, cibo, musica e teatro dedicati alle tradizioni popolari della terra bergamasca. L'appuntamento è a Urgnano (19-20 settembre) e ad Arcene (26-27 settembre).

Prenderà il via sabato 19 settembre il progetto “Gh’Éra Öna Ólta”, che propone due weekend di racconti, giochi, cibo, musica e teatro dedicati alle tradizioni popolari della terra bergamasca. L’iniziativa, promossa da Comune di Urgnano, Comune di Arcene, Regione Lombardia, Fondazione della Comunità Bergamasca onlus e Laboratorio Teatro Officina, vuol essere un viaggio a 360° nelle tradizioni della nostra provincia, attraverso proposte culturali che si occupano della sua storia, della sua musica, dei suoi cibi e prodotti tipici, dei suoi giochi e del suo teatro popolare.

All’interno del progetto si svilupperà, inoltre, una proposta espositiva di ben 11 aziende agricole, ditte e produttori del territorio, dal titolo: “Prodotti tipici bergamaschi – Mostra mercato sulle eccellenze artigianali ed enogastronomiche della nostra provincia”.

L’iniziativa sarà collocata, per il Comune di Urgnano (sabato 19 e domenica 20 settembre), all’interno delle sale della Rocca Viscontea e per il Comune di Arcene (sabato 26 e domenica 27 settembre) nella storica piazza della Civiltà Contadina.

Alla manifestazione, per la sezione musica, parteciperà il gruppo dei “Samadur”, suonatori di “baghét”, capitanati da Piergiorgio Mazzocchi, che proporranno il loro “Concerto di musiche popolari orobiche” dedicato a arie e danze di Bergamo e provincia, come marcette, polke, valzer, mazurke e monfrine, unitamente a un’esposizione di strumenti musicali del mondo popolare bergamasco.

Per il teatro popolare ci sarà la presenza di tre gruppi: i Burattini di Daniele Cortesi con lo spettacolo “Arlecchino malato d’amore” e l’incontro “Crape dè lègn” su come creare uno spettacolo di burattini; le Antiche Maschere e Teatro Viaggio con “Zani padrone di se stesso” e la video- conferenza “Le maschere della tradizione bergamasca” sull’origine e la storia delle maschere bergamasche nella commedia dell’arte e il Laboratorio Teatro Officina con gli spettacoli “Refenìstola”, “Stòrie bergamasche” e “Fàole e legènde” dedicati ai racconti della veglia di stalla e con commenti storico-letterari e aneddoti vari durante l’arco delle quattro giornate di progetto.

Sul tema del cibo, oltre alla già citata mostra-mercato, verranno realizzati tre momenti conviviali denominati “Cene con i profumi e i sapori di un tempo” in cui il ristorante “Vicolo Antico” di Urgnano proporrà piatti tipici della gastronomia bergamasca.

L’associazione di promozione sociale “Il Cerchio di Gesso” proporrà, infine, a bambini e adulti, “Il giardino dei giochi dimenticati” un’esperienza ludica dedicata ai giochi della tradizione popolare bergamasca e alla loro costruzione. Oltre agli assessorati alla cultura dei Comuni di Urgnano e Arcene, partecipano al Progetto “Gh’éra öna ólta” la Regione Lombardia con i suoi “Circuiti Teatrali Lombardi”, la Fondazione della Comunità Bergamasca onlus, la Condotta “Slow Food” Bassa Bergamasca e il distretto agricolo Bassa Bergamasca.

Tutti gli incontri e gli spettacoli sono ad ingresso gratuito, mentre, per le cene a tema, il costo è di 10 euro con un limite di posti di 100 persone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.