BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parla Giuseppe Biava: “Da Reja nessuna chiamata, mi aspettavo il rinnovo”

L'ex difensore atalantino, oggi svincolato: "Mi sono sempre conquistato la permanenza nelle varie piazze sul campo e anche questa volta pensavo di poter rimanere. I dirigenti bergamaschi mi avevano detto di tenermi allenato, ma alla fine non ho sentito più nessuno. Nemmeno Reja".

Più informazioni su

Giuseppe Biava e l’Atalanta, un amore nato un anno fa e finito tra tanti punti di domanda, quelli di gran parte dei tifosi atalantini che ancora oggi si chiedono il motivo di un divorzio assolutamente inaspettato. Già, perché quello disputato in maglia nerazzurra dall’ex difensore di Palermo e Lazio è stato un campionato più che positivo (nel disastro della passata stagione, va ricordato), e tutti gli addeti ai lavori hanno atteso da un giorno all’altro per tutta l’estate il rinnovo del centrale bergamasco. Rinnovo, però, mai arrivato. "Non ho dato l’addio per mia volontà, mi sarebbe piaciuto continuare, pensavo di meritare il rinnovo, così non è stato e per ora sono fermo – ha spiegato Biava ai microfoni di ‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’ -. Ho una certa età, sono consapevole che potrebbe essere stato il mio ultimo anno in campo, ho fatto il corso da allenatore. Vediamo, intanto mi guardo intorno. Per gli svincolati c’è sempre tempo, ma ripeto: ho in testa l’idea di aver concluso l’ultimo anno. Ora cerco di entrare in un’altra ottica, mi piacerebbe iniziare con i bambini. Guardo in giro qualche settore giovanile. Albinoleffe o Atalanta? All’Albinoleffe ho fatto tanti anni, l’Atalanta ha un settore giovanile molto importante, ha sempre puntato sui giovani. E’ un’ambizione che ho".

Ancora sull’esperienza atalantina: "Tutte le mie riconferme le ho sempre conquistate sul campo, ogni anno, anche alla Lazio. Pensavo di averla meritata anche questa volta, probabilmente avevano altre idee. Ho avuto tante richieste in serie C, con il Verona c’è stato qualcosa, ma poi non si è fatto più niente. Ero convinto di rimanere qui, mi avevano detto di tenermi allenato, alla fine non se ne è fatto niente. Reja? pensavo fosse un punto a mio favore, non è stato così. Mi aspettavo una chiamata dal mister, neanche quella c’è stata. I cambiamenti dirigenziali probabilmente hanno influito, come la regola dei 25: la società hanno fatto fatica a vendere. Probabilmente eravamo in troppi, non sono riusciti a sfoltire la rosa come volevano“.

Dal campo alla panchina, l’ex difensore biancoceleste aggiunge: "Fare l’allenatore è un mestiere diverso, mi veniva più facile giocare. Però mi piace stare con i ragazzi, mettendo a disposizione la mia esperienza e passione. Spero di essere portato, non so se sarò l’altezza. Intanto spero di iniziare".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da silvio@inwind.it

    Biava perchè non fai un tour nei campi della bergamasca e donosci i bambini potresti cominciare da Calcinate

  2. Scritto da tino

    Biava, ci puo’ stare che a 38 anni un calciatore venga accantonato, Platini si ritiro’ a 32…per quanto riguarda la mancata chiamata di Reja ritengo non sia un suo compito ( in quanto allenatore) chiamare questo o quel giocatore per discutere sull’ eventuale rinnovo contrattuale.

  3. Scritto da solodea

    Sicuramente ha inciso il fatto del numero chiuso a 25 della rosa da iscrivere perché, altrettanto sicuramente, lo scorso campionato quando è stato chiamato in causa Biava si è fatto trovare sempre pronto ed era una sicurezza per l’intero reparto difensivo.

  4. Scritto da Gio da PV

    Grazie per il tuo periodo nerazzurro ( come dimenticare quei due salvataggi !) e un grande in bocca al lupo!!!