BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Niente fondi agli alberghi che ospitano i profughi E’ polemica in Regione

E' il compromesso, se così si può chiamare, trovato all'interno del centrodestra dopo la proposta della Lega che prevedeva multe e sospensioni delle licenze per gli imprenditori colpevoli di ospitare richiedenti asilo.

Niente fondi regionali agli alberghi che negli ultimi tre anni hanno aderito alle convenzioni delle prefetture per accogliere i profughi. E’ il compromesso, se così si può chiamare, trovato all’interno del centrodestra dopo la proposta della Lega che prevedeva multe e sospensioni delle licenze per gli imprenditori colpevoli di ospitare richiedenti asilo. Il voto della nuova legge sul turismo, che contiene l’emendamento incriminato, è in programma nel pomeriggio di mercoledì 16 settembre. Il Carroccio aveva previsto sanzioni dai 5 ai 10 mila euro e la sospensione dell’attività da sei mesi a un anno alle strutture che garantiscono l’accoglienza.

"Personalmente sono contrario, ma il tema ora diventa politico" aveva confidato l’assessore regionale ciellino al Commercio Mauro Parolini. "La gestione dell’immigrazione del governo è fatta malissimo, penalizza le nostre regioni – ha invece sostenuto il governatore Roberto Maroni -. Noi vogliamo favorire chi si oppone a questa gestione fallimentare e penalizzare chi asseconda questa gestione perché penalizza il nostro territorio. Ogni misura è utile per convincere il governo a cambiare rotta. È un dovere reagire contro gli irregolari nei nostri alberghi".

Molto duro il commento di Umberto Ambrosoli, all’opposizione: "L’idea di un’accoglienza organizzata a chi scappa da una guerra è stata applicata per la prima volta dall’allora ministro Scajola e il primo bando risale al ministro Pisanu. Fu Maroni da ministro dell’Interno a dichiarare l’emergenza nel nord Africa nel 2011 e a chiedere alle regioni di mettere a offrire ospitalità. Cambiare idea può essere un gesto di libertà, ma francamente il suo di oggi è un gesto bieco e di opportunismo. È imbarazzante che il partito del presidente del Consiglio Raffaele Cattaneo, che ha applaudito le parole dell’arcivescovo Scola sull’accoglienza, poi voti un provvedimento contro la proposta che penalizza gli albergatori che accolgono la richiesta del loro ministro Alfano".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    molti criticano maroni,molti vogliono i clandestini,ma in definitiva nessuno vuole i clandestini,ne maroni e ne chi li vuole

    1. Scritto da roberta

      Il Papa ha detto che la Chiesa li accoglie.
      Non mi sembra quindi che nessuno li voglia accogliere.
      Poi, beh, gli italiani non cristiani non sono tenuti a seguire le indicazioni del Pontefice. Però sulla carta il 99% degli italiani si dichiara cristiano.

      1. Scritto da il polemico

        vuoi dire che la basilica di s.pietro si trasformerà un un grande dormitoio perchè il paa predica accoglienza?come ho detto,molti li vogliono,ma nessuno li vuole,perchè sono talmente tanti e talmente tanti ne arriveranno,la tanto ospitale germania ha cambiato idea dopo 1 settimana.comunque non capisco perchè secondo te un cattolico deve serguire alla lettera quello che dice il papa?se predica povertà e sandali,dobbiamo tutti impoverici e girare con sandali?

  2. Scritto da incompre

    Maroni spiega bene la ratio politica della scellerata proposta. E’ una ratio che lascia perplessi: la Lombardia si dichiara in disaccordo con una decisione dello Stato e decide di punire gli operatori economici che agiscono all’interno delle decisioni dello Stato. Immagino che vi sia ampio spazio per impugnare il provvedimento. al contempo, resto basito per l’uso strumentale della legge sul turismo, piegata da chi dovrebbe amministrare la regione agli interessi della propaganda della sua parte.

  3. Scritto da Non Capisco

    Ma scusate , esistono fondi regionali (nostri) per gli alberghi ? Perche ? Siamo alla follia ?

  4. Scritto da cives

    mi chiedo se sia lecito e accettabile che una istituzione adotti dei provvedimenti discriminatori e incostituzionali…è forse questa l’eredità morale di EXPO 2015 !?!…

  5. Scritto da Alberto

    Anche pagare 35 euro giornalieri per gente che per la maggior parte nulla ha a che vedere con fughe da guerre e simili può essere considerato un gesto bieco e di opportunismo…

    1. Scritto da paolot

      Notizia sensazionale!
      Il lettore “Alberto” è andato personalmente a verificare tutte le migliaia e migliaia di persone arrivate in Europa ed ha constatato di persona che la maggior di parte di esse non ha nulla a che fare con “fughe da guerre e simili”.
      Che scemi i funzionari statali che stanno lì a controllare prove e riscontri! Farebbero prima a contattare direttamente “Alberto” che ha già tutte le risposte.

      1. Scritto da il polemico

        tutti migranti senza soldi,ma che hanno 6mila euro in contanti per fare il viaggio,o faranno un mutuo a 20 euro mensili?

      2. Scritto da elleffe

        Si informi meglio prima di commentare a sproposito e vedrà qual è la percentuale di profughi e quella dei cosiddetti “migranti economici” o clandestini che forse è più appropriato.

  6. Scritto da Hilde

    Io vedo un pensiero tutto rivolto al medesimo disegno criminoso offendere e fare morire i poveri Valore Primario per Dio, bene nessuno a cui interessa essere immortale bene bene che leggi dell’Ave o Cesare o Maria ? Neanche a Giulio piacevano i poveri erano derisi e anche uccisi per gioco, aiutate in Ungheria ho letto copia cartacea dell’Eco manca di tutto è emergenza ovunque…Ave o Maroni …

  7. Scritto da paci

    E poi tutti a leccare il crocefisso.

  8. Scritto da Franco

    Ci sarebbe un dubbio è legale, cioè se ha senso discriminare un albergatore solo perchè ha aderito ad un bando pubblico completamente regolare. Se però si valuta che da questo bando hanno già avuto un vantaggio economico (e può essere) allora non ci vedo nulla di male. L’accoglienza non c’entra in questo caso, se gli alberghi incassano 35 euro al giorno a profugo è business, non certo carità o solidarietà.

    1. Scritto da alberghi caputt

      secondo la sua logica, se io partecipo al bando per le vacanze estive di anziani di un Comune, avendone avuto un vantaggio economico, non posso partecipare al bando della Regione per contributi? Si tenga conto che i contributi (semmai ce ne saranno) non sono sulla gestione ordinaria ma per investimenti.