BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le rivelazioni del bergamasco Carrara al processo per la strage di Capaci

Giovanni Carrara, bergamasco, chiamato nella mattinata di martedì 15 settembre a deporre davanti la corte d'Assise di Caltanissetta nell'ambito del processo per la strage di Capaci. "Giovanni Aiello mi disse che non aveva nulla a che vedere con le stragi"

Più informazioni su

Giovanni Aiello, noto come «faccia da mostro» disse di essere estraneo alle stragi del ’92.

È la confidenza raccolta da Giovanni Carrara, bergamasco, chiamato nella mattinata di martedì 15 settembre a deporre davanti la corte d’Assise di Caltanissetta nell’ambito del processo per la strage di Capaci.

"Giovanni Aiello mi disse – ha riferito il teste – che con le vicende legate ai coinvolgimenti di personaggi dei servizi nelle stragi non aveva nulla a che vedere. Una volta mi telefonò per dirmi che era uscito un articolo sull’Espresso su questi fatti, successivamente mi convocò la Dia e allora chiamai Aiello per chiedergli cosa stesse succedendo e cosa c’entravo io. E fu in quell’occasione che lui si tirò fuori dalle stragi".

Carrara è un amico di Giovanni Aiello, l’ex poliziotto con il viso sfregiato che secondo alcune tesi avrebbe ricoperto un ruolo nelle stragi del ’92.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.