BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Renzi dall’Expo annuncia: “Dal 1° gennaio 2016 via Imu e Irap agricole”

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi presente martedì 15 settembre ad Expo Milano 2015 annuncia agli agricoltori: "Dal 1° gennaio 2016 l'Imu agricola sarà cancellata. E anche sull'Irap agricola avete ragione: dal prossimo anno non si pagherà più".

"Dal primo gennaio 2016 l’Imu agricola sarà cancellata, non si pagherà più. E anche sull’Irap agricola avete ragione: dal prossimo anno non si pagherà più. Abbiamo trovato le coperture finanziarie, sarà in legge di stabilità".

Lo annuncia il Presidente del Consiglio Matteo Renzi partecipando nella mattina di martedì 15 settembre all’assemblea di Coldiretti a Milano. Accolto da applausi e da bandiere degli agricoltori, Renzi prosegue: "Nel mondo c’è fame di Italia e non credete ai rosiconi perché ci sono nel mondo 800 milioni di nuovi consumatori e per loro l’Italia è la qualità del nostro cibo. L’Italia è Paese leader mondiale per fascino e suggestione e qualità dei prodotti, ma deve organizzarsi meglio al proprio interno per comunicare ciò che siamo è che abbiamo".

Infine non manca di lanciare una rassicurazione sulla piaga del caporalato: "Non possiamo stare a guardare. Vorremmo evitare un decreto legge, ma se sarà necessario lo faremo".

GLI AGRICOLTORI BERGAMASCHI

Sono partiti presto per arrivare con i pullman e le macchine in tempo utile per partecipare alla Giornata Italiana dell’agricoltura promossa da Coldiretti a Expo. Gli agricoltori bergamaschi, guidati dal Presidente Alberto Brivio e dal direttore Gianfranco Drigo, hanno partecipato massicciamente all’appuntamento di Milano per rimarcare come l’agricoltura sia un settore che nonostante le difficoltà costituisce una parte fondamentale del Paese e può giocare un ruolo strategico per il suo rilancio. Per essere presenti molti hanno anticipato i lavori in stalla, altri sono arrivati da paesi sperduti della montagna, tanti i giovani che hanno voluto dimostrare quanto credono nel loro lavoro e quanto hanno voglia di mettere in pratica con passione le loro idee imprenditoriali. Nutrita anche la delegazione delle imprenditrici.

"Eravamo un migliaio – evidenzia il Direttore di Coldiretti Bergamo Gianfranco Drigo – ; l’adesione e’ stata molto alta perché c’era molta voglia di sapere come la politica risponderà alle tante necessità del settore e come si sta evolvendo il progetto che Coldiretti ha messo in campo per l’agricoltura italiana e che ha già permesso a molte aziende di esprimere la loro dinamicità e di raggiungere primati importanti".

Ai lavori che si sono tenuti presso l’Open Air Theatre di Expo sono intervenuti il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo, il ministro dell’agricoltura Maurizio Martina, il Presidente del comitato scientifico dell’Osservatorio contro agromafie Giancarlo Caselli e il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

"Siamo soddisfatti per gli interventi che sono stati annunciati – dice il Presidente di Coldiretti Bergamo Alberto Brivio – ;eliminando Imu e Irap sono stati presi in considerazione due aspetti fondamentali della nostra agricoltura. Togliendo l’Imu si è riconosciuta all’agricoltura una funzione che va oltre la sola produzione di prodotti agricoli, estendendola alla salvaguardia di territorio e ambiente.

Come abbiamo sempre detto, era assurdo che in un Paese come il nostro, attraverso i terreni agricoli si tassasse il paesaggio e l’ambiente. Con l’abolizione dell’Irap si liberaanno risorse che le imprese potranno investire per migliorare la loro competitività".

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuseppe

    Renzi in qualunque posto vada fa contenti tutti: agricoltori, catto-ecclesiastici, imprenditori….: è iniziata la campagna elettorale, o forse non è mai finita! Ognuno scelga da che parte stare.

  2. Scritto da CHESTER

    Nel contempo il debito pubblico galoppa al ritmo di, minimo, 50 mld all’anno. Tra 10 anni saremo al 200 %; riusciremo ad attuare il ”fiscal compact” ?

  3. Scritto da ciao

    Strano che gli agricoltori non hanno ricordato a questo signore gli accordi assurdi fatti in europa con il voto dei suoi compagni che stanno distruggendo la nostra agricoltura.Boh!

  4. Scritto da Paolo

    Drigo, proprio bergamaschissimo, siamo in una botte di ferro

  5. Scritto da Paolo

    Già, poi i soldi li recupererà da altre quote sempre di denaro pubblico. Nessun miracolo, sempre soldi nostri… Basti pensare che nella benzina ci sono ancora accise di crisi superate da decenni

  6. Scritto da alegher

    . . . ATTENTI A QUEI DUE , ci stanno ipnotizzando con la parlantina,

  7. Scritto da Giovanni

    su quelle agricole va anche bene, ma levare la TASI prima casa a tutti EQUIVALE ad alzare le tasse.
    Chi pagava 1000€ non li pagherà più, chi ne pagava 100€ non li paghera’ più e dovrà pagarsi servizi che dovranno essere ragliati per trovare le coperture… e chi ne pagava poco o niente peggio, pagherà solo di più sul resto…

  8. Scritto da Reincarnazione

    Ma è Renzi o Berlusconi reincarnato.

    1. Scritto da peggio

      No,.è molto peggio.