BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sea e Sacbo: “L’integrazione tra le due società aeroportuali è una prospettiva valida”

La prospettiva di integrazione tra Sea e Sacbo, che gestiscono gli aeroporti di Linate, Malpensa e Bergamo/Orio al Serio è “valida”. Lo rendono noto le due società in un comunicato congiunto al termine di una riunione dei consigli di amministrazione.

Più informazioni su

La prospettiva di integrazione tra Sea e Sacbo, che gestiscono gli aeroporti di Linate, Malpensa e Bergamo/Orio al Serio è “valida”. Lo rendono noto le due società in un comunicato congiunto al termine di una riunione dei consigli di amministrazione in cui il professore Stefano Paleari, ex rettore dell’università di Bergamo, ha mostrato i risultati del suo studio sull’integrazione tra le due società.

“I Consigli d’Amministrazione di Sea S.p.A. e Sacbo, riunitisi oggi, hanno preso visione dei risultati della ricerca condotta dal Professor Paleari con l’Università degli Studi Bergamo per valutare la possibilità della costituzione di un unico soggetto a cui afferiscano, anche indirettamente, le gestioni degli aeroporti di Milano Malpensa, Milano Linate e Bergamo Orio al Serio, attualmente gestiti dalle due Società – si legge nella nota -. I Consigli d’Amministrazione di Sea e Sacbo hanno riconosciuto la validità della prospettiva indicata e hanno così dato mandato ai presidenti di valutare con gli azionisti, avvalendosi del supporto del Professor Paleari, le possibili soluzioni per rendere operativo il processo d’integrazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    Certo che per una società (a maggioranza pubblica) che dovrebbe fare della trasparenza il suo cavallo di battaglia questo modo di gestire le cose da carbonari desta molto sospetto.
    Se le “prospettive indicate” sono così positive, perchè non si rendono pubbliche? Così anche i cittadini massacrati saprebbero di che morte devono morire (o forse di questo non si è tenuto conto?)

  2. Scritto da Odiug

    Vuoi vedere che il prof. Paleari diventerà parte dirigenziale del nuovo soggetto aeroportuale:-)))).
    La cosa mi lascia comunque indifferente, invece, mi seccherebbe molto se con il suo aiuto Milano e Maroni ci fregassero passeggeri.
    La storia ci insegna che noi bergamaschi, boccaloni, ci siamo fatti già fregare più volte e per chi non si ricorda vedi Brescia, con Bas e Banca.

  3. Scritto da Giovanni

    Orio ‘monopolio locale’? Vengono da mezzo nord-italia e anche dal sud utilizzando Orio in modalità Hub-Ryan Air. Dire che sia un bacino locale mi pare fuori dal mondo…

    1. Scritto da Mah !?

      Era sottinteso che parlavo di merci , è palese ed ovvio che per i passeggeri è tutto un altro discorso e anche in quest’ambito Orio non ha niente da guadagnare , a far la differenza è la sua collocazione e la presenza di ryan .

  4. Scritto da franco

    Prospettiva valida. Comunicato bello, stringato, sintetico e insignificante. Una nota degna di nota.

  5. Scritto da Mah !?

    Sarebbe interessante sapere “perchè”. Dal punto di vista del bacino di utenza di queste due realtà ormai straconsolidate non aggiungono nulla e per loro natura sono sostanzialmente due monopoli locali . Ben diversa sarebbe stata per sacbo la prospettiva di aprire ad est con Montichiari mentre malpensa è chiusa dalla sua collocazione geografica . Pertanto, al di la delle dichiarazioni, sarebbe interessante avere uno straccio di “perchè” .

    1. Scritto da Paolo rossi

      Scusi ma lei negli ultimi mesi non ha letto i giornali?
      Quelli di sacbo ci hanno provato per ben due volte a annettersi montichiari. A marzo e’ naufragato l ultimo tentativo quando la save di venezia ( proprietaria di montichiari) ha cambiato le carte in tavola chiedendo il 51% delle quote della nuova societa’ che sarebbe nata.
      A quel punto la trattativa e’ saltata e credo non ci fossero alternative per sacbo che guardare verso sea

      1. Scritto da gigi

        A me pare che sia Lei a non aver letto bene i giornali. La trattativa si è interrotta quando SACBO (definiti i “furbetti del quarterino” senza che abbiano replicato) mentre stava trattando con SAVE sulla suddivisione del traffico aereo, faceva accordi sottobanco con Ryanair e DHL
        O li credevano fessi o ci hanno provato e gli è andata male.
        Oggi non resta che essere colonizzati da SEA che porterà a Linate e Malpensa buona parte del traffico e così potremo dormire e respirare

      2. Scritto da Mah !?

        Certo che li leggo i giornali ! Il fatto è che comunque, secondo me, sacbo non ha nessun interesse a fondersi con Sea , quanto meno fino a quando qualcuno saprà dare improbabili motivazioni convincenti. L’unico apporto incrementale e soluzione alla logistica viene da est , se non oggi domani.

  6. Scritto da Roberto

    Ma perché non ci fate conoscere anche il piano industriale? Alla fine è questo che conta…