BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elav Indie Fest all’ex cartiera Pigna: birra, musica, editoria e street art

Dal cantautore australiano Steve Smyth all’editoria indipendente italiana, passando per l’ex Babyshambles Drew McConnell, Cristina Donà, Rich Apes, Raphael & Eazy Skankers, arrivando alla street art e al cinema con la proiezione di “Sugar Man” a cura di Biografilm Festival di Bologna.

L’indipendenza legata da un filo che attraverso quattro giorni condurrà il pubblico dell’Elav Indie Fest in un ecosistema che prende vita all’interno dello Spazio FaSE, spettacolare esempio di architettura industriale risalente ai secoli della rivoluzione che nel 700 ha ribaltato il metodo produttivo. L’ex cartiera Pigna diventa teatro aperto di cultura indipendente, una cornice che è anche protagonista e dove la storia dell’edificio arricchisce l’atmosfera di uno spazio imponente e allo stesso tempo elegante. Una location che permette di realizzare a Bergamo ciò che avviene nelle grandi capitali europee dove grandi spazi inutilizzati tornano a vivere e a essere vissuti. Già nel 1675 lo stabilimento costruito sulla Roggia Morlana di Alzano Lombardo ospitava la cartiera della famiglia Stefanini. Nella stessa zona erano presenti altre quattro cartiere facendo sì che l’area fosse chiamata via delle Cartàre. Dal 1868 il maestoso edificio ha cominciato ad ospitare per quasi un secolo e mezzo la celebre Cartiera Pigna, cuore dell’economia della Val Seriana e della provincia di Bergamo, lasciando ora soltanto uno spazio: uno spazio aperto e che da giovedì 17 a domenica 20 settembre torna ad avere un’identità.

Partendo dalla storia di Bergamo e raccogliendo i frutti del lavoro delle sue cartiere, il filo che ora unisce musica, cinema, editoria, street art e artigianato, diventa la rilegatura di un quaderno che verrà aperto, letto, scritto e disegnato ad Alzano Lombardo da giovedì 17 a domenica 20 settembre con l’Elav Indie Fest. Per il primo anno l’Indie Fest si sposta dalla sede del Birrificio Indipendente Elav di Comun Nuovo a uno spazio nuovo, lo Spazio FaSE: un libro aperto carico di storia e di produttività, le cui mura fatiscenti, le imponenti colonne e l’ampiezza dei suoi spazi verranno celebrati e riempiti di cultura indipendente.

Editoria

Oltre la musica, che farà da filo conduttore durante tutti i quattro giorni di festival in cui si alterneranno sul palco artisti italiani e internazionali, Elav dedicherà un grande spazio ai Fumetti e alla micro Editoria Indipendente coordinata da Bolo Paper (già co-ideatore di MICRO Festival presente alla Milano Design Week 2014). Sarà una bella occasione per sfogliare le pubblicazioni in diversi formati, rilegate e rifilate a mano, spesso realizzate con materiali inediti e non comuni. Piccoli e grandi oggetti di design, rigorosamente pubblicati in tiratura limitata frutto di ricerca e passione sull’estetica dell’immagine e della parola. Dove le Cartiere Pigna hanno prodotto fogli, libri e quaderni per più di un secolo, l’editoria torna ad essere protagonista.

Cinema

Grazie alla Partnership ormai collaudata tra il Birrificio Indipendente Elav e il Biografilm Festival – International Celebration of Lives di Bologna, anche il Cinema Indipendente entra inusualmente in un festival birraio, proponendo nel pomeriggio di Domenica 20 settembre la proiezione di “Sugar Man” di Malik Bendjelloul, un film che racconta la straordinaria ed unica storia del musicista Sixto Rodriguez.

Street Art

Sarà ospite della manifestazione Pigmenti, il Laboratorio di Arte Urbana di Bergamo. L’artista Andrea Casciu realizzerà diverse opere “digitus impudicus”. Pigmenti inoltre, fra i finalisti del bando “Che Fare”, presenterà il proprio progetto “Time Specific”, una carovana di artisti urbani, documentaristi, animatori e stampatori transiterà attraverso tre scuole di diverso grado, un ospedale, una residenza per anziani, un carcere ed una piazza di Bergamo. In ognuno di questi luoghi sosterà per incontrare le persone, realizzare laboratori narrativi e partecipativi e creare opere di pittura murale. Nel loro sostare indagheranno come il Tempo è vissuto e considerato dalle diverse persone che incontreranno. Birra artigianale L’evento è organizzato dal Birrificio Indipendente Elav, birrificio artigianale di Comun Nuovo (BG) che fa dell’indipendenza la propria bandiera. L’Elav Indie Fest è la trasposizione in evento dello spirito del Birrificio Indipendente Elav fatta di cultura e collaborazioni. Saranno presenti birrifici artigianali da tutta Italia fra cui il Birrificio Amiata di Grosseto, il Birrificio Pontino di Latina. Inoltre sarà disponibile una vasta selezione di birre belghe organizzata dall’Einmass Pub di Montello.

Musica

inizio ore 21:00, ingresso libero

GIOVEDI 17 SETTEMBRE

Cristina Donà (Cantautrice)

Cristina Trombini Sapienza, in arte Cristina Donà, è il riflesso della figura indipendente del cantautorato italiano con background rock. Il suo percorso comincia negli anni 90 e trova successo a cavallo degli anni 0. Preziose le collaborazioni con Afterhours e Subsonica, band insieme alle quali rappresenta un movimento musicale che ha rivalutato lo stile della lingua italiana in musica. All’Elav Indie Fest andrà in scena l’ultimo concerto del tour della cantautrice, in lizza per il Premio Tenco 2015.

VENERDI 18 SETTEMBRE

Humulus (Stoner) + Bleeding Eyes (Psychedelic Metal)

A seguire Brown Barcella dj set: fresco e coinvolgente dai suoni sixties e northern soul in vinile.

Gli Humulus sono l’incarnazione dello stoner: la digressione del metal e la distorsione del rock che incontrano acid, psichedelia e doom in una miscela grezza e potente. Un suono che si tuffa nella Elav Humulus Black Stoner IPA, una birra scura della quale i tre musicisti sono co-autori e con la quale sono i protagonisti del loro ultimo video.

Il nome non lascia perplessità. I Bleeding Eyes da Treviso sono un caposaldo del metal italiano che ha condiviso il palco con i nomi più importanti della scena internazionale. Il metal psichedelico dei sei musicisti incontra la sonorità della parola italiana, creando la poesia scura e tagliente che caratterizza la band. Un muro di suono dipinto a mano.

SABATO 19 SETTEMBRE

Rich Apes (Etno Rock) + Raphael & Eazy Skankers + Sistah Awa (Reggae)

A seguire Coffee.N.Television dj set: dal vintage al rock’n’roll passando per le rarità su vinile.

L’indipendenza è libertà, assenza di catene, scatole e gabbie. Ogni aggettivo che identifica un genere musicale pone un limite. I Rich Apes non ne conoscono. La classica formazione batteria, basso, chitarre e voci viene liberata dagli schemi delineati dalla storia e dalla geografia, arrivando a sfidare gli orizzonti musicali e del suono in un viaggio in cui è proprio il suono a soffiare, come per sollievo, ad ogni nuova conquista, spingendo sempre Oltre.

Il reggae è incontro. Incontro di culture e suoni dove il "levare" non significa privare ma unire, dare spazio. Il levare incontra il sole per sol-levare anima e corpo mentre gli occhi chiusi sognano terre lontane. Raphael & Eazy Skankers, una delle band reggae taliane più longeve, incontra il talento innato di Sistah Awa, bergamasca che incarna l’incontro di culture di cui il reggae si alimenta per nutrire il mondo con la musica.

DOMENICA 20 SETTEMBRE

Helsinki (Psychedelic Folk da Londra) + Steve Smyth (Indie Folk dall’Australia)

Drew McConnell è uno dei personaggi più influenti della scena indie britannica. Artista e musicista attivo su tantissimi fronti, è stato membro dei Babyshambles, band del controverso Pete Doherty. Helsinki è il progetto di cantautorato folk dove la sua voce incontra basso, chitarra, violini e percussioni. La musica di Drew McConnell risuonerà nello Spazio FaSE portandoci in giro per l’Europa attraverso l’atmosfera delle sue capitali.

Se prendi una vita passata viaggiando fin dai primi anni di vita e le sommi ai nomi di Tom Waits, Jeff Buckley, Beck e Norah Jones, il risultato ha la barba lunga come quella di un naufrago con la chitarra in mano e una voce profonda come il mare che lo ha trasportato. Definire l’australiano Steve Smyth "un cantautore" è riduttivo. A volte dolce, a tratti più aggressivo, Steve Smyth è la spontaneità del suono che incontra i più grandi deserti davanti a sè, conquistandoli.

Con loro sul palco suoneranno Adam Folkner e Michael Moore.

Ad aprire l’ex Babyshambles John Robinson.

Elav Indie Fest 17/20 settembre

Spazio FaSE via Pesenti, Alzano Lombardo (BG)

info: www.elavbrewery.com

Evento Fb: https://www.facebook.com/events/703954103068417/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.