BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, la Polizia locale e i blitz in carro attrezzi “E’ solo per fare cassa”

I blitz della Polizia locale, direttamente in carro attrezzi, nel centro di Bergamo scatenano i commenti di esponenti dell'opposizione che criticano la modalità di intervento da parte degli agenti. E non mancano di polemizzare con l'amministrazione che ha fissato a bilancio tetto di sanzioni piuttosto elevato: 9 milioni di euro.

I blitz della Polizia locale, direttamente in carro attrezzi, nel centro di Bergamo scatenano i commenti di esponenti dell’opposizione che criticano la modalità di intervento da parte degli agenti. E non mancano di polemizzare con l’amministrazione che ha fissato a bilancio tetto di sanzioni piuttosto elevato: 9 milioni di euro. “Noi siamo per il rispetto delle regole e in questo caso di quelle del codice della strada – spiega il consigliere del Movimento 5 Stelle Fabio Gregorelli -. Detto questo, è palese che quest’operazione sia per fare cassa e raggiungere soprattutto quegli obiettivi (forse troppo ambiziosi) che si sono posti come previsione di bilancio. Non dimentichiamoci anche della sicurezza del cittadino a 360° Siamo stati presi per pazzi quando abbiamo manifestato il nostro dissenso in aula con palette e fischietti e alcuni ci hanno dato pure dei buffoni ma questa è la dimostrazione che non siamo né uno né l’altro”.

Il Consigliere comunale di Forza Italia a Bergamo, Stefano Benigni, commenta così: “Che l’obiettivo dell’attuale amministrazione sia far cassa tramite le multe è ormai una certezza. Dopotutto quei 9 milioni di euro messi a bilancio da reperire tramite sanzioni amministrative, da qualche parte devono saltar fuori.” “L’ultima trovata del Vice sceriffo Gandi è far pattugliare i vigili a bordo di un carro attrezzi. Nei giorni scorsi invece numerosi cittadini sono stati multati per eccesso di velocità (con decurtazione dei punti della patente) dopo i controlli dei vigili con Telelaser su strade veloci – anche a doppia corsia – come via Autostrada o Via Briantea, in cui vige l’assurdo limite di 50 km/h. In questo caso, a fronte delle lamentele dei cittadini che accusavano gli agenti di dover far cassa, si era parlato di prevenzione degli incidenti; nel caso del carro attrezzi invece che scusa userà il nostro paladino delle multe?” continua Benigni. “Questa è senza dubbio una vera e propria caccia alle streghe. È giusto punire i trasgressori, ma a tutto c’è un limite: appostarsi con un carro attrezzi tra le vie della città per punire anche chi lascia l’auto in sosta vietata pochi istanti per delle commissioni, è davvero troppo. È necessario mettere in campo azioni preventive oltre che forme di repressione come quelle a cui stiamo assistendo, basiti, negli ultimi mesi”. “Innanzitutto il Comune dovrebbe intercedere con i gestori dei parcheggi cittadini affinchè ritocchino al ribasso i prezzi e predispongano delle convenzioni, come peraltro si verifica con successo in altre città lombarde, come Brescia e Varese. Inoltre il Comune, che tramite la sua partecipata Atb si è già accollato la spesa dei tabelloni luminosi collocati in città che forniscono informazioni riguardo proprio a questi parcheggi, potrebbe predisporre una campagna pubblicitaria che invogli i cittadini ad utilizzare i posteggi privati grazie a queste convenzioni sui prezzi.” “Tutto questo, oltre che essere una fonte di risparmio per i bergamaschi sarebbe utile anche sul fronte sicurezza, permettendo ai vigili di occuparsi meno delle multe e più di presidiare le numerose zone a rischio della città” conclude Benigni.  

Critico anche Alberto Ribolla, capogruppo della Lega Nord: “Le sanzioni amministrative relative al codice della strada sono giuste se commisurate e se ragionevoli, ma qui sembra che l’amministrazione Gori pensi solo e soltanto a gonfiare le casse comunali: la settimana scorsa si parlava delle pattuglie poste con gli autovelox su alcune strade cittadine ad alto scorrimento (tra l’altro con limiti assurdi a 50km/h, vedi Briantea, via Autostrada, o a 70km/h come in circonvallazione, limiti che avevo chiesto di aumentare affinché fossero ragionevoli, attraverso un ordine del giorno, senza incidere sulla sicurezza stradale). Ora leggiamo di vigili a bordo di carri attrezzi, pronti in agguato a portare via le auto. Gli stessi sindacati hanno posto molti dubbi su questa operazione: "i vigili non devono solo reprimere per fare cassa ma anche prevenire situazioni scorrette." La Polizia Locale ha inoltre il compito fondamentale di presidiare il territorio, che attualmente invece è abbandonato a sé stesso e degradato! Dove erano, ad esempio, polizia locale e forze dell’ordine 10 giorni fa, quando un vigilantes, nel pieno pomeriggio, è stato aggredito in stazione da uno sbandato? L’amministrazione Gori e l’assessore Gandi stanno andando proprio nel verso sbagliato: si concentrano sì sulla repressione, ma relativamente al codice della strada e non invece sul degrado crescente e sull’insicurezza della nostra città. Il cambio di passo si è visto: più multe e meno sicurezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marghe

    Ma nessuno invece ha fatto una riflessione sul fatto che non e’ tanto il comune che cu guadagna bensi’ il gestire del carro attrezzi??? La multa che il comune incassa (giustamente) e’ solo un terzo del compenso del carro attrezzi. Che ci sia sotto qualche interesse no??????? Il comune le controlla le tariffe? 100 € x portar via un ciclomotore non vi sembrano un po’ troppe??

  2. Scritto da guido

    E se fosse di andare tutti, compresi i vigili, in bicicletta, come avviene nel Nord? Le multe sono una tassa sulla pigrizia.

  3. Scritto da G. Lebowski

    1 100 1000 carri atrezzi con agente di PL”Vigile” a bordo non solo in città,ma anche nelle valli!

  4. Scritto da tex

    per il tipo della lega che parla dei vigili per il controllo del territorio, vorrei far presente che: “Controllo carabinieri 80 controlli alla stazione” i vigili potrebbero replicare con tre controlli al Don Orione, multato un carrozzella per eccesso di velocità ……….

  5. Scritto da tex

    il tipo della lega parla che i vigili devono presidiare il territorio, fermo restando che 5 vigili per uno di 82 anni fa capire le loro capacità e la loro professionalità ………………”oggi le comiche”

  6. Scritto da domanda

    “Su tali veicoli è consentito il trasporto del personale e dei materiali connessi col ciclo operativo delle attrezzature, e di persone e cose connesse alla destinazione d’uso delle attrezzature stesse”, non credo che il vigile, secondo il codice della strada citato, possa salire su un carro attrezzi. Sbaglio?

    1. Scritto da Risposta

      E’ l’esatto contrario di ciò che dici, che destinazione d’uso ha il carro attrezzi se non rimuovere le macchine in divieto ? E cosa e li a fare il vigile ? Ma che grotteschi cavilli sono questi ? Non è ora di finirla ?

      1. Scritto da risposta sbagliata

        Sono cavilli esposti nel codice della strada. Il carro attrezzi è abilitato al trasporto di auto incidentate o in panne; per rimuovere mezzi che non sono nelle condizioni sopra citate necessita un mezzo adibito al trasporto di cose x conto terzi. Il tutto è specificato nel libretto di circolazione del mezzo. Il vigile deve fare il suo lavoro, ma lo deve fare con l’auto di servizio. In caso di incidente, il vigile sul carro attrezzi non è nemmeno assicurato.

  7. Scritto da domando

    Il carro-attrezzi che recupera un veicolo in avaria dalla sede stradale e lo porta in officina effettua un soccorso.
    Viceversa, il carro-attrezzi che trasporta un veicolo anche in avaria, o un relitto, dalla propria officina ad altro, NON effettua un soccorso per cui ricorre al violazione di cui all’art. 82 CdS, pena una multa salata e conseguente ritiro della carta di circolazione e fermo amministrativo. X effetuare una rimozione necessita di un mezzo autorizzato a trasporto conto terzi.

  8. Scritto da A.Z. BG

    Infatti in centro non ci va più nessuno. Si va nei centri commerciali dove ci sono parcheggi GRATUITI-.Bergamo si merita di essere invasa solo di extracomunitari. I Bergamaschi, che l’hanno costruita se ne vanno. Bravo Gandi, con multe per tutto e dovunque, con divieti e limiti piazzati apposta allo scopo di multare finalmente toglierai la proprietà privata a Bergamo, come insegnava Marx.

    1. Scritto da Doctor

      Sicuro di non aver bisogno di una vacanza ?

    2. Scritto da tex

      esatto bergamo, il sentierone ed i propilei ( dove i vigili hanno la loro sede ) come via quarengh paradiso degli extracomunitari !!!!

      1. Scritto da purtroppo...

        Entrambi poche idee ma confuse. Le aree in questione non sono private, ma pubbliche. Che centra Marx e la proprietà privata lo sapete solo voi due.

        1. Scritto da tex

          da solo e confuso, io non ho parlato di strade private, ne di max ne di proprietà privata.

  9. Scritto da limiti

    Troppo forte Ribolla, I limiti di velocità di cui parla sono in vigore da sempre, non li ha messi Gori, e allora perchè non li ha modificati lui quando amministrava (parola grossa) la città di Bergamo?

    1. Scritto da In nomine Patris

      Perché sta all’opposizione, e in un paese come il nostro ( che non si rispetti) l’opposizione non è costruttiva, ma fa solo polemica.che non serve a nessuno, se non ai suoi seguaci
      Tutti hanno sempre fatto belle promesse, tutti, ma alla fine dei conti le hanno mantenute? Solo adesso qualcuno si è messo davvero con coraggio a portare avanti qualcosa, criticato, tanto per cambiare, per vari motivi,ma il principale secondo è me che si ha paura nel cambiamento.

  10. Scritto da avanti così

    perfetto, è l’unico modo per insegnare l’educazione stradale a molti incivili. non 1 ma 100 carri attrezzi e a quelli che occupano gli spazi per i disabili non avendone il diritto anche il sequestro del mezzo. E va benissimo che il comune faccia cassa con le multe.

  11. Scritto da Vito

    Benigni, Ribolla, assurdo invocare l’ impunita’ per chi parcheggia solo pochi minuti, non esiste. Ogni cittadino faccia il conto di quante infrazioni commette rispetto a quando riceve la multa. Prego il carro attrezzi di fare un giro davanti ad un noto bar tabacchi di via Corridoni, auto perennemente in divieto di sosta con l’ aggravante dell’ intralcio della stretta carreggiata.

    1. Scritto da tex

      non mi stupirei se il titolare omaggiasse i vigili per chiudere un’occhio

  12. Scritto da Giacomo

    Ma queste pensate le concorda con l’assessore questa vicecomandante Messina che rilascia le dichiarazioni al giornale ?

  13. Scritto da kappa

    Purtroppo c’è gente che entrerebbe nei negozi con l’auto, oppure l’ultima moda è parcheggiare contromano..che portino via le auto è il minimo , se fossimo in francia o in svizzera vorrei vedere se ci sarebbero cosi’ tante polemiche…mi auguro davvero un bel po’ di sanzioni a chi parcheggia contromano, l’inizio di via ghislandi poi è un ‘auto unica contromano….

  14. Scritto da Basta dai!

    Penosi , rimuovere le macchine in divieto in centro ed in punti critici è un fatto politico ? Commenti “politici” di raccapricciante pochezza. Risparmiate ci queste cose , per favore !

  15. Scritto da Fiesta e Croppa

    Sia con l`amministrazione attuale che con le precedenti la societa propietaria del carro attrezzi e`sempre la stessa,,,,,,,,,,,,,

    1. Scritto da Narno Pinotti

      È probabile che la società abbia vinto un appalto per fornire carro attrezzi e assistenza, e perciò che la polizia locale sia obbligata a chiamare sempre e solo quella, fino a nuova gara. Le ditte che sono in grado di accettare chiamate e mandare un mezzo anche in piena notte o nei festivi non sono poi molte.

  16. Scritto da Vatanen

    La divisa li trasforma in super-eroi.
    Cittadini: non andate nelle sale cinematografiche, gli Avengers municipali presidiano la città e puniscono gli indisciplinati automobilisti; non risparmiano nemmeno le mamme davanti alle scuole, ben nascosti e veloci dispensano multe e fanno budget.
    I nostri amati Avengers non si vedono però nelle zone deteriorate e pericolose; sarà che si stiano allenando per affrontare le vere situazioni di pericolo per i cittadini (sicurezza, aggressioni, furti)?

    1. Scritto da sdfx

      Alle mamme davanti alle scuole andrebbe ritirata la patente proprio.

    2. Scritto da aris

      a parte che di sle cinemayografiche decenti in bergamo ce ne son rimaste ben poche (tutte ormai in centr commerciali con parcheggi). Io qdo vado in centro parcheggio a pagamento, o vado in bici. Non capisco perchè non debbano portare via quelle in divieto. Ben venga il caro attrezzi. Ce ne vorrebbero 20. Prova a parcheggiare in divieto a Berlino o Amsterdam: dopo 5-10 min ti portano via l’ auto